Archivio: BREVINE

23/9/17
L'AGSM VERONA SI IMPONE IN AMICHEVOLE SULL'OROBICA (6-2)

Seconda amichevole della settimana e seconda vittoria per le ragazze di Agsm Verona che sul sintetico amico di via Sogare si impongono per 6 a 2 sull'Orobica, compagine bergamasca della serie cadetta. Mister Longega tiene precauzionalmente a riposo Kongouli e schiera in campo anche alcune straniere alla prima gara con la squadra. Le scaligere sbloccano il risultato al 12': cross di Osetta dalla destra, velo di Fishley per l'inserimento di Peare che al volo insacca sul palo lontano. Al 18' la sorpresa Depuy, statunitense in attesa di transfer, da due passi mette dentro il pallone dopo un batti e ribatti davanti alla porta bergamasca. Il Verona fallisce un paio di ghiotte opportunità per allungare e viene punito da Merli che sfrutta un errore difensivo riportando in partita le lombarde. Poco dopo la mezz'ora di gioco è tuttavia Veronica Pasini ad allungare nuovamente per le scaligere insaccando di prima intenzione il pallone del tre a uno, risultato che chiude la prima frazione. Nell'intervallo Longega effettua ben quattro sostituzioni mettendo in mostra altri nuovi arrivi. Al quinto Depuy finalizza sotto misura un'azione corale siglando la doppietta personale. Applausi per Pasini che si libera con una magia chiamando Lonni alla deviazione in angolo. L'Agsm Verona sigla la quinta rete con Paixao, giovane portoghese in cerca di conferma che fa scrosciare gli applausi con una gran conclusione sotto la traversa. L'Orobica sfrutta una seconda leggerezza difensiva delle veronesi per accorciare le distanze con Massussi. A fissare definitivamente il risultato sul 6 a 2 ci pensa Pasini che raccoglie l'assist di Depuy ed insacca da distanza ravvicinata. A sette gironi dall'avvio del massimo campionato l'Agsm Verona ha mostrato giocatrici di talento e un gioco ancora in fase di progetto. Nei prossimi giorni sarà importante conoscere quali, tra le tante straniere in attesa di transfer internazionale, mister Longega potrà schierare in campo contro la Fiorentina campione d'Italia.