Archivio: BREVINE

17/12/18
IL MOMENTO DIFFICILE DELLO ZEVIO DI MISTER CHRISTIAN PIASERE

Momento davvero difficile per i bianconeri dello Zevio 1925 del presidente Armando Pachera e del vice Giorgio Scandola che nelle ultime 8 partite di campionato hanno raccolto ben 7 sconfitte ed una sola vittoria. Momento delicato per la panchina di mister Christian Piasere che comincia a scricchiolare anche se la dirigenza vorrebbe andare fino alla fine del campionato con lui. E' evidente però, che mancando i risultati, sicuramente in società in questa pausa invernale si parlerà anche di questo per il bene della squadra. Intanto, nel mercato appena concluso, il diggì Sergio Sandrini è andato ai ripari per colmare i vuoti lasciati dai partenti, soprattutto dal bomber Antonio Corbo che era andato in gol 10 volte in maglia bianconera trascinando la squadra nella prima parte di stagione. Oltre a Corbo, passato alla Pro Sambo, lasciano Zevio il giovane portiere classe 2001 Matteo Santi che approda alla Scaligera Lavagno, l'attaccante classe 1998 Amedeo Mainente, passato al Boys Buttapedra, il trequartista ex Scaligera Lavagno e Lessinia Mattia Baltieri, passato alla Nuova Cometa e il centrocampista ex Tregnago Giovanni Pretto lasciato libero. In entrata il portiere Nicola Sanna giunto dalla Scaligera Lavagno, il centrocampista classe 1991 Soufiane Dihaj arrivato dal Pozzo, l'attaccante ex Real Monteforte Andrea Goffredo, il pari ruolo Andrea Antonelli, classe '90 giunto dall’Illasi ed infine due attaccanti giunti entrambi dall'Albaronco, l'esperto classe 1985 Federico Bressan ed il più giovane classe 1997 Edoardo Terza. La squadra bianconera ora con la pausa avrà modo di amalgamare meglio tutti i nuovi arrivati per cercare di ripartire nel nuovo anno 2019 con maggior slancio.