Archivio: PRIMA PAGINA

24/1/16
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. B) – 18^ GIORNATA

IL “PONTE” ASFALTA IL CADORE (9 A 0). GOLEADE ANCHE PER ARBIZZANO, MOZZECANE ED ALPO CLUB ’98. IL DERBY VA AL MONTORIO, IL BORGO ESPUGNA AVESA, IL REAL S.MASSIMO “TORCHIA” CON OLIOSO IL LAVAGNO

Forse, l’Arbizzano si concede un istante: per guardare dietro a che punto è il suo immediato inseguitore, l’Alpo Club ’98. Il rapporto non è mutato, come quello di una montain bike: 43 per i valpolicellesi del mitico “El Ciri”, al secolo Silvano Gasparato, e i rosso-neri dell’Alpo Club ’98 di mister Stefano Ferro.
 
Entrambi vittoriosi nella 18^ giornata del girone “B” di Seconda categoria: 4 a 0 per i giallo e blu di mister Ivo Castellani, sul San Marco Borgo Milano, con doppia di Nicola Vantini, ed acuti di “Supermercati” Alin Zapali e l’ex Team S.L.Pescantina Stefano Mignolli.
 
Per quelli del Club più privé di tutta la Seconda categoria, segnano, nella lotteria del 6 a 1 di Alpo, subita dall’ancora, forse, ghiacciato Ares Calcio Vr, l’ex Real Vigasio Matteo Mirandola, Daniel Lago…di Garda, Federico Briani, Giuseppe Finazzo e (doppia) di “Giulio” Cesare Rosellini. Per gli abbacchiati ed abbattuti aretini di trainer “Alex Ferguson” Doriano Pigatto, invece, il solo “gelateria” Savoia, Francesco Lorenzo, ex Team S.Lucia Golosine, classe 1992.
 
Terza la Juventina Valpantena di mister Andrea Scardoni; che resta immobile a 35 punti, per essere stata sconfitta nel derby vinto dal Montorio del diesse Stefano Menini e del ritornato mister Antonio Ferronato. E’ l’ex San Martino-Speme Manuel Marcolini, classe 1993 al suo 11° centro stagionale, a scolpire il proprio nome negli archivi dei ruggenti, ruspanti, rugginosi, confronti tra i bianco-neri poianesi e i montoriesi, negli anni 80 entrambi felici di guazzare in Prima categoria.
 
Resta ghiacciata al 4° posto a 31 freccette, invece, lo Scaligera Lavagno, impallinata per 3 a 2 a San Massimo, del nuovo centrale “Admiral” Lino Bassan, pavimentista con l’hobby della pelota e delle belle femmine. In rete, per i nero-verdi rionali di mister Nereo Gazzani l’ex lupatotino Andrea Cunego (1993), poi, a torchiare i lavagnesi come l’olio… è l’ex Alba Borgo Roma Jacopo Olioso (1993), autore di una doppietta che vale proprio i 3 punti e il sorpasso sui ragazzi del diesse Pippo Baltieri. Per i lavagnesi di mister Ivan Benin, aveva illuso “Caldaie” Vailati (imitato dal compagno di scuderia Fiorentini).
 
Montorio, che sale a 30 e lode, da buon quinto, sesto è l’A.C. Mozzecane di mister Nicola Santelli, il quale raggiunge quota 29 dopo aver copiosamente (0 a 4) vendemmiato in casa del Corbiolo (doppietta di Sebastiano Morano; che paga una cena di pesce al suo diesse Riccardo Montefameglio se non raggiungerà quota 20. Ed è stato tutto messo agli atti! Più l’ex alba borgo-romano Matteo Benedetti e Peralta. Buona la prestazione di Mattia Vanoni, meno quella di Alessandro Carollo… gridano gli sms pervenutici!)
 
L’A.C. Illasi di mister Massimo Burato raggiunge quota 28 e lo fa anche dopo aver superato, 2 a 1, l’Alpo Lepanto di un a dir poco imbufalito mister Stefano Sella (“Ben due rigori ci ha negato l’arbitro. Ma, ce l’hanno con noi? Ebbene, noi faremo di tutto per vendere cara la pellaccia”: avviso ai naviganti…). Il 1994 Massimo Veronese e Marco Castagna, classe 1989, per i “celeste illasiani”, Andrea Busatta, invece, per i giallo-verdi del giovane presidente Luca Martini.
 
Il ciclone Olimpia Ponte Crencano si abbatte con una furia indicibile sul Cadore e lo sgretola con un 9 a 0 di rara fattura. Si scatena “l'Imperatore”, il romano e romanista Luca Simeone (tris d’assi per lui!), poi, Luca Ottofaro, Alessandro “Il Grande” Savoia (1986), l’ex San Marco B.M. Michele Peloso (1992), Filippo Fois (1985), Luca Abbey (1995) e l’ex Team Pescantina San Lorenzo Francesco Villaraspi, annus domini il 1989, sono i giustizieri dei gialloblù guidati da mister Maurizio Testi.
 
Il BorgoPrimomaggio si reca in visita all’Avesa HSM e porge un Garofalo al fenolo, all’arsenico ai “colligiani” rosso e azzurri di mister Luca Bortoletto, battuti per 0 a 1 dai “draghi rossi” del diggì Enrico Sgreva, guidati dal “Pano”, al secolo Simone Mirandola, ex Pizzoletta ed ex Alpo Club ‘98. Con questi tre punti i viola si tolgono dalla zona play-out dove piomba il Cadore del presidente Francesco Bonturi.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:2006