Archivio: PRIMA PAGINA

8/11/15
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 1^ CATEGORIA (GIR. A) – 10^ GIORNATA

IL “DAVIDE” QUADERNI ABBATTE IL “GOLIA” MONTEBALDINA, ALTRO KO DELLA SCALIGERA 2003, IL BUSSOLENGO E’ PIU’ ATLETICO DEL VIGASIO, BEN 5 I PAREGGI DI IERI
 
Giornata, la decima, caratterizzata dai tanti – ben 5 pareggi -, a dimostrazione che la saga delle emozioni sarà ricca e succosa fino alla 30ma partita di questo raggruppamento equilibratissimo con 9 squadre in soli 5 punti la davanti. Intanto, in vetta, svetta l’abbraccio a 20 punti tra la “Monte” del mister caprinese Simone Cristofaletti e il Peschiera dello skipper Roberto Sorio.

Rossoblù del lago di Garda ieri con il suo vogatore di successo Matteo “Bianco” Bianchini innocuo sotto rete. E’ un’unghiata di Braim El Hamich nei minuti di recupero a negare agli arilicensi di godere del bottino pieno, che pareva ormai messo in cassaforte sicura. Un’autorete di Aldrighetti lanciava gli ospiti nero-verdi di mister De Santis, che venivano subito raggiunti da Righetto, poi, sugli sviluppi di un calcio d’angolo era Lorenzi a battere il giorna

    a e dottore in Scienze della Comunicazione Matteo Scolari. Ed applaudito Presidente di Verona Expo 2015. Il rigore al 92° di El Hamich regala l'insperato pareggio al Real Grezzana Lugo.

    La Montebaldina subisce la seconda sconfitta della stagione in casa di un Quaderni di mister fabrizio Gilioli a dir poco assetato di punti per la sua classifica che lo relega ingiustamente al quart’ultimo posto. E’ l’esperto, consumato “sacerdote d’area”, Domenico, “Mimmo” ’O Marino a battere con un preciso diagonale il portiere caprinese Grigolo e a regalare i tre punti alla triade neroverde Olivieri-Turrina-Sganzerla.
     
    Il Pastrengo, all’ombra dei forti austroungarici, scavalca quella Scaligera 2003 che conosce un’altra battuta d’arresto molto antipatica. Se Andrea Pignato colleziona schegge di traverse, montanti e pali, Stefano Bonato invece conosce solo la via Lattea del gol della vittoria. Ed operazione-aggancio ai giallorossi di mister Simone Marocchio a 16 punti in classifica consumata per i “carabinieri con gli scarpini” pastrenghesi sguinzagliati dal fantino di Pastrengo Paolo Brentegani.
     
    Il Bussolengo si impone, 1 a 2, a Trevenzuolo, in casa dell’Atletico Vigasio di mister Massimiliano Signoretto. E’ il frutto del florido vivaio rosso-verde Matteo Tezza ad aprire le danze dei marcatori, imitato dal dischetto dal vigasiano Luca Torni, ma, è poi, l’ex Peschiera Nicola Sala (solo omonimo del presidente della riuscitissima Expo Milano 2015, appena conclusasi, il dottor Giuseppe) a far pendere il piatto della bilancia a favore del Bussolengo di mister Franco Tommasi.

    Poi, la lunga sfilza di pareggi, partendo da quello maturato al “Manuel Fiorito” di borgo Milano, casa del Pgs Concordia di mister Nicola Chieppe: termina col botta e risposta dei due più apprezzati “alfieri” delle due sponde avverse: il tregnaghese “folletto amoroso” Mattia Molini (6° centro stagionale), la caccia dentro per il Castelnuovo sandrà di mister Gianni Canovo e il tottiano Mario D’Aleo risponde per i viola. Costui entrato ad inizio di ripresa a Craciunescu.

    Finisce 1 a 1 anche tra Casteldazzano e Parona, con i bianco-blu castellani di mister Dolci a passare per primi grazie a Cisterna…di gasolio e passione per il fubal. Il pari per i “bianco-verdi all’Adige” di mister Mario Marai è a opera del difensore classe 1985, Filippo Zumerle.
     
    Il Gabetti Valeggio di mister Lucio Marconi si illude di incartare, in questo suo magic moment, anche il Valpolicella di mister Michele Purgato. Passa per primo addirittura in vantaggio con lo scrittore (no, è una bufala!) Busi, ma, poi, viene ripreso da “Ruben Buriani” Daniele Oliosi, il secondo bomber più prolifico di questo girone con 8 reti, una in meno di Bianchini del Peschiera.
     
    Il Povegliano prova a scappare contro il Pedemonte, galvanizzato dalla considerevole riduzione della squalifica, in un primo tempo fino ad aprile, che era stata appioppata al suo mister Marco Pedron. E ci prova con "piede vellutato" Lorenzo Mailli, ma viene raggiunto dal pedemontano Zamboni, addirittura superato da un guizzo del bianco-rosso Riccardo Ferrari, classe 1986. Ma poi, sono nuovamente le “libellule” poveglianesi a farsi minacciose e ci riescono con un tocco di Lorenzo Mailli che sigla la sua doppietta personale. Finisce con un 2 a 2 che alla fine accontenta tutti.

    Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:2000