Archivio: BREVINE

17/6/18
GIGI FRESCO E' IL MIGLIOR MISTER DELLA SERIE D NAZIONALE

Classe 1961 (è nato in borgo Venezia il 4 di aprile), Luigi Fresco è il miglior mister di tutta la serie D d’Italia. Il riconoscimento gli è stato attribuito venerdì scorso presso il “Gran Hotel Royal” di Viareggio. Il premio è stato indetto dalla Lega Nazionale Dilettanti in collaborazione con due delle tre più prestigiose testate sportive italiane, ovvero dai quotidiani specia

    i nello Sport, “Tuttosport” e il “Corriere dello Sport-Stadio”. Erano diverse le categorie in lizza, dal miglior portiere al miglior difensore, dal miglior centrocampista al miglior attaccante, dal miglior Under al miglior mister, appunto. Fresco – una laurea in Pedagogia, dopo la Maturità in Ragioneria – ha battuto tutti chiudendo al primo posto tra i 9 mister che quest’anno hanno trionfato nei gironi della serie D italiana nella stagione 2017-18. Raggiunto da noi al cellulare, il massimo dirigente nonché allenatore virtussino (dal 1982 e in maniera ininterrotta!) ha detto: “E’ il più importante riconoscimento che ho ricevuto perché è di carattere nazionale. E’ stato per metà votato da una Giuria di competenti e per l’altra dai lettori di due prestigiose testate nazionali, quali “TuttoSport” e il “Corriere dello Sport-Stadio”. Sono risultato il più votato in entrambi i quotidiani, nemmeno sapevo di partecipare e questo mi ha fatto molto piacere!” Un riconoscimento, il quale è andato anche ad Ariedo Braida, diesse a lungo dei rossoneri nei trionfi del Milan berlusconiano, poi, alla Sampdoria (ed ora si vocifera abbia sottoscritto un quinquennale per il Real Madrid). Ancora Gigi Fresco: “Il mio sogno è di salire in serie B per la prima volta nella storia dell’U.S. Virtus entro il 2021, data del centenario della fondazione del club di borgo Venezia. Se ciò accadrà, come spero, mi piacerebbe imitare colui che per me è stato come il mio “secondo papà”, ovvero il dottor Sinibaldo Nocini, organizzando una grandiosa ed indimenticabile festa, pari a quella tenuta in occasione del 50nnio nella sua villa di Poiano di Valpantena”.