Archivio: BREVINE

24/7/18
IL D.S. GALASSO (BORGOPRIMOMAGGIO) SPERA NEL RIPESCAGGIO

Dopo il buon 3° posto in campionato, il Borgoprimomaggio del presidente Lucio Antolini e del direttore generale Enrico Sgreva è già quasi pronto per la prossima stagione, come spiega l'attaccante Mirko Galasso che quest'anno affiancherà Simone Faccioli nel ruolo di diesse dei viola: "Siamo quasi a posto per affrontare il prossimo campionato che non sappiamo ancora se sarà in Prima o Seconda categoria, visto che abbiamo un ottimo punteggio dopo essere stati eliminati ai rigori al 3° turno play-off dal Real Lugagnano, che è già stato ripescato. Siamo fiduciosi, ma per completare la rosa, che vogliamo formata da 23-24 elementi, bisognerà sapere se dobbiamo integrare dei classe 1998 per la questione fuoriquota. Anche l'obiettivo è legato alla categoria, migliorarci in Seconda e una tranquilla salvezza in un'eventuale Prima. La squadra sarà guidata anche quest'anno dal riconfermato mister Tiziano Salvagno, ex Zevio e S.Giovanni Lupatoto, il quale sarà spalleggiato dal secondo Daniele Dalla Vecchia (ex Cadeglioppi) e dal nuovo preparatore dei portieri Gigi Lupoli. Sono partiti Davide Vignola (all'Alpo Club 98), Francesco Dolci (al Sommacustoza del nostro ex mister Signoretto), Giulio Benini ed Emanuele Grigoli (al Real S.Massimo) e Francesco Villaraspi, che potrebbe smettere. Io e l'altro direttore sportivo Simone Faccioli abbiamo rimpiazzato i partenti ed allestito una squadra competitiva con elementi molto validi e buone alternative in tutti i ruoli a disposizione del mister. Dalla Scaligera Lavagno arriva Matteo Frediani, dal Sant'Anna il centrocampista Damiano Zavanella, dall'Alba Borgo Roma il trequartista Leonardo Pighi mentre dalla Nuova Cometa arrivano il portiere Nicola Filippini e il centrocampista incontrista Simone Vendramini, dal Saval arriva il difensore Francesco D'Onofrio e dalla scomparsa Primavera l'attaccante Mark Albertini. Siamo quasi a posto, stiamo trattando un altra pedina molto forte e, come detto, aspettiamo di trattare dei giovani per il discorso fuoriquota."