Archivio: PRIMA PAGINA

12/2/17
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 1^ CATEGORIA (GIR. B) – 21^ GIORNATA

CENCI (ZEVIO) TOGLIE LA GIOIA DELL’ALLUNGO TREGNAGHESE. VALDALPONE “CINTURATO” E RAGGIUNTO DAL COLOGNA (2-2), PRIMO KO PER L’ALBARONCO AL “TIZIAN”, DOMENICA “GRASSA” PER BEVILACQUA E ISOLA RIZZA, S.GIOVANNI ILARIONE E CASALEONE “CORSARE”
 
E’ una conclusione da un milione di dollari del classe 1988 Davide Cenci, un inesauribile esterno d’attacco prima al servizio dell’A.C. Lugagnano, a negare all’A.C. Tregnago, sceso ieri pomeriggio alla “Bonbonera” zeviana, di allungare ulteriormente il passo sulle dirette inseguitrici. L’1 a 1 di Zevio (Enrico Dalla Mura Bosio,ex audacino classe 1996, avesa segnato all’inizio per l’undici di mister Antonio Bogoni) mantiene comunque in vetta al girone “B” di Prima categoria gli alto-valligiani giallo e blu del presidente Gabriele Rizzin, ora a quota 41 punti.

Molte le lamentele giunteci in redazione da parte di sostenitori dell’SSD Valdalpone di mister Salvatore “Totò” Mantovani: la trasferta di Cologna Veneta - terminata sul punteggio di 2 a 2 – lascia strascichi molto polemici tra chi si sente doppiamente beffato – i montecchiesi – perché in vantaggio di due reti (Emilio “Eliseo” Brunazzi e Filippo Menini) e perché ben “cinturato” (usiamo un eufemismo), la sponda monscledense, appunto.

Bastano, ed avanzano, questi due messaggi pervenutici via sms per fotografare la rabbia dell’attuale vice-regina a 39 punti (2 in meno rispetto al Tregnago), l’SSD Valdalpone, appunto: “Botte dal primo al 90° minuto”, ed ancora “botte da orbi, con Lorenzi e Brunazzi che escono a pezzi dal campo. Al momento del pareggio del 2 a 2, comportamento antisportivo, con atti osceni del guardalinee”. Non faranno certamente testo questi sms, ma il rapporto stilato dall’arbitro a fine gara. Per la cronaca, i “giallo e blu del mandorlato” guidati da mister Salvatore Di Paola sono riusciti a pareggiare grazie a bomber Fabio Sinigaglia e ad Alessio Dal Lago, classe 1987.   
 
A.C. Cologna Veneta quarto a 36 punti, a -2 dall’Albaronco, ieri alla sua prima sconfitta stagionale al "Renzo Tizian" di San Bonifacio. La Pro Sambo di mister Marco Burato, infatti, ha vinto per 2 a 0, concretizzando la manovra offensiva nella ripresa, quando prima il classe 1997 Francesco Fattori  (l’aitante ex Juniores locale nonché figlio di Claudio) e poi Antony Gambin sorprendevano il forte portiere Afyf. Giornata-no, diremo quasi terapeutica, taumaturgica per gli albaronchesani di mister Davide Mazzo, perché il campanellino d’allarme del primo dispiacere stagionale è suonato alla vigilia del match clou in programma domenica prossima 19 febbraio all’”Antonio Perlato” di Tregnago.
 
Quinto, a 35 punti, è il San Giovanni Ilarione di mister Omar Lovato, ieri vittorioso per 0 a 1 in casa dell’ormai quasi già retrocesso Sossano Villaga Orgiano. Si brinda con del…Chiarello, perché a fare la differenza è stato proprio Francesco, classe 1996, ex Chiampo. E’ giornata da tracciare, da evidenziare bene nel calendario di famiglia per Gianni Vicentini, presidente dell’Asparetto Cerea Sud, e padre di Mattia, titolare degli isolani larghi vincitori contro i bianco-neri poianesi. Massimo Mantovani, infallibile rigorista nella gara vinta in riva al Piganzo dagli isolarizzani di mister Stefano Sacchetto contro la Juventina Valpantena di “Freud” Andrea Scardoni. 3 a 0 per i biancazzurri del massimo dirigente Giorgio Mantovani, con doppietta realizzata da Michel Visentini, classe 1991.

Doppia festa, perché Vicentini aveva lasciato alla fine del primo round di gioco il suo Asparetto sul punteggio di 3 a 0 (punteggio, fatalità, finale di Isola Rizza) ai danni del Concamarise (gara poi conclusasi sul 5 a 1 per gli asparettani), e doppiamente in festa perché tra i marcatori del team guidato da Pippo Crivellente figura anche l’altro suo figlio Manuel, suo collaboratore nell’avviata carrozzeria in Bovolone.

Andrea Baraldo da Ronco all’Adige, il “Garella dei dilettanti”, compie il miracolo di neutralizzare il penalty assegnato al 91mo al Valtramigna Cazzano di mister Mariano Zenari e calciato da bomber Christian Turozzi, e il suo Casaleone può uscire dalla tana dell’”Emilio Steccanella” con i 3 punti dell’1 a 2 maturato tra quelle dolci colline puntellate ora da vigneti ora da ciliegi. A Cazzano di Tramigna Christian Turozzi, “Il gol è di casa”, aveva illuso Pierre Tramini e soci: ma, non aveva fatto ancora i conti con l’oste di turno, quel Casaleone di mister Gianni Letteriello, che prima pareggia con il 1994 Andrea Isolani e poi aziona la freccia del sorpasso con bomber Luca Pasquali.

SanguinettoVenera e Boys Buttapedra pareggiano 1 a 1; Francesco Girardi indica per i “venerabili” di mister Alessandro Roveda la stella Cometa della vittoria, ma, è il buttapietrese Marco Negri, classe 1992, a negargli il bottino pieno (commento e foto della gara in ultim'ora). Il Bevilacqua sorseggia un buon bicchiere di acqua potabile perché supera nel suo parquette per 4 a 0 l’Union Sportiva Alte Ceccato. Per i ragazzi del trainer soavese Adriano Laperni, doppietta di Giacomino Bissoli, classe 1987 (anche su rigore), autorete del vicentino Tovo, e poker griffato dall’ex Juniores Nazionale del Legnago Salus, Fabio Olivieri, classe 1995.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:1999