Archivio: PRIMA PAGINA

4/10/15
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 1^ CATEGORIA (GIR. A) – 5^ GIORNATA

IL PGS CONCORDIA VOLA IN TESTA, “POVE” STREPITOSO A CAPRINO, “BUSSO” SQUILLANTE, BLACK OUT CASTELDAZZANO, OLIOSI (“VALPO”) DA POKER E DA OSCAR

La bella impresa, 2 a 4, del Pgs Concordia Borgo Milano in riva al Mincio che fa balzare al solitario vertice della graduatoria del girone “A” l’undici bianco e viola allenato da mister Nicola Chieppe. 13 punti in 5 gare la dicono lunga sulla voglia di risalita da parte dei borgo-milanesi di capitan Martini; abbraccio sincero sia prima che dopo la disfida tra il tottiano Marione D’Aleo – sempre più in versione “Picchio” De Sisti, anni romanisti – e il suo ex coach l’anno scorso all’Avesa HSM Lucio Marconi.
 
A decidere per i bianco-viola del presidente Marco Giavoni, la doppia di Niccolò Masetti, preceduta dal lampo di Ronnie Otoo, che segna e sa far segnare, con D’Aleo alla trasformazione impeccabile, algida quanto precisa, del tiro dal plotone di esecuzione, quello del rigore. Di contro, per i valeggiani del presidente Gianni Pasotto segnano Cordioli e l’”ever-green” Damiano Meda, costui dal dischetto gessato degli undici metri.
 
Altra bella, quanto ossigenante vittoria, del Pedemonte al suo “Paolo Maggiore”: 1 a 0 alla balbettante Scaligera di mister Simone Marocchio, che perde, per rosso, Matteo Tondello (doppio giallo per l’interista e studente di Legge), ex A.C. Oppeano, con Padovani che fredda Mascellani sul fil della sirena o di lana. Tre punti che registrano l’uscita dalla convalescenza – pare – dei bianco-rossi pedemontani guidati dal duo Stefano Modena e Giorgia Brenzan.
 
Anche l’Atletico Vigasio, una volta ricomposto il suo puzzle di titolari, affetta vittorie come fette di bresaola; ieri, in riva al Tartaro, 2 a 1 dei vigasiani a scapito della Polisportiva Quaderni, squadra che sembra amare il brivido, all’esatto contrario delle emozioni vissute lo scorso anno. Diego Pasquali ed Andrea Tebaldi – costui appena entrato al posto di Milzoni – scuotono la rete alle spalle di Bottona. Per i nero-verdi della Postumia guidati da mister Fabrizio Gilioli, aranciata e fichi Secchi…Marco.

Grandinata, 5 a 0, fatta scoccare dall’esperto in 1^ categoria quanto oramai il suo nocchiero Franco Tommasi, del Bussolengo, il quale tritura quel Casteldazzano, il quale sembra aver iniziato l’anno nella stessa maniera con cui l’aveva concluso. La principale differenza è che sulla panca dei “castellani” non siede più il navigato trainer Adelchi Malaman, ma il buon Dolci.
 
L’immarcescibile Gianluca Manzato, Gianmaria Donisi, Ferraro e la doppietta esplosa dal prodotto locale, il classe 1996 Matteo Tezza, fracassano i timpani di squilli gioiosi i timpani di Giuseppe Foti, ex EuroTeam Santa Lucia, classe 1993. Bussolengo del presidente Emilio Montresor che sale da solo al 5° posto con 9 punti.
 
Ma, la “scarpa d’oro” di questa 5^ domenica di andata è senz’altro Daniele Oliosi, ex Ambrosiana, e da alcune stagioni barometro del Valpolicella del giovane diesse Francesco Allegrini. “Poker” imperiale, il suo, ieri calato davanti alla lanciata imbarcazione arilicense, alla sua comunque prima caduta stagionale; Peschiera di mister Roberto Sorio al gol-consolazione con quel mancino villafranchese di un Matteo “Bianco” Bianchini, che aveva spruzzato cloroformio in faccia al portiere Paiola e gocce di illusioni ai propri compagni di squadra. Prima vittoria dei biancazzurri di mister Michele Purgato che si stagliano a metà classifica con 6 punti.
 
Altra bella impresa, sicuramente la più clamorosa e prestigiosa, è quella riportata dal Povegliano che maramaldeggia 0 a 3 a Caprino. Mattia Gandolfi, Sanzo e Peretti fanno librare dalla gioia in cielo le già alte “libellule” poveglianesi guidate da mister Marco Pedron. Giornata decisamente-no per i caprinesi di mister Simone Cristofaletti, basta vedere il rigore neutralizzato da Bonfadelli allo “zingaro del Baldo-Garda”, Emanuele Bagata.
 
Altro successo, non di poco conto, per il CastelnuovoSandrà del trainer lupatotino Gianni Canovo, ieri trionfatore anche senza il suo bomber Mattia Molini: 2 a 1 rifilato alla matricola Real Grezzana Lugo, con lampi luccicanti di Lanza e di Matteo Lucenti. Bazzani aveva momentaneamente pareggiato i conti per i neroverdi di mister Michael De Santis.
 
Spettacolare 3 a 3, che ripaga gli spettatori del biglietto pagato all’ingresso, tra il Parona e il Pastrengo; ci vuole un’artigliata felina, sferrata dal suo uomo più rappresentativo, “Dinamite” Daniele Begnoni del Parona, per negare ai “carabineros con gli scarpini” del Pastrengo la gioia dei 3 punti colti in riva all’Adige, in trasferta. Doppietta di Gianmarco Portoghese, poi, il già citato capitan Daniele Begnoni, per i bianco-verdi all’Adige di mister Flavio Marai; Stefano Bonato, Cristian Carigi e Luca “Spina” Spinaroli, invece, per i pastrenghesi di mister Paolo Brentegani.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:1996