Archivio: BREVINE

2/5/19
PER CHI SONA...LA CAMPANA DEL MERCATO DEI MISTER?

Per Fabrizio Sona, mister sollevato dall'incarico di trainer del Sona ancora quest'inverno, il mercato delle panchine è iniziato da tempo: "Ho già ricevuto un paio di offerte, ma, preferisco ancora aspettare. Il mio ideale sarebbe quello di trovare una società che punti a salire di categoria o a conquistare i play off, animata da un progetto ambizioso, almeno di Promozione". Per il tre volte premiato dal nostro portale con il prestigioso "seminatore d'argento", l'Eccellenza che si è appena conclusa è stato un Torneo livellato verso il basso: "Senza nulla togliere a chi è salito in serie D - il Caldiero grazie alla conquista della Coppa regionale di Eccellenza, il Vigasio arrivando primo -, quello appena terminato è stato un campionato in cui la media del tasso tecnico non è stata elevata come gli altri anni. La colpa è dell'obbligo di dover far giocare troppi giovani in questa categoria, l'anticamera del semi-professionismo, anche perché si corre il rischio o di bruciarli o di vederli ingrossare le file degli Amatori". Sempre mister Sona è rimasto colpito dal Garda: "Mister Paolo Corghi ha dato alla squadra una bella idea di gioco, fatto di corsa e fisicità. Mi ha colpito il loro 2000 (20 gennaio) Samuele D'Aquino, difensore centrale, e i giovani che ho allenato a Sona, ovvero il dfensore, sempre del 2000, Giacomo Montresor, il collega di reparto Mattia Lavarini (1° marzo 2000), il centrocampista del 1999 Andrea Biasi e Bianchi. Tutti giovani molto promettenti ed animati da una bella fame di calcio. Poi, ho visto bene la punta 1998 lupatotina Enrico Ottocento, il bianco-rosso Cristanini oltre al già consacrato in categoria Alberto Castagna (1997), ed Isacco Tomelleri del Team S.Lucia Golosine (3 luglio 2000)".