Archivio: PRIMA PAGINA

17/1/16
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. C) – 17^ GIORNATA

S.GIOVANNI ILARIONE E VALTRAMIGNA SEMPRE UBER ALLES, IDEM IL GAMBELLARA. ICS PER I “COLLI”, IL SOAVE STORDISCE L’ALTAVALLE, PICCHE PER REAL MONTEFORTE E LOCARA

Non cambia nulla, in pratica, nei grandi sistemi della classifica del girone “C” di 2^ categoria: vincono quasi tutte, ad eccezione dell’A.C. Colognola ai Colli di mister Adriano Laperni, fermato a metà a Santo Stefano di Zimella (1-1) nel derby condiviso con la matricola Giovane Santo Stefano di mister, l’ex vigile urbano di Cologna Veneta, Claudio Fabbris (anche coach dei “giallo e blu del mandorlato” dell’allora dirigente Beppe Tuzzolo).
 
Il San Giovanni Ilarione svetta sempre con il suo gonfalone a quota 39, uno in più del ValtramignaCazzano, entrambi vincitori fuori casa. I sangiovannei di mister Omar “Sivori” Lovato a Montecchio San Pietro (0 a 1, mattatore Vittorio Cengia, classe 1995, udite, udite!, al 93° minuto di gioco), i cazzanesi di mister Mariano Zenari in maniera più da Carnevale grasso (ossia 0 a 4) a Grancona (marcatori: Alessio Scarsetto (1988), il 1984 Andrea Micheloni, Dragan Kalanj e l’ex Caldiero Francesco Veronesi, classe 1996).
 
Terza, come la settimana scorsa, ma ora a quota 34, l’Elettrosonor Gambellara (di scena tra 6 giorni a Colognola ai Colli) di mister Lazzari, brava a superare fuori casa per 1 a 2 il “fanalino di coda” Spes Pojana; al momentaneo, illusorio pareggio i giallo e blu del coach Bisson con L. Bari (su rigore). Per i gambellaresi, invece, l’hanno cacciata dentro il 1987 Matteo Franchetto e Fattori.
 
Quarta, con un bel 30 e lode, l’A.C. Colognola ai Colli della famiglia Tregnaghi (il presidente Tiziano e il figlio Davide, punta): contro il Giovane Santo Stefano finisce 1 a 1. Per i nerazzurri, segna il gol del vantaggio il difensore Sebastiano Griso, classe 1985, il pari “zimellese” è a firma di Mauro Cusimano, classe 1986. Rigore parato dal portiere locale Giacomo Battistella, ex di turno, che salva i risultato al 90° minuto.
 
Quinta la Nova Gens a 29 punti, e noventani ieri trafitti per 3 a 1 a Montebello. Il solo Bertelli e per giunta su rigore realizza il gol noventano, mentre c’è anche lo zampino dell’autorete del navigato (1966) Stefano Perin a rimpinguare il giù grasso carnet montebellese (che annovera i trofei del 1992 Riccardo Ferrari e di Dobrinko Djukaric, l’ex Caldiero. A digiuno il grande bomber noventano Riccardo Trivellin, ex anche Bevilacqua).

La Contea è a 28, forte per il colpaccio di 1 a 3 ottenuto in casa della festante – per via della Montefortiana: 21 mila podisti hanno invaso la splendida Vallata d’Alpone - Real Monteforte. Reti “contadine…” a firma del 1986 Fabio Fracasso e doppietta di Arissu Traorè (1984), mentre per i real-montefortiani di mister Loris Fedrigo ha esultato il solo Andrea Goffredo “Mameli”, “annus domini”, il 1994.
 
Il San Vitale è in vena di miracoli quando deve avere ragione in casa sua per 3 a 2 dei veronesi del Locara di mister Fabio Faccin (in vantaggio grazie al 1991 Mattia Stenco, e alla 2^ marcatura con il terzino mancino, “Lei, mi…Confente…di farle un golletto?”… Per i sanvitaliani del presidente Graziano Meggiolaro del “Ministro dell’Economia”… Padoan, ed assolo emesso da Giody Pellizzari, classe 1992.
 
Infine, dentro le turrite mura soavesi, le “frecce rosse” del presidente Franco Adami feriscono a morte, 2 a 1 quell’Altavilla Chiampo che s’era portato in illusorio, momentaneo vantaggio con Diba. Ma, poi, un fantastico uno-due di Stefan Gonta, classe 1990, assegna il bottino intero ai ragazzi di mister Francesco Bresciani, detto “El Brischi” e del vice-presidente soavese Pietro Bellomi.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:1995