Archivio: PRIMA PAGINA

8/1/17
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. D) – 16^ GIORNATA

BOVOLONE E POZZO A TERRA, LI SCAVALCA L’ATLETICO SAN VITO. GAZZO, CHE COLPACCIO PER I BOYS! “VILLA” DA SOGNO, ORA E’ 5° ASSOLUTO, TALLONATO DAL LANCIATO SUSTINENZA “PIRATA” A VIGO. ASPARETTO BLOCCATO DAL GIPS, CASTELDAZZANO TRACIMANTE A RALDON, CORIANO, VIOLATO IL “BOTTACINI” DAL CADEGLIOPPI
 
Un girone “D” all’insegna dei colpi di scena da film giallo alla Hitchcok: cadono le due co-regine d’inverno, sia l’A.C.D. Bovolone che l’A.C. Pozzo, ne approfitta, eccome, l’Atletico San Vito Cerea per un’occasione che, se non colta di collo pieno, sarebbe stato da harahiri totale per il gruppo bianco-granata guidato da mister Gian Luca Corso.

Sono ora gli “atletici”, i molto atletici sanvitoceretani a guidare la graduatoria a quota 34 carati; dietro, a -2, gli avviliti Pozzo e Bovolone (32 i punti). L’Atletico San Vito Cerea, proviamo a immaginare, ha avuto le sue per aver ragione (1-0) del Real Vigasio di mister Luca Bortoletto. Ora, il gruppo del presidente Doriano Franzoni effettua il doppio sorpasso grazie a un dejà vù, grazie a un film già visto, quello con protagonista, il classe ’95 Alessandro “Il Grande” Modini, ex Casaleone.

Ad Oppeano, il Bovolone di mister devis Padovani viene sgambettato da quei ragazzi armati di tanata buona volontà, che si chiamano i Boys Gazzo. I maccacaresi di mister Matteo Gobbetti passano grazie allo spunto di “treccine”Austine, un giocatore che a noi, personalmente scrivendo, è sempre piaciuto perché sa destreggiarsi bene in area ed è uno sempre molto pericoloso palla al piede. Boys Gazzo a quota 21, una cifra che alla vigilia della stagione avrebbero blindato in cassaforte sottoscrivendola non due, ma duecento volte.

Altra bella realtà in grande spolvero e in grande slancio per raggiungere subito una quota-salvezza che quest’anno prevediamo sicuramente alta, da vertigini, è il Sustinenza di mister, il nogarese Andrea Bertelli: i “Celeste della Bassa” sono ora a 22 punti, alle spalle del Villabartolomea, ed allo straordinario 6° posto. Ieri, vittoria di 0 a 1 a Vigo di Legnago per i ragazzi di “codino” Paolo Leardini, titolare del Jolly Bar, il locale più alla moda della frazione casaleonese di Sustinenza. Mattatore? Il nuovo acquisto, estate 2016, Alessio Murari, classe ’93.

Il Villabartolomea? Grande, sfavillante la collana di risultati utili consecutivi inanellati dai bianco-neri dell’estremo Veronese: ieri, là da loro, quando in primavera la natura esplode di piante e di rigogliosa vegetazione, cade a terra (3 a 2) il più quotato ed oggi ex capo

    a A.C. Pozzo di mister Giuliano Andreoli. Subito il ’92 Edoardo Maghin e il ’91 Mattia Romani per i bianco-neri di mister Giovanni Ziviani; poi, Federico Passaia (’94) a far capire che in campo esistono anche i pozzani, quindi, l’ex Legnago Salus Federico Malatrasi, classe ‘97 (sì, il figlio di Anselmino, Mino!), infine, in zona di recupero l'inutile rigore trasformato dal pozzano Luca Saoncelli.

    Crolla la lunghissima imbattibilità (quasi 2 anni) vantata dall’”Eraldo Bottacini” di Coriano: i “mulinari granata” di mister Manuel Cuccu vengono superati, 1 a 2, dal rinato Cà degli Oppi di mister Davide Dalla Vecchia, in doppio vantaggio grazie a “Circo” Mattia De Togni e all’ex bonadicense Marco Meneghello da Legnago. Inutile il gol in recupero da parte del corianese, il grande e molto tecnico capitano Massimo Isolan, classe ’89.

    Continuano nel cielo del girone “D” di Seconda categoria a sfilare le stelle filanti lanciate dal resuscitato Casteldazzano: a Raldon i ragazzi di mister Riccardo Adami mettono a segno un’altra vittoria, 1 a 5, utile a respirare aria meno tossica in fondo alla classifica.  E’ lo “Daniele Zambelli day”: Tripletta per l’ex Olimpica Dossobuono, poi, c’è la doppia di G. Bryan De Martiis. Il solo, classe ’95, ex Pozzo Denis Vange

      a per i “ramarri raldonati” di mister Silvio Donadello.

      Asparetto Cerea e Gips Salizzole si spartiscono il bottino: termina 1 a 1, col vantaggio dell’ex Scaligera Andrea Gazzieri per i locali di mister Pippo Crivellente, e la risposta di Nicholas Marzari per il rinato Gips Salizzole (che alla 15^ giornata avevano vinto al “Ghiggia” di Concamarise per 0 a 2)  di mister Giuliano Spadini.

      Al “Roberto Bortolotto”, i “tartari rosso e neri” concamarisani non riescono a riscattare la sconfitta patita all’andata ad Albaredo d’Adige: la sfida termina sul 2 a 2, dopo uno 0 a 0 maturato nel primo tempo, ravvivato solo dai legni scheggiati dai due fratelli Bedoni (Simone e Matteo) e dal palo centrato dal 7 albaretano Nicolò Lapolla (ma, anche Matteo Bastianello e Mattia Ciocchetta hanno scaldato i reni e i guanti del “Dai, raga”, oppure “Direttore!!!”- così a ugola spianata che si sente fin dal sagrato della chiesa - Ermanno Beraldo dalla mitica Valmorsel, sempre seguito dal padre Natalino, mister dei più piccoli del Gips Salizzole).

      La ripresa è più ricca di emozioni e di gol, molto più dinamica, viva e mobile dei caratteristici, molto originali manichini (o spaventapasseri) seminati in tutto il paese di Concamarise ed inneggianti alla festa di Sant’Antonio Abate (davvero una gran bella iniziativa, signor sindaco, e signora Giunta!). Ma, per i “tartari rosso-neri” concamarisani di un sempre anguillesco diesse Simone Guzzo (col cronometro anti-urto) e di un ansioso presidente Paolo Zago – che nel suo continuo e rituale nervoso avanti e indietro, davanti agli spogliatoi e dietro la porta difesa nel primo round da Beraldo, ricorda tanto il Napoleone Bonaparte un mese prima dell’esilio in Corsica – segnano Matteo Bedoni e Michele Bonfante. Un palo interno viene centrato clamorosamente dagli albaretani guidati da mister Gian Matteo Malagnini, del diesse Murari, prima di vedere materializzata la “remuntada”, grazie ai colpi del ’93 Marco Polato e di Andrea Tagliaferro, ex Arcole, classe 1995, in tripudio al 92° minuto.

      Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:1999