Archivio: BREVINE

16/10/17
CI HA LASCIATO ANDREA BARBIERI, FARO DELL'A.C. LUGAGNANO

"La prima via è l'umiltà, la seconda l'umiltà, la terza l'umiltà, e quante volte me lo chiederai, tante volte risponderò la stessa cosa", questo scriveva Sant'Agostino. Umiltà che sfoderava ogni giorno anche Andrea. Profondo dolore in casa dell'A.C. Lugagnano. Andrea Barbieri, conosciutissimo in paese, è salito in cielo spegnendosi dopo una lunga malattia che lo ha pian piano sconfitto. Andrea aveva vestito la maglia della società gialloblu come giocatore e capitano. Nato il 17 maggio 1966, Andrea aveva vinto nel 1981 con i giovanissimi gialloblu il campionato provinciale. Nel 2011, a ben 45 anni, aveva accettato l'incarico di giocare nuovamente nel suo amato Lugagnano come capitano e giocatore. Aveva ricoperto anche l'incarico di allenatore in seconda sempre nella Prima squadra gialloblu. Andrea lascia la moglie e i due splendidi figli. I funerali si svolgeranno questo venerdì 20 ottobre alle 15,30 nella chiesa di Lugagnano. Andrea si era sempre distinto nei nostri dilettanti, aveva i piedi di velluto ed era abile sia in difesa che a centrocampo. Ha vestito anche le maglie del Pastrengo, del Benaco, del Rivoli, del CastelnuovoSandrà, del Sona Mazza e dell'Olimpia Lazise. "Una prematura scomparsa che mi ha lasciato un profondo vuoto dentro. Ho giocato assieme ad Andrea ai tempi del Sona ed ho allenato qui a Lugagnano nei giovanissimi suo figlio Marco. Era un ragazzo generoso e di carattere, sempre pronto a dare una mano agli altri. Mi unisco al cordoglio dei suoi familiari. Noi dell'A.C. Lugagnano gli abbiamo sempre voluto bene, era una grandissima persona". Queste le parole del mister della Prima squadra gialloblu Luca Mancini". (R.P.)