Archivio: BREVINE

19/10/18
ROSSI (OLIMPIA PONTE CRENCANO): “CI SERVONO 50-52 PUNTI!”

L’ex “golden boy” del Ravenna, Giordano Rossi da Isola della Scala, classe 1980, affronta il suo 2° anno da trainer sulla panca dell’Olimpia Ponte Crencano, che milita nel girone “B” di 2^ categoria, con una buona dose di ottimismo. Prima di approdare ai “geniali pontieri” del presidente Roberto Donà e del vice Gabriele Ferrari, Rossi ha guidato anche lo “scomparso” Concamarise, in 2^ categoria, girone “D”, una divisione che comincia a diventargli, dunque, familiare. “Il nostro” sostiene il trainer giallo e blu “è un girone all’insegna dell’equilibrio, dove, per dire, non c’è l’Audace alla pari dell’anno scorso. La classifica permarrà corta davanti e raccolta anche dietro, zona in cui mi auguro di non dover ritrovarmi a fare i conti!” Qual è la squadra che fino ad ora ti ha impressionato? “Il Caselle di mister Bozzini, gruppo abbastanza cinico, che sa quello che vuole; la più forte è invece l’Illasi, la quale ha qualcosa in più rispetto alle altre. La più bella? L’Olimpia Ponte Crencano”. Sono 3 anni che operi in 2^ categoria: come l’hai trovata? “E’ una categoria in cui inizi a trovare buoni giocatori anche qui; le squadre sono di buona caratura, con giocatori che potrebbero non sfigurare anche in 1^ categoria. Da noi, per esempio, mi è piaciuto anche il Rosegaferro, nonostante che i “rosso e blu della Postumia” attualmente chiudano la classifica all’ultimo posto con zero punti”. I vostri giovani? “Davide Coppola, punta del 2000, Federico Zanetti, difensore centrale e il portiere Alberto Brazzoli”. L’obiettivo? “Fare 50-52 punti, star lì, attaccati al trenino delle prime in classifica per vedere fino alla fine dove si potrà arrivare”.