Archivio: PRIMA PAGINA

8/11/15
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. D) – 10^ GIORNATA

IL GIPS RIMANE IN TESTA DA SOLO, MA IL BOYS BUTTAPEDRA, IL VIGO E IL BOVOLONE NON LO PERDONO D’OCCHIO. PRIMO PUNTO DEL PORTO A VILLABARTOLOMEA, ASPARETTO E SAN VITO “CORSARI”, BOMBER PREATO (“BONFE”) IN OSPEDALE

 Il Gips Salizzole schizza in testa alla classifica del girone “D”, andando a vincere in un campo – definito ostico dallo stesso presidente rosso e blu, il laccatore Leonello Migliorini – e lo fa per 1 a 2. Per Vittorio Creston, il forte centrale difensivo albaretano carico di esperienza in categorie superiori (vedi A.C. Somma e S.Stefano di Zimella), l’Albaredo ha grosse carte per poter dire di più in questo campionato e per poter lasciare la scomoda quart’ultima poltrona condivisaa a 10 punti con il Villabartolomea.
 
Eppure, in vantaggio gli albaretani di mister Daniele Pattaro, con Mattia Polato, non con Andrea, ma, poi, raggiunti da bomber Rossignoli, infine, superati dal “Toro Loco”, Damiano Cazzola, che, dicono, abbia promesso a società e ai compagni una cena con cento e più bistecche di manzo, non di cavallo, del suo allevamento. Gips di mister Adriano Rossignoli, dunque, primo a 22 punti, tallonato a 21 dai sempre più sorprendenti Boys Buttapedra di mister Paolo Novali, ieri, bravi a violare il campo del Calcio Urbana, club padovano guidato da Davide Pevarello, una sorta di guru per il calcio di quelle parti. Mattatore? Marco Negri, classe 1992.
 
Terzo a 20 il GSP Vigo 1944 di un presidente Raimondo De Angeli, che in settimana ci ha trasmesso tutta la sua rabbia per quella frase che abbiamo riportato e mutuato dalla bocca del suo omologo Doriano Franzoni, dell’Atletico San Vito, in cui Franzoni si era lamentato, domenica scorsa ai nostri microfoni, della sconfitta patita dai suoi ragazzi, definita ingiusta, in quanto l’Atletico “aveva prodotto una quarantina di palle-gol”. E, De Angeli, calcolatrice alla mano, è rimasto di basito anche perché impossibile che il suo lanciato Vigo ne avesse subite così tante di palle-gol in 90 minuti una ogni due minuti. Ma, tant’è che il Vigo, ieri, in casa sua è costretto con il “bomber tascabile” Thomas “Geco” Pasti (su rigore) a rincorrere col laccio del più provetto cow boy il fuggitico Sustinenza di mister Denis Guerra, in rete con Andrea Tarocco, detto “Tarocheto”. La sfida termina così sull’1 a 1, senza vincitori né vinti.
 
L’ACD Bovolone di mister Devis Padovani è bel 4° a 18 carati, bloccato in casa sua – ma ce l’ha poi una sua casa?! – dal gagliardo, come il vin novello di queste notti di vigilia di Sna Martino, Cà degli Oppi di mister Gianmatteo Malagnini. Alla rincorsa – riuscita del pari, dell’1 a 1 – grazie a Remo Chiavegato (gol dell’ex), alla rincorsa del gol del classe 1995 Giacomo Rossignoli.
 
Il solo pareggio, incolore (0-0) al “Nicola Pasetto” dell’A.C. Pozzo di mister Giuliano Andreoli basta ed avanza per agganciare al 5° posto a 16 punti i padovani dell’Urbana. Chi gli condivide il bottino è il Bonferraro dello sfortunato bomber Michele Preato; il quale s’infortuna seriamente, in quanto riporta la frattura del perone e un interessamento a un malleolo del piede. E i ragazzi, tutti quelli della galassia-Sustinenza, in tarda serata, dopo averci dato la non certo esaltante notizia, ci chiedono di inviare a Michelone, classe 1992 bomber del Bonferraro di mister Andrea Greggio, il più grande in bocca al lupo e il più veloce ritorno in campo.
 
Primo punto, della serie, era ora!, per il Porto di Legnago di mister, “Il veronese”, Paolo Caliari: lo ottiene lungo il Canal Bianco, all’altezza dell’elegante quanto ubertosa ed umbratile Villabartolomea. La rete dei bianconeri della “Villa” di mister Luigi Mura, quella realizzata da Vito Paglia, classe 1992, è un fuoco di… Paglia a metà: infatti, poco dopo, eccoti la bilia del pari definitivo, quella scagliata dall'ex Isola Rizza Flaviu Curseu.
 
Altra sconfitta, che non ci voleva affatto, a Maccacari per i Boys Gazzo di mister matteo Gobbetti e del “comunicatore” nogarese Marco Ambrosi, che illude con la sua conclusione andata in porto. Infatti, l’Asparetto CereaSud di mister Filippo Crivellente, in costante crescendo, prima trova il pareggio con Trevisani, poi, la breccia giusta con Bersan.
 
L’Atletico San Vito sta imboccando un nuovo…Corso (scusate il gioco di parole che eccheggia il suo mister, Gianluca Corso!): dopo aver battuto in casa sua, domenica scorsa, per 2 a 0, i Boys maccacaresi, ecco il colpaccio esterno sul parquette dell’”Umberto Capone” vigasiano; casa del Real Vigasio, appunto. Real Vigasio di mister Martinelli penultimo a 6 punti, a 3 dai Boys gazzo, con a solo un punto il Porto di Legnago della presidentessa Beatrice Zancanella. L’ex Vigo Paolo Tagliaferro, figlio del dirigente vighese Bruno, scagliava con successo e precisione una bella…castagna, meglio, una rovente caldarrosta, alle spalle del real-vigasiano portiere Castagna per lo 0 a 1 finale ed i tre importantissimi punti che proiettano i granata del presidente Doriano Franzoni a -1 dalla zona play-off.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:1999