Archivio: BREVINE

16/11/18
ZUCCHER (CHIEVOVERONAVALPO): “A ROMA VOGLIO UNA GARA INTENSA”

Dopo la pausa del weekend scorso coincidente con l’impegno della Nazionale, il ChievoVerona Valpo si rituffa nuovamente anima e corpo nel campionato di Serie A. La formazione di mister Diego Zuccher giunge alla trasferta di Roma cavalcando un buono stato di forma. La compagine clivense è reduce da tre risultati utili consecutivi, un filotto che intende prolungare anche contro le giallorosse del tecnico Elisabetta Bavagnoli. La Roma Femminile fino a qui ha compiuto cammino similare a quello gialloblù: avvio travagliato, con un riscatto nelle ultime giornate, nelle quali il collettivo laziale ha legittimato ben sette punti. Buon gioco e organizzazione corale sono le armi principali di cui dispone il prossimo avversario del Valpo, due prerogative che il tecnico Zuccher ha bene in mente come limitare: «Abbiamo lavorato bene in questo periodo – analizza l’allenatore scaligero – la scorsa settimana abbiamo caricato a livello fisico, mentre negli ultimi giorni ci siamo soffermati sulla preparazione alla trasferta di oggi. Ci attende una Roma solida, popolata da individualità di spessore e che ha nel possesso palla una delle sue caratteristiche principali. Ha i nostri stessi punti in classifica, ma a mio avviso è destinata a salire ancora più in alto: sulla carta ha tutto per entrare nel novero delle prime cinque della classe. Dobbiamo quindi prestare moltissima attenzione». Novanta minuti di coraggio e intensità. Attraverso mentalità ed abnegazione il Chievo può puntare risolutamente alla massima posta in palio. «Chiederò alle ragazze di interpretare una gara intensa, per non permettere a Federica Di Criscio e compagne di esprimere al meglio le loro qualità – chiude Zuccher – non sarà facile, ma il mio ChievoVerona Valpo ha tutto per compiere l’impresa. L’unica buona notizia che giunge dall’infermeria è il recupero, almeno per la panchina, di Marta Mason: dopo un lungo infortunio sono contento di poter nuovamente contare sul suo contributo».