Archivio: BREVINE

20/8/17
EDY TIRAPELLE, DA PRESIDENTE AD ULTRAS.

Edy Tirapelle, indimenticato Presidente del Roncà, alla cui guida conquistò la storica promozione in Prima categoria nella stagione 213-14, oggi come oggi è diventato un accanito sostenitore del ValdalponeRoncà. “In realtà - racconta Edy -, la stagione successiva cedemmo la categoria al Tregnago e divenni un dirigente della società stessa. L’anno dopo fu creata la fusione Valdalpone-Roncà, per unire le forze ed ambire a traguardi più importanti”. L’unione, a discapito dei campanilismi, funziona bene: “Non abbiamo mai avuto problemi con i dirigenti del Valdalpone, anche grazie al Presidente Emilio Cavazza”. Ora ti vediamo accanito sostenitore sugli spalti, assieme a tuo fratello Damiano, ma a Roncà cosa succede? “Avevamo fondato il Roncà-Montecchia, partendo dalla Terza categoria, allo scopo che la squadra potesse fungere da serbatoio per far crescere i giovani e prepararli per il ValdalponeRoncà, e, viceversa, per creare una sorta di parcheggio ai giocatori che non trovavano spazio in Prima categoria”. Poi cos'è successo? “La società, affidata al Presidente Claudio Perazzolo e sostenuta da un gruppo di una decina di dirigenti, purtroppo non se la sente di andare avanti e quindi, pur mantenendo la matricola, non si è iscritta al prossimo campionato di Terza”. Ora che succederà? “Continueremo con il Settore giovanile, sperando che questa sia solo una pausa di riflessione, con l’intento di riportare il calcio di categoria anche a Roncà”. Nel frattempo di cosa ti occupi? “Dò una mano al ValdalponeRoncà, seguo il Settore giovanile dove gioca anche mio figlio Leonardo. Per due anni consecutivi siamo arrivati secondi in campionato e quest’anno, pur vincendo i play-off, non siamo stati ripescati. Ora tenteremo di vincere sul campo per poter centrare il passaggio diretto in Promozione, un traguardo a cui l’intera vallata ambisce”. (A.D.M.)