Archivio: BREVINE

23/10/17
DEFAZIO (TREGNAGO): "CI STA GIRANDO TUTTO STORTO"

Altro mezzo passo falso dell'A.C. Tregnago 1931 allo stadio comunale "Antonio Perlato" di Tregnago, la formazione gialloblu del riconfermato mister Antonio Bogoni non è andata oltre l'1 a 1 contro l'Atletico Cerea, e ora una delle protagoniste del girone B dello scorso campionato di Prima categoria si trova in quint'ultima posizione alla pari del Lonigo a 7 punti. Nelle ultime 5 gare solo 3 punti raccolti, frutto di 3 pareggi e 2 sconfitte. Tuttavia l'ambiente gialloblu non è affatto demoralizzato, come ci spiega il direttore generale Andrea "Re" Defazio: "La società è vicina al mister e ai giocatori in questo momento di difficoltà. Le cosa stanno girando tutte storte, giochiamo bene e le gare sono un continuo assedio alle porte avversarie ma la palla non vuol saperne di entrare. Con lo Zevio e con il San Giovanni Ilarione non meritavamo assolutamente di perdere tanto che il nostro presidente Eugenio Mazzocco (sempre presente) a fine gara ha rincuorato i ragazzi. La squadra è sempre quella dello scorso anno, sono partiti Patrick Okonji e Daniele Almonte e sono arrivati il difensore Mauro Meneghetti (ora fuori per infortunio), la giovane punta classe 1997 Mattia Bogoni e la fortissima mezzapunta Filippo Menini. E' evidente che essendo partiti come una fra le favorite al titolo gli avversari di turno danno tutto contro di noi." Ma ora il vostro obiettivo quale è? "Se vogliamo essere positivi rimane un posto ai play-off, se siamo rea

    ici è quello di ottenere in fretta la salvezza diretta. Io sono fiducioso come pure il nostro mister Antonio Bogoni, una persona che, come quando giocava, non molla mai. Di sicuro saprà con la sua grande bravura ed esperienza invertire la tendenza negativa e la fortuna prima o poi girerà anche dalla nostra parte. Abbiamo la certezza della difesa più forte del girone, solo 4 reti subite come l'Isola Rizza, dobbiamo solo migliorare in fase offensiva visto che siamo anche il peggior attacco con solo 3 reti segnate. Ripeto, la società è vicina alla squadra ed è fiduciosa di poter risalire, se poi ci sarà bisogno a dicembre andremo ancora sul mercato."