Archivio: BREVINE

26/4/18
PER ALBA BORGO ROMA E POZZO SCONFITTA A TAVOLINO?

E' stato rilevato dal Rapporto Arbitrale che la società Alba Borgo Roma al 15' del secondo tempo sostituiva uno dei tre giocatori cosidetti "fuori quota", il numero 11 nato nel 1997, con un giocatore anno 1996, rimanendo senza uno dei tre prescritti giocatori fino al 44° minuto del secondo tempo (ingresso in campo del giocatore numero 17 anno 1997. Il Giudice Sportivo delibera di non omologare il risultato come ottenuto sul campo (1-1) e di sanzionare la società Alba Borgo Roma con la punizione sportiva della perdita della gara con il risultato di Alba Borgo Roma – Croz Zai 0 a 3. Sentito il diesse giallorosso Mauro Annechini si dice tranquillo perchè non è stato fatto nessun errore ma solo invertiti i cambi nel referto. Anche mister Russo dice: "Il numero 17 Manuel Leonardi è entrato ad inizio secondo tempo e non al 44°, il fatto è avvalorato anche dal fatto che lo stesso giocatore è stato ammonito al 20° della ripresa". Stesso discorso vale per la gara Pozzo - Nogara, anche qui il rapporto arbitrale rileva che il Pozzo ha sostituto al 20' del secondo tempo il "fuori quota" schierando al suo posto un giocatore più datato. Il Giudice Sportivo ha così deciso di sanzionare il Pozzo con la punizione sportiva della perdita della gara a tavolino Pozzo - Nogara 0 a 3 infliggendogli anche un punto di penalizzazione in classifica. Anche qui la smentita da parte del presidente Roberto Praga che afferma: "E' solo un errore di trascrizione di numero, probabilmente il direttore di gara ha confuso il numero 8 Bogoni (uscito dal campo) con il numero 3 Ceriani (classe 1997) che invece ha giocato tutta la gara. Non avevamo problemi di fuori quota visto che poi sono entrati in campo anche un 1998 e un 2000." Quindi entrambe le squadre sono ora in attesa di una pronta e giusta rettifica da parte della Federazione.

- Adv -
- Adv -
- Adv -