Archivio: BREVINE

29/11/18
ZUCCHER (CHIEVOVERONA VALPO) PRESENTA LA GARA DI BERGAMO

A Bergamo, senza compromessi. Un ChievoVerona Valpo carico ed affamato di punti confida nella 9^ giornata di Serie A per riprendere nuovamente per mano la propria stagione. Dopo le due cadute consecutive contro Roma e Tavagnacco, a Mozzanica il collettivo gialloblù è tenuto domani a rialzarsi, abbandonando così la zona più rovente della graduatoria. Persa Rii per infortunio (ancora da valutarne l’entità), mister Diego Zuccher in questo incrocio così delicato potrà contare nuovamente sul contributo, seppur dalla panchina, di pedine importanti come Zanoletti e Daiana Mascalzoni, quest’ultima finalmente a disposizione dopo un lungo calvario. Capitan Boni e compagne si troveranno di fronte un’Atalanta desiderosa di intonare il primo ruggito davanti al proprio pubblico. La Dea finora ha gioito solo in trasferta, legittimando tutti gli attuali sette punti lontano dal terreno amico. Le nerazzurre arrivano dunque all’appuntamento più cariche che mai. «In settimana abbiamo lavorato bene – commenta mister Zuccher – preparando a dovere la partita di domani. Non potremo contare sull’apporto di Penelope, infortunatasi contro il Tavagnacco, ma tornano convocabili Daiana Mascanzoni e Zanoletti, due giocatrici molto importanti anche a livello di spogliatoio. Affrontiamo un Atalanta che non ha ancora vinto in casa, per questo sono certo che sarà motivata al massimo per centrare un successo che le permetterebbe inoltre di distanziare i bassifondi della classifica. È una squadra giovane, che fa di aggressività e organizzazione i suoi due principali punti di forza. Generalmente si schiera con un 3-5-2 o con un 4-3-3 difensivo, provando a far male in ripartenza. Nell’ultimo turno ha perso contro la Roma, ma sta comunque attraversando un buon momento di forma, vista la vittoria nel derby con l’Orobica ed il prestigioso pari strappato a Torino contro la Juventus». Novanta minuti per redimere due settimane di buio. Il ChievoVerona Valpo domani gioca per un solo esito. «Siamo motivati – chiude Zuccher – e vogliosi di dimostrare che anche sabato scorso contro il Tavagnacco avremmo meritato un risultato diverso. Dobbiamo mostrare a questo campionato che siamo vivi e che il nostro intento è quello di toglierci subito da questa situazione, per prenderci finalmente ciò che meritiamo. Dovremo partire forte sin da subito, facendo la partita e sfruttando al meglio le occasioni che riusciremo a creare. Servirà tanta determinazione, cattiveria e voglia di raggiungere la vittoria. Non accetteremo altro all’infuori dei tre punti».