Archivio: PRIMA PAGINA

22/1/17
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. B) – 18^ GIORNATA

MOZZECANE A MEZZO SERVIZIO, L’ARES CALCIO SEMPRE PIU’ VICINA ALLA VETTA! IL LUGO NON SI FERMA, NEMMENO IL LANCIATO ALPO CLUB ’98 E L’ATLETICO VIGASIO
 
L’ACD Mozzecane sale agli irti colli di Avesa, ma non riesce a scalarli in maniera vittoriosa. Ed ecco il pareggio numero 3 per i “rosso e blu della Postumia” di mister Nicola Santelli e del presidente Paolo Giavoni. Il match in casa dei rosso e azzurri di mister Michael De Santis termina sul nulla di fatto sia in fatto di emozioni che in fatto di reti. Pioggia solo di cartellini gialli, a dimostrare un certo qual nervosismo che è serpeggiato soprattutto in chi deve fare gioco e sua la gara. Ma, diceva il buon Alessandro Manzoni, non si può mica portare la croce e cantare!

Ed allora ecco sempre le “penne…Mozze” in testa non al cappello dei bersaglieri – anche se il loro passo è da fanfara e da ottoni; con majorette magari! – ma, al girone "B" di Seconda categoria, quello definito “anomalo”, “strano” dal mister degli aretini Doriano Pigatto, detto “Ghepardo”, originario di Nogarole Rocca, lì non tanto lontano dal Mozzecane, eh. Tra i mozzecanesi, assente Matteo Signoretti: in campo, invece, suo cognato, il laziale Fabio Calndrelli, felice padre di tre pargoletti.

ACD Mozzecane a quota 45, Ares Calcio Vr secondo a quota 41, ma con una gara ancora da recuperare. Gli aretini viaggiano a marce alte anche sul parrocchiale di Santa Maria di Zevio, dove si impongono con uno squillante 1 a 4 contro la Nuova Cometa. Doppia del Conte della Mambrotta, Francesco Pellegrini, poi, Francesco Paiusco, quindi, Francesco Montolli con la complicità del portiere della Nuova Cometa Arrigo Zinelli. Per i doriani di Raldon della Nuova Cometa di mister Cristian Cordioli ha fissato la bandiera del “ma, ci siamo anche noi!” il preciso rigorista Alberto “Damiano” Cunego, classe ‘95.

Non s’incanta il Real Grezzana Lugo di mister Antonio Ferronato: sul sintetico di Lugo, batte 3 a 1 gli “scoiattolini” corbiolesi sguinzagliati da mister Paolo Mainente, ora quart’ultimo a quota 14 a braccetto dell’u.s. Cadore. In vantaggio, però, i bianco-granata di Corbiolo grazie a “Masaniello” Manuel Masenelli, classe ‘95; poi, è tutto Lugo, col ’94 Thomas  Pollinari, il ’91 Mirco Benedetti e con il classe ’93 Christopher Taffarel al poligono, dove scaricano colpi che centrano il massimo bersaglio.

In rampa di lancio dei play off un ruolo importante lo giocherà, da qui alla fine del campionato, anche l’Atletico Vigasio di mister Adelchi “Sandokan” Malaman: ieri 2 a 0 per i ragazzi del presidentissimo Gianfranco “baffo” Pozza a spese dell’U.S. Cadore di mister Ruggero Napoleone, messo…da una Parte... dai biancazzurri, cioè agli angoli del ring dai più quotati vigasiani. Fa tutto l’ex Scaligera Clement Aierhienbuwa; tutt’altro che clemente…e sotto rete e davanti agli occhi imploranti indulgenza plenaria dell’estremo difensore cadorini Pietro Francesco Masè.
 
Stesso discorso fatto per l’Atletico Vigasio vale per l’Alpo Club ’98, ritornato sulla retta via dei successi: ieri, i rosso e neri di mister Stefano Ferro hanno impallinato per 2 a 1 lo Sporting Scaligera Lavagno di mister Ivan Benin. Giosuè “Carducci”, lo “storico ed eroico” Debattisti e l’ex difensore real-vigasiano Matteo Mirandola per gli alpesi del presidente e trattore dell’omonima locanda Carlo Parolin; il 1991 ex Lessinia Mattia Baltieri, invece, per i lavagnesi del giovane presidente Samuele “Bersani” Tosi.

Infine, tre pareggi tutti identici perché terminati sull’1 a 1. Partiamo da Lessinia-Olimpia Ponte Crencano, dove arriva (ma, già era successo domenica 15 gennaio c.m.) mister Massimo Burato (ex Albaronco): il “club della stella alpina” guidato dal presidente Matteo Guglielmini è costretto a raggiungere il pari a tempo abbondantemente scaduto, e cioè al 95° minuto con John Promise, classe ’96. Per i “geniali pontieri” di mister Manuel Pauciullo aveva gioito Gabriele Gantes.

In zona Sacra Famiglia, la Primavera dell’”Admiral” Lino Bassan – mastro pavimentista – passa momentaneamente in vantaggio per 1 a 0 sui “draghi rossi” del BorgoPrimomaggio di mister Signoretto grazie al guizzo del commercia

    a Gabriele Franchi, classe 1988, ex Negrar. Ma, è il borgotaro Nicolas Torni a togliere la soddisfazione e i punti in bocca (non nel palato, eh: quelli fanno davvero male!) al “club delle 11 rondini. Che pigola a quota 12 punti, alla pari con il Lessinia.

    Il Real San Massimo di trainer Nereo “Rocco” Gazzani prova a limare lui la Polisportiva Rosegaferro di mister Simone Mirandola: gli va bene quando esulta l’ex Team S.Lucia Golosine Michele Poggiani, ma i “rosso-blù della Postumia” hanno una rabbiosa reazione pareggiando i conti con l’ex Povegliano, il classe 1995 Tommaso Garbujo. 

    Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:2009