Archivio: PRIMA PAGINA

2/10/16
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 1^ CATEGORIA (GIR. A) – 4^ GIORNATA

GRANDE IMPRESA DEL BUSSOLENGO, CROZ ZAI DEVASTANTE, IN TESTA SOLITARIO IL PESCHIERA DI BOMBER BIANCHINI. LA GABETTI VALEGGIO ESPUGNA IL “TIBERGHIEN”, IL VALPOLICELLA STORDISCE IL CONCORDIA, ALTRO BEL COLPO SANZENATE
 
Il Bussolengo di “Alex Ferguson” Franco Tommasi compie l’impresa della 4^ di andata del girone “A” di Prima categoria, imponendosi a Isola della Scala contro la Scaligera 1919 di mister Nicola Bertozzo, una delle squadre favorite alla vittoria finale. Lo 0 a 2 dei rossoverdi del presidente Montresor, è frutto delle conclusioni di successo sferrate dal 1997 Davide Oliviero e dal 1993 Nicola Sala, né Claudio, “il poeta del gol” così chiamato dalla tromba granata G.Paolo Ormezzano, né Patrizio, i due “alfieri” del Toro dell’ultimo scudetto (1975-76).
 
Ora, al comando troviamo il Peschiera di mister Roberto Sorio, a 10 punti: gli arilicensi del presidente Umberto Chincarini superano 2 a 1 davanti al loro specchio d’acqua dolce quel Parona che sta comunque godendo un periodo di buona forma (ce ne hanno parlato bene anche mister che in amichevole hanno incontrato i bianco-verdi di mister “baffo” Flavio Marai). Duplice vantaggio arilicense per via dei gol firmati da Odelli e da Matteo Bianchini; al 95’ il gol-consolazione, è opera di Mezzetti. Appena entrato in campo, a rilevare il posto di Varalta.
 
Devastante la Croz Zai del presidente Giampaolo Gaspari, squadra che già in sede di commento abbiamo definito un’ipotetica papabile alla conquista del titolo. I marines di Matteo Menghetti travolgono, 4 a 1, il CastelnuovoSandrà, al termine di una gara quasi a senso unico, con “panzer” Isacco “Newton” Grigoli, il “Dybala dei dilettanti”, “Cobra” Bonato infallibile dal dischetto, Enrico Eller “Pinturicchio” su punizione e con Tony “Renis” Gioia spietato in acrobazia. E, poi, con un “puleggia” Enrico Marchesini, che è l'autentico polmone crozzino. Ah, quasi ce ne scordavamo: per i “castellani del basso lago” di mister Gianni Canovo ha segnato il solo Marcello Gambadoro, prossimo osteopata.
 
Anche il Valpolicella di mister Luca Ponzini, versione “pirata”, compie l’importante impresa, quella di violare il “Manuel Fiorito” di borgo Milano, casa del Concordia di mister Nicola Chieppe: 0 a 2, prodotto dei colpi andati a segno by Daniele Oliosi (su rigore) e da bomber Alessandro Vicentini, ex Burecorrubbio.
 
Seconda vittoria stagionale per i neo-retrocessi dell’A.C. San Zeno Vr del feldmaresciallo Umberto Urbani, classe 1960, e del suo vice classe 1963 Andrea Pellicari: in “busa” finisce 1 a 0 tra la neo-retrocessa, la compagine granata appunto, e la neo-promossa Polisportiva Caselle di mister Omero Polacco. La differenza la fa, mettendo a frutto la più odiosa delle punizioni, Armin Mezildzic, ex Vigasio di Eccellenza e Belfiorese.
 
Quaderni-Pedemonte ed Arbizzano-Pastrengo hanno lo stesso finale, 0 a 0, ma la diversa trama e i diversi contenuti. Più ricca di spunti e di emozioni la prima, più sonno, lenta la seconda. La Gabetti Valeggio di mister Christian Campagnari profana il “Tiberghien”, tempio audacino dei rossoneri di mister Marzio Menegotti: 0 a 2 per i rossoblu del presidente Gianni Pasotto, con reti dell’ex Desenzano “Aldo” Simone Busi e raddoppio su rigore di Salvagno.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:1989