Archivio: BREVINE

27/5/17
IL PRES. BERTELLI LASCIA IL LEGNAGO, ORECCHIA NON CONFERMATO

Il presidente Pierluigi Bertelli dopo 14 anni lascia il Legnago. L'ufficialità dopo qualche settimana di silenzio è arrivata dall'amministratore delegato del Legnago Stefano Michelazzi che dichiara. «Il presidente del Legnago Pierluigi Bertelli vuole lasciare e ci stiamo attivando per un nuovo assetto societario e per allestire una squadra all'altezza del blasone, pur non avendo le stesse disponibilità e un supporto importante come Bertelli». Nel maggio 2003, dopo la retrocessione in Promozione, cessava l'era di Francesco Salvatore e la società biancazzurra fu retta da un tandem: Franco Pesarin presidente e vicepresidente Pierluigi Bertelli. Dal primo luglio 2005 diventa presidente Bertelli che resta in carica per 12 anni, fino al prossimo 30 giugno. Chi sarà il nuovo presidente del Legnago? Potrebbe essere Davide Venturato, vicepresidente biancazzurro dal primo luglio 2012 e spesso presente in casa e in trasferta durante le partite di campionato del Legnago. Direttore generale del Legnago sarà ancora Mario Pretto, da nove anni in riva al Bussè. Andrea Orecchia invece non sarà più l'allenatore del Legnago per la prossima stagione agonistica 2017-2018. L'F.C. Legnago Salus ha comunicato infatti venerdì di aver raggiunto un accordo consensuale con Orecchia per la non prosecuzione del rapporto nella prossima stagione sportiva. «Il Legnago - si legge nel comunicato - ringrazia di cuore l'amico Andrea per il lavoro svolto e gli ottimi risultati conseguiti e gli augura le migliori soddisfazioni umane e sportive anche nelle prossime esperienze calcistiche.» Chi sarà il nuovo allenatore del Legnago 2016-2017? Entro una settimana si dovrebbe conoscere il nome. Intanto venerdì si è conclusa l'attività del Legnago con una partita amichevole al «Sandrini» contro la Primavera dell'Hellas Verona vittoriosa per 7 a 1. Il gol della bandiera del Legnago, con mister Alberto Baù in panchina, che schierava giovani in prova e Sergi ancora a Legnago per motivi di studio, è stato realizzato da Suscio. (A.N.)