Archivio: PRIMA PAGINA

18/12/16
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. A) – 15^ GIORNATA

IL TEAM SAN LORENZO E’ PER LA SUA PRIMA VOLTA CAMPIONE D’INVERNO. IL CALMASINO E’ IL SUO VICE DIETRO DI UN PUNTO. IL MALCESINE AZZANNA IL PESCANTINA, IL S.MARCO IMBRATTA LA PIEVE, IL LAZISE SGAMBETTA IL CAVAION, SAN PERETTO E BURE DA EXPORT
 
Il Team San Lorenzo Pescantina è, dunque, campione d’inverno. Si laurea dopo essere stato vice per una settimana, sgambettato dalla Polisportiva Consolini, ed oggi ritorna al vertice (“Micat in vertice”, “Risplende in alto” era il motto dei potenti nobili senesi Chigi; i quali hanno dato anche 3 pontefici) in tutto il suo splendore e con tutti i suoi onori e meriti. Fa testo la vittoria per 1 a 2 spuntata al “Montindon”: era anche il derby dei fratelli Zampini (il padre Claudio è il prossimo presidente dei sanlorenziani, Simone gioca nel Team, Alberto nel La Vetta), la battaglia in campo è stata garantita, alla pari delle emozioni a gogò.
 
In vantaggio con una puntura di Mosconi, i lavettiani di mister Alessandro Saiani cadono dopo i colpi inferti da Nicola Gottoli e dall'ex Ambrosiana Paolo Assea. Sono quindi 31 i punti raccolti dal Team San Lorenzo guidato da mister Gian Luca Marastoni, il quale perderà il suo presidente Pietro Zangrandi – che comunque rimarrà a tutti gli effetti in carica fino al 30 giugno 2017 -, il quale deve rientrare, per motivi di famiglia, nella sua Francavilla a Mare (Abruzzo).
 
Il Calmasino è la sua più agguerrita rivale. La insegue a quota 30 punti, frutto anche del colpaccio inferto ieri pomeriggio (1 a 2) a Costermano, in casa della Polisportiva Adolfo Consolini di mister Marco Paroni. Al bianco-verde Nicola Sandrini replica il costermanese clase 1994 Matteo Grigoli, poi, è l'immenso Davide De Carli che “risolleva” i biancoverdi di mister Mario Marai scagliando la palla che termina in fondo al sacco per il trionfo dei “ragazzi del Belvedere”.

Perde l’A.C. Cavaion e scivola dal 1° al 3° posto con i suoi 29 punti: lo infilza (2 a 1) il Lazise di mister Alfredo Brunazzo, nel suo specchio di acqua dolce, anche se erano prima i cavaionesi di mister Moreno Battisti a passare in vantaggio con l’autostrada Riccardo Modena...Brennero. Poi, ecco pronta la remuntada lacisiense, personificata dal solito Tommaso Ronzetti e dall'ex Gabetti Diego Pasetto.
 
Lazise a 27, a braccetto del sorprendente San Peretto del digg' Nicola Righetti, il quale va a vincere, 1 a 2, a Lugagnano, in casa del Real di mister Fabio Di Nicola e di uno sconcertato presidente Sergio Coati. Oltre tutto, i rosso e neri lugagnanesi erano passati in vantaggio con il “Traforo” del “San” Gottardi (Nicolò, classe 1994). Ma, è una doppietta esplosa dal giocatore dalla “giubba rosso e nera”, l’ex F.C. Valgatara Mattia Lavarini (e sono già 11 le sue reti stagionali) a far pendere il piatto della bilancia a favore dei valpolicellesi di mister Cristiano Oliboni.
 
I “leoni rosso e verdi” della San Marco Borgo Milano di mister Emanuele Battocchio sbranano, 2 a 0, a borgo Milano la Pieve San Floriano di mister Massimo Scarlatti. Alfonso Giardino (anche lui a 11 reti) e il bomber ex Team S.Lucia Golosine Luca Bellorio imbrattano con i colori della San Marco la Pieve San Floriano del presidente Giovanni Flora.
 
A Cassone, il Malcesine batte 2 a 1 – la vittoria degli alto-gardesani, lasciatecelo dire, pardon, scrivere, ci sorprende assai! -, il più nobile, il certamente più quotato e velleitario PescantinaSettimo di un super arrabbiato presidente Lucio Alfuso, ancora a quota 21 e per poco nella colonna a sinistra della classifica. In vantaggio grazie all’elettricista e goleador Luca Mantovani, il Malcesine di mister Giacomo Brighenti e del presidente Simeone Casella, si vede raggiunto dal rigore trasformato da Stefano Ferrarese (capocannoniere del girone con 12 reti). Ma, è di Stefano Chincarini, classe ’93, alla fine, la zampata, l’unghiata vincente dei bianco-granata.
 
Il BureCorrubbio di mister Giandonato Di Marzo va a fare la voce grossa, 0 a 1, a Gargagnago in casa dei tricolori di mister Gianni Pierno. Fa letteralmente la differenza bomber Vicentini, che materializza la vittoria in zona Cesarini. Termina invece sul nulla di fatto e su un pareggio incolore (0 a 0) la gara di Rivalta di Brentino Belluno, quella tra l’F.C. Valdadige di mister Stefano Adami e i “falchi della Lessinia” del Sant’Anna d’Alfaedo di mister Rino Sestan e di capitan Damiano Tommasi.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:2003