Archivio: PRIMA PAGINA

6/9/15
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI SERIE D (GIR. C e D) – 1^ GIORNATA

OTTIMO AVVIO DELLA VIRTUS VECOMP. NELL'ALTRO GIRONE LEGNAGO BEFFATO NEL FINALE A RAVENNA E VILLAFRANCA TRAVOLTO DAL FORLI'

Vittoria senza discussioni della VirtusVecomp che nella 1^ giornata del girone C di serie D mette sotto la Fincantieri molto di più di quello che dice il risultato. La squadra di Giuliano Zoratti, al contrario, ha stentato parecchio, e l'integrazione tecnica fra i giovani del vivaio e anziani non si è vista, il linguaggio giovane è basato sul ritmo e sulla velocità, mentre i veterani fanno leva soprattutto sull'esperienza. Ma contro i rossoblu di Gigi Fresco c'è stato ben poco da fare, Virtus che può contare su un mix di giovani e più esperti il cui fraseggio è basato sulla tecnica e quindi è più facile capirsi e rendersi pericolosi.

Prende subito l'iniziativa la VirtusVecomp con alcune sgroppate di Mensah. Al 7', sugli sviluppi di un'azione rossoblu, arriva palla a Pedrinelli che non ci pensa due volte a scaricare una bordata di poco alta sopra l'incrocio dei pali. Fincantieri al momento sta a guardare e cerca di controllare con un centrocampo piuttosto imbottito. Al 15' Lechthaler esce dalla difesa e imbecca Mensah per un'altra delle sue incursioni e per un preciso appoggio sull'accorrente Alba che con un gol imparabile porta sull'1 a 0 i rossoblu. Al 24' si fa vedere finalmente l'ex professionista Godeas con un colpo di testa che finisce fra le braccia di Tebaldi. 28' Ancora Alba, fra i migliori in campo, sgancia una bordata dopo un'azione personale, di poco fuori. La VirtusVecomp gioca a memoria su schemi collaudati nei quali anche i nuovi si sono ben inseriti; gioco spumeggiante con cambi di campo da una fascia all'altra, che vede Allegrini dettare lunghi lanci raccolti spesso da Boateng pronto ad impostare sugli attaccanti. Al 34' su una punizione di Godeas, tiro infido rasoterra, si accartoccia Tebaldi e para. Contento, portiere della UFM, in evidenza per ben tre volte su tiri degli attaccanti rossoblu. Finisce il primo tempo, bene la VirtusVecomp,cosi così la UFM alla ricerca di un gioco più concreto.

Secondo tempo, la UFM entra in campo più convinta e cerca di prendere l'iniziativa ma quando si muovono i rossoblu, fanno male: in 4 minuti prima Pedrinelli con Alba mettono in azione Peroni solo in area e stoppato al momento del tiro (3') e poi Alba al 7' si trova solo al limite dell'area, mira all'angolino basso ma Contento ci arriva. Ospiti che si fanno vedere solo con un tiraccio alto di Loperfido all'8', mentre la Virtus si rende pericolosa ancora con Pedrinelli, tiro mirato all'incrocio dei pali alto e quindi con Mensah che raccoglie un corridoio sempre di Pedrinelli ma spara sul portiere in uscita. Virtus sempre in avanti e tocca al classico Cernigoi mettere dentro la rete del 2 a 0 (di testa)  dopo un'azione collettiva che ha visto impegnati tutti gli avanti rossoblu per un traversone dalla destra. Due pali per Allegrini nel giro di pochi minuti: al 25', su punizione dal limite colpisce l'incrocio e poi al 29' da calcio d'angolo colpisce direttamente il primo palo. Risorse al minimo, fa caldo, hanno corso tutti parecchio nel primo tempo ed il ritmo cala vistosamente. Al 30' entra Burato per Mensah, lo scopo di Gigi Fresco è quello di rinforzare il centrocampo e gestire il risultato; Burato assolve perfettamente il compito anche con alcuni preziosismi talentuosi e con un tiro che incoccia ancora una volta il legno della traversa, e sono tre. La gara finisce 2 a 0 per la VirtusVecomp.

Nella 1^ giornata del girone D di serie D il Legnago di mister Andrea Orecchia, cede 2 a 1 in casa del Ravenna. In svantaggio allo stadio "Bruno Benelli" i biancazzurri veronesi dopo soli 7 minuti (fallo di Zerbato su Ambrogetti: finta dello stesso Ambrogetti, batte la punizione Radoi che sorprende Cybulko). Il Legnago ingrana la quarta e al 14’ si registra un' azione Tresoldi-Zerbato-Adriano con conclusione fuori. Al 21’ Legnago (domenica in maglia bianca) in area gialorossa con rete di Adriano annullata per fuori gioco. Al 25’ spunto di Ambrogetti per De Vecchis che incorna fuori. Al 27’ Dal Bianco crossa in area del Ravenna, uscita in presa alta di Iglio che anticipa Adriano. Poco dopo inzucca verso la porta locale Pietro Martino, ma la difesa respinge. Al 33’ conclude da fuori area Battiloro, para Cybulko. Al 41’ ancora Legnago vicino al gol con una punizione di Viviani deviata da Friggi per la testa di Martino che colpisce la traversa. Al 42’ raid in progressione di Zerbato frenato da due difensori. Al 45’ al tiro Zerbato con un rasoterra parato.

Nella ripresa al 4’ contrasto in area locale di Battiloro-Zerbato: rigore netto che Antonio Broso realizza. Al 14’ Tresoldi tenta la conclusione-gol che è alta. Al 23’ l’occasionissima del Legnago per passare in vantaggio: Zerbato lanciato a rete da Martino, spara sul portiere in uscita. Entra in campo al 29’ l’italo argentino Giarrizzo al posto di Adriano e poi anche Zanimacchia al posto di Martino. La beffa arriva al 39’ sugli sviluppi di un cross di Maini che Ballardini scaraventa in rete rasoterra con un tiro dal limite. Cinque minuti di recupero non cambiano il risultato.

Nell’altra gara del girone D, il Villafranca, dopo un Inizio di partita molto promettente, anche se a ritmo blando da ambo le parti, perde pian piano smalto e alla fine cede al Ravenna per 1 a 5. Più propositivi i blaugrana che vanno al tiro un paio di volte senza centrare la porta di Merelli. Dopo 15' il Forlì si porta in vantaggio con un perfetto contropiede condotto da Peluso e Baldanini i quali mettono in movimento Nocciolini che con un perfetto cross imbecca sul sul 2º palo Personè che insacca a porta sguarnita. Il vantaggio galvanizza gli ospiti di mister Gazza che prendendo in mano la partita e trovano il raddoppio poco dopo la mezz’ora con Peluso che viene atterrato in area e l’arbitro concede il penalty trasformato da Nocciolini. I biancorossi pensano di avere la gara in mano ma i blu grana di mister Sauro Frutti e accorciano subito con la rete con Tonini dal limite dell’area trafigge Merelli con un preciso tiro che chiude il 1° tempo col risultato di  1 a 2.

Ripresa con il Forlì che aumenta il ritmo  e colpisce con la velocità di dell'attaccante Peluso dopo soli 5 minuti. Il giocatore entra in area e viene ancora atterrato e procura il 2° trasformato ancora da Nocciolini. Il Villafranca sbanda e il Forlì colpisce ancora in contropiede Tentoni che lascia partire un tiro in diagonale che fa secco Baciga. A 2 minuti dalla fine Turchetta segna il 5 a 1 con un buon dribbling e tiro.

tratto dagli addetti stampa delle società - www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:1994