Archivio: PRIMA PAGINA

13/9/15
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 1^ CATEGORIA (GIR. B) – 2^ GIORNATA

CASALEONE UBER ALLES, ALBARONCO ED AUDACE DA U.S. OPEN, IL VALDALPONERONCA' DEPREDA L’ISOLA, IL SANGUINETTO-VENERA SALE IN PARADISO CON DI CRISTO

E’ il Casaleone dell’umile ed appassionato presidente Marco Faella – vero gentleman è il suo diesse, il dr Francesco Peterle – a fare l’andatura nel girone “B” di Prima categoria. Vittoria esterna, ‘stavolta, per i leoncini giallo e blu, a Sossano Villaga Orgiano (presidente Alessandro Giacomuzzo), nel Vicentino, in casa della matricola biancazzurra guidata da mister Maurizio Segato. 1 a 2, gol dell’ex difensore del Sanguinetto, Andrea Poltronieri, classe 1988, pareggio momentaneo del navigato – classe 1977 - Andrea Ambrosi per l’undici sossanese, quindi, colpo d’ala orgogliosa ad opera di Luca Isolani, ex Cerea, classe 1994 per i gialloblù di mister Stefano Sacchetto.
 
La neo-promossa e neo-gemellata ValdalponeRoncà straccia con un perentorio 4 a 1 la promettente A.C. Isola Rizza del presidente Giorgio Mantovani e del nuovo nocchiero Christian Campagnari (in alleggerimento di verdetto solo nel finale grazie a un Massimiliano Gramegna, un po' su di peso, almeno quello visto in riva al Piganzo, sette giorni fa, contro l’Albaronco). Per l’undici del soavese trainer Mirko Dalle Ave – venerdì prossimo 25 settembre in amichevole benefica a Montecchia di Crosara in amichevole contro le “vecchie glorie” dell’Hellas Verona con incasso da devolvere tutto in beneficenza - scuotono la rete il “SuperBomber di tutti i tempi dei dilettanti” e nostra “Scarpa d’oro 2015” con i suoi 34 gol, Cristian Turozzi, doppietta per lui, Fall e Menini, costui direttamente dal plotone di esecuzione del dischetto gessato, gli altri marcatori (commento dettagliato e foto in ultim'ora).  
 
A Ronco all’Adige, 6 pappine secche a zero dell’Albaronco inferte sulla guancia del Bevilacqua di mister Simone Brunelli; davvero irriconoscibile la “Cremonese della Bassa”! Eh, sì che dirigenti come Gianni Corestini e Marco Calonego di calcio ne sanno e di passione trasudano da tutti i pori, eh. Ingrassano il pallottoliere di mister Nicola Corrent – con annessi e connessi i 4-5 gol sbagliati clamorosamente la domenica prima a Isola Rizza – Alessio Soave, il “Beppe Signori di Perzacco di Zevio”, doppietta per lui, poi Enrico Cavazza, Michele Colognese – da noi rivisto in versione meno “palestrata” rispetto ad alcuni anni addietro -, Massimiliano Urbani, classe 1990, e “stantuffo” Cherubin.
 
Grandinata eccezionale, quasi fuori stagione, in riva al Guà, all’altezza di Cologna Veneta: 1 a 7 a favore della rampante Audace calcio del presidente ed imprenditore dei camini in inox, Giorgio Zambaldo, ex punta del Cardi Chievo. In rete, per i sanmichelati di mister Matteo Biroli, Emilio Brunazzi, fantastico tris per lui, tris anche di Dalla Mura ed acuto di Matteo Bogoni, su rigore. Per i “giallo e blu del mandorlato”, bastonati da un ciclone troppo pesante, inaudibile per un club così glorioso, segna il solo Dall’Omo: su rigore e nel finale di una domenica che più “bestiale” di così neanche il cantautore Fabio Concato non saprebbe narrare, cantare.
 
Il SanguinettoVenera arpiona i primi 3 punti della stagione e lo fa battendo per 2 a 0 il non male San Giovanni Lupatoto di mister Marco Burato, alla prima caduta della nuova stagione. Il bello è che ritroviamo bomber Mario Di Cristo, ex Lugagnano, Pgs Concordia e Seraticense (Sarego). Una punta dal sangue partenopeo che scorre nelle sue vene ed arterie e che ha sempre buttato giù reti e porte avversarie con una media sopra i 15 gol a stagione. E’ lui a segnare il primo gol per i locali di mister Nicola Bertozzo, imitato successivamente da Hamza El Badaoui.
 
0 a 0 ad Arzignano, tra Real San Zeno Vicenza, mister è Crivellaro, e l’A.C. Raldon dell’ex bomber della Sambonifacese dei tempi aurei, Alessandro Roveda. I tanti errori e le condizioni, al limite della praticabilità, del terreno vicentino hanno sfalsato gioco e spettacolo. Non basta a strappare i 3 punti a Lonigo l’unghiata assassina sferrata da Giacomo Castagnaro della vecchia A.C. Sambonifacese del coach Freddy Serato: i leoniceni di mister Salvatore Di Paola e del massimo dirigente Massimo Randon riescono a pareggiare grazie al giovane Tommaso Zaninello, classe 1996, e sempre nel primo tempo. Davide Martinello, classe 1993, sfiora il gol della vittoria dei biancazzurri del Lonigo 1910. A secco di reti, il bomber noventano Riccardo Trivellìn, ex Spes Pojana, ex anche del Bevilacqua.
 
Infine, in via Lussemburgo, in Zai, finisce sull'1 a 1 un match che non accontenta i crozzini di mister Matteo Meneghetti per le due clamorose palle-gol fallite da “Torace” Nicola Talamioli contro un’A.C. Tregnago di mister Giuseppe Castagna, che ha dovuto rimontare con Patrick Okonji – il migliore dei suoi – il gol inizialmente realizzato dal marocchino in forza alla Croz, Twil. Sempre devastante il cursore di fascia Enrico Marchesini. Rossi comminati a Thomas Baschera e Moreno Busti.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:1994