Archivio: PRIMA PAGINA

13/3/16
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 1^ CATEGORIA (GIR. B) – 25^ GIORNATA

L’AUDACE SCIVOLA SULLA SAPONETTA-SAMBO E I LUPATOTINI CADONO A TREGNAGO. L’ISOLA RIZZA SBRANA I CASALEONCINI, VALDALPONE RAGGIUNTO DA UN MAI DOMO SANGUINETTOVENERA A TEMPO SCADUTO, SORRISI DAI CROZZINI E DAL “BEVI”

La notizia più clamorosa proviene, come un lampo, dall’”Antonio Perlato" di Tregnago: i giallo e blu alto valligiani di mister Antonio Bogoni battono per 1 a 0 gli ancora capo

    i lupatotini di mister Marco Burato con un colpo raffinato di destro esploso da “Dustin”, l’ex illasiano, Andrea Antonelli. Tre punti vitali per i gialloblù del presidente Gabriele Rizzin e del diggì Andrea Defazio che ora si portano a +2 dalla zona play-out.
     
    San Giovanni Lupatoto, ciononostante, ancora al comando a quota 46, a +4 da quel Valdalpone, che non riesce ad approfittare a piene mani del capitombolo dei bianco-rossi lupacchiotti perché a Sanguinetto si fa raggiungere al 94° dal cubista bovolonese Luca Vecchiato, l’eroe a Montorio”, l’anno scorso quando indossava la casacca degli “ussari del Tartaro” nogaresi. I montecchiesi del diggì, il sovietico e vicentino Gionatan Pancera, erano passati in vantaggio grazie allo straordinario davvero quest’anno Filippo Menini, classe 1993, ex F.C. Roncà.
     
    Anche l’Albaronco di mister Nicola Corrent, se è per quello, manca la ghiotta opportunità di ridurre le distanze dalla capo
      a lupatotina e di portarsi lei stessa al 2° posto, scavalcando – avesse vinto ieri – i monscledensi di mister Mirco Dalle Ave: infatti, a Ronco, viene bloccato sul 2 a 2 dalla matricola Sossano, dopo che erano stati proprio gli albaronchesani a fare l’andatura del vantaggio grazie al “Beppe Signori di Perzacco”, Alessio Soave e a Santhos Corazza. Ma, tra i due bomber di razza si sono intromessi, infilati i sossanesi Andrea Ambrosi, classe 1977, e il giovane (classe 1995) Matteo Moro .
       
      Ne approfitta, quello sì, l’A.C. Isola Rizza dei Brunelli e del presidente Giorgio Mantovani: in riva al Piganzo, 2 a 0 a spese del Casaleone di mister Stefano Sacchetto, con reti di “Shampoo” Massimo Mantovani e raddoppio- ancora una volta! – di Thomas Bersani, il difensore bomber capace anni fa col Bonavigo di segnare ben 17 reti in un solo campionato con la maglia da stopper. E gli isolarizzani di mister Campagnari scavalcano i casa leoncini e vengono monitorizzati a un punto in meno, a 37, oltre che dai giallo e blu della Bassa casaleonesi pure da una davvero sorprendente Croz Zai.

      Gialloblù della Zai del dirigente tuttofare Lucio Franceschetti e di mister “doppia voce alla Trap” Matteo Meneghetti che vincono per 2 a 0. La vittima è il Lonigo dei tanti giovani, allenato dal veronese Salvatore Di Paola, abbattuto dagli arieti sospinti con forza da Twil e dal “Fenomeno” Francesco Gasparato, classe 1980, il quale, non nuovo a simili prodigi ba

        ici, manda la sfera laddove non osano le aquile né i ragni. E da circa 25 metri, dicci niente?
         
        Il Bevilacqua si “beve” 2 a 1 l’A.C. Raldon di mister Alessandro Roveda, il quale era addirittura passato in vantaggio non col solito Francesco Tarullo, bensì grazie a “io vedo” Longo: Denis, ex Boys Buttapedra, classe 1987, ossia 29 anni compiuti lo scorso 3 marzo. Poi, la doppia di Giacomo “Bulgarelli” Bissoli, classe 1987 che con il suo 11° sigillo stagionale regala i tre punti ai grigio-rossi di mister Giuseppe Schivo.
         
        Al "Tiberghien” – clamoroso al "Cibali!” – passa la vecchia A.C. Sambonifacese di mister Freddy Serato e lo fa dopo l’uno-due portato a compimento dall’ex Locara Alessandro Viviani, classe 1994, e dal suo coetaneo, ex Real Monteforte, El Mehdi El Hattas. Audace di mister Matteo Biroli ora a -3 dalla zona play-off e rossoblù sempre ultimi a -11 dal Raldon.

        In riva al Guà, l’A.C. Cologna Veneta di mister Gigi Zuccon e del diesse, il commercia

          a Renato Martinelli, in vantaggio per due reti a zero (Jacopino “Da Todi” Dall’Omo dal dischetto ed Alessio Dal Lago) si fa rimontare dal Real San Zeno Vicenza di mister Crivellaro, crivellando la porta colognese, quella difesa da Olivieri, con il difensore 1993 Giacomo Carlotto e poi con Strobe.

          Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:2008