Archivio: BREVINE

16/11/17
MATTIA FACCI SALUTA L'AURORA CAVALPONICA

Dopo Colantoni l’Aurora Cavalponica del presidente Bressan saluta anche la punta classe '87 Mattia Facci, ragazzo che si è sempre distinto per belle giocate e gol pesanti. Giocatore dalla classe pura e dalla grande esperienza maturata con le maglie di Villafranca, Cadidavid, Casteldazzano, Sona Mazza, Oppeano e Belfiorese sua ultima squadra prima di approdare quest’estate all'Aurora Cavalponica. Carnovelli era il suo mister alla Belfiorese e ora, da pochi giorni, è il nuovo trainer della squadra di Veronella. Con lui ha vinto il campionato di Promozione nella stagione 2015-16 con 29 presenze e 10 reti salendo in Eccellenza dove, l’anno dopo, con la Belfiorese hanno conquistato una tranquilla salvezza. Ancor prima ha militato nell'Oppeano di mister Simone Boron e anche qui ha festeggiato in due anni il salto di categoria dalla Promozione all'Eccellenza. Mattia ha sempre dato il meglio di se stesso mettendo il massimo impegno. Domenica scorsa l’Aurora Cavalponica ha pareggiato 1 a 1 in casa contro il Croz Zai, e lui è subentrato al 13° della ripresa a Stenco. "Per motivi personali - afferma Mattia - , di comune accordo con la dirigenza, ho deciso di lasciare l’Aurora Cavalponica, quindi le nostre strade si dividono. Ho trovato un ambiente fenomenale, con brillanti dirigenti e motivazioni da vendere. Con il presidente Stefano Bressan ho da subito legato, è una persona fantastica e dirige una società solida. Saluto tutti miei compagni che mi hanno sempre fatto sentire come a casa mia. Ottimo anche lo staff tecnico...un abbraccio a tutti senza escludere nessuno". Per ora Mattia sta alla finestra, ma non si mette da parte, il suo telefonino è sempre accesso e il mercato si sta per riaprire. Intanto la sua Cavalponica deve riprendere a volare. La testa della classifica impone maggiore concretezza e saper chiudere a proprio favore ogni contesa. "I miei ex compagni, ne sono certo, sapranno risalire. Il gruppo è molto forte e formato da giocatori molto bravi. Con una serie di vittorie possono arrivare a dare fastidio anche all’attuale capo

    a Alba Borgo Roma. E’ un campionato tecnico e molto livellato dove nessuno vuole farsi da parte. Da qui alla fine ne vedremo delle belle. E’ proprio il bello dei nostri campionati dilettantistici, dove niente e mai scontato". (R.P.)