Archivio: BREVINE

25/4/17
STASERA IL VALGATARA SOGNA DI ALZARE IL TROFEO VENETO

Mancano poche ore alla finalissima del Trofeo Veneto di Promozione che vedrà il Valgatara contendere il prestigioso titolo al Vittorio Veneto. Si gioca questa sera alle ore 20,30 a Casalserugo, nel padovano. Ben diversa la situazione delle due squadre nei rispettivi campionati con il Vittorio Veneto già promosso in Eccellenza con largo anticipo per aver vinto il girone D di Promozione con 11 punti di vantaggio sulla seconda ad una giornata dal termine. Il Valgatara invece è ancora invischiato nella lotta per la salvezza visto che è al sestultimo posto del girone "A" a +2 sulla zona play-out. A tal proposito mister Armando Corazzoli in settimana ci aveva detto: "Sono abituato ad affrontare un impegno alla volta, sfidando gli avversari senza paura. Per noi essere arrivati alla finalissima è qualcosa di davvero incredibile e anche a Casalserugo daremo tutto per vincere il prestigioso Trofeo. Spero di vedere una folta rappresentanza di nostri tifosi in tribuna, l'impresa è alla nostra portata, anche se il Vittorio Veneto è una squadra davvero molto forte che ha stravinto il proprio girone. Ma la palla è rotonda e in una partita secca tutto può accadere, quindi, vinca il migliore!" Ricordiamo che la scorsa edizione è stata vinta dai veneziani dell'A.S.D. Favaro 1948 che hanno superato 3 a 0 in finale l'U.S.D. Calidonense. Il Valgatara, proprio perchè il Vittorio Veneto ha vinto il proprio girone, ha già acquisito il primo posto delle aventi diritto al ripescaggio in Eccellenza, sempre ci siano posti disponibili. Nelle Semifinali il Vittorio Veneto Falmec ha eliminato il Sitland Rivereel 2005 mentre il Valgatara, che aveva pareggiato 2 a 2 in casa contro l'F.C. Spinea 1966 nel ritorno ha dovuto guadagnarsi la finale ai calci di rigore che hanno visto imporsi i blaugrana veronesi per 10 a 9 con protagonista assoluto il portiere classe 1998 Massimiliano Quintarelli che ha parato l'ultimo rigore al suo collega e poi realizzato il rigore decisivo.