Archivio: PRIMA PAGINA

12/3/17
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI PROMOZIONE – 24^ GIORNATA

L’U.S. PROVESE SI CUCISCE META’ SCUDETTO SUL PETTO: ORA IL S.MARTINO-SPEME E’ A -11! LA CAVALPONICA FERMA LA RIVELAZIONE-CADIDAVID, IL SONA E’ BEL 3° DAVANTI AL GARDA, CHE NON MOLLA. LA POL. VIRTUS VERSIONE BIROLI OSCURA L’ALBA, IL DOSSOBUONO MARAMALDEGGIA A POVEGLIANO, ALTRA VITTORIA-SPERANZA PER IL NOGARA. “EL LUGA” FA 30 CONTRO IL S.G.LUPATOTO

Più che la testa – oramai assegnata meritatamente a chi ha fatto l’andatura da sempre – interessa di più la coda del girone “A” di Promozione. I rosso e neri della frazione di San Bonifacio del presidente Franco Chilese sono ora a +11 tacche di vantaggio sul San Martino-Speme, arrestato ieri in riva al suo Fibbio per 0 a 3 dal Sona di mister Zoccatelli. La Provese di mister Giovanni Orfei va a prendersi altri 3 punti a Caprino, già sconfitto sette giorni prima dal Nogara. E’ dell’ex Team S.L.Golosine Matteo Soave il tiro dei 3 punti che manda in solluchero Simone Dal Degan, “mister 500 partite” e soci.

62 sono i punti della Provese, 51 quelli del San Martino-Speme, affondato dalle fiocine fatte scattare dai sonesi Andrea Cipriani, Marco Marchesini  (promettente ragazzo del 1999) e Fochesato. Sona terzo a 43, un punto in più rispetto all’A.C. Garda di mister Matteo Fattori, ieri alla vittoria sul lago contro l’F.C. Valgatara di mister Armando Corazzoli e del presidente Paolo Megarese col minimo sforzo che produce il massimo: 1 a 0 e match winner è il suo giocatore più prestigioso, Geronimo Soares, ad una decina di minuti al termine e direttamente dal dischetto.

L’A.C. Lugagnano dello skipper costermanese Luca Mancini (ex giocatore del Chievo) si becca un bel 30 (sono i punti!) in pagella: al “Guglielmi” piega il braccio della resistenza oppostogli dalla matricola San Giovanni Lupatoto guidata da mister Lucio Manganotti. Per i giallo e blu del presidente, l’avvocato Gianni Forlìn, e del diggì Gianluca Campedelli, firma la doppia Maicol Bonetti. Padovani la caccia dentro anche lui per i lupatotini del presidente Daniele Perbellini, ma è solo alla fine il gol del 2 a 1 della magra consolazione dei bianco-rossi.

L’Aurora Cavalponica di mister Loris Boni mostra capacità reattiva quando va sotto, in casa propria, di un gol (quello firmato per i bianco e blu ospiti cadidavidesi da bomber Alberto Menini), contro la squadra-rivelazione – quella costruita dal trainer di Marchesino, Fabrizio Sona -, l’A.C. Cadidavid del giovane isolarizzano, Alessandro Olivieri, classe 1999 ed alla sua sesta presenza. Per i cavalponici, rimonta effettuata dalle conclusioni di Andrea Mileto e di Marvin “Hagler” Favalli (capocciata vincente, la sua!).

Altri 3 punti preziosi per la sua corsa verso la salvezza – o come ha detto il presidente Andrea Martini, per un posto nei tiepidi Tropici dei play out -, quelli ottenuti dal Nogara di mister Walter Bampa, l’unico che conosce la piazza, gli umori, le attese e le risorse giovanili degli “ussari del Basso Tartaro”. Netto 0 a 4 sul sintetico di Grezzana, dove i nogaresi in questi ultimi 3 anni avevano in tutto spuntato soltanto un punto. Nella goleada biancorossa spicca la doppia dell’ex fioraio mantovano “Cece” Cesare Borghi (freddo anche dal dischetto), poi, gli assoli emessi a squarcia gola da “Sambuca” Molinari (con baffetti alla Zorro, più o meno spuntati) e l’ex Dak Corradini, arrivato con Andreas Sbuciumelea e lo stesso bomber Borghi  sul carretto di Santa lucia a dicembre.

Vittorie esterne anche per due fameliche di punti e per due compagini che di recente hanno deciso di cambiare nocchiero, timoniere: la Pol. Virtus Borgo Venezia di mister Matteo Biroli e l’Olimpica Dossobuono di mister Alessandro Montorio. Per i polivirtussini 1 a 3 all’”Esterino Avanzi” di borgo Roma, con largo vantaggio decretato dai centri azzeccati dal difensore 1990 Marco De Boni, dal 1996 Mattia Fracasso e da Padoan. Per i borgo-romani di mister “Mou” Mario Colantoni, il quale può solo consolarsi con il 7 a 1 della sua amata Inter riportato a “San Siro” ieri pomeriggio a spese dell’Atalanta, fissa sul terreno la bandierina bianca “Lollo” Lorenzo Baraldi. Giallo-rossi rionali del diesse Mauro Annechini, i quali vorrebbero restare in Promozione (e siamo convinti che tenteranno anche l’impossibile!) per il 13mo anno consecutivo.

Boccatona di ossigeno per l’Olimpica Dossobuono del presidente Rinaldo Campostrini e di mister Alessandro Montorio: 0 a 3 in casa di un Povegliano di mister Marco Pedron, matricola che, forse, ha già la testa ai Tropici, dove festeggerà la sua salvezza. Per i giallo-rossi dossobuonesi vanno a bersaglio l’ex Ambrosiana Niccolò Esposito (1997), Grigore Plamadeala (classe 1995, ex audacino) e “Rooney” Maichol Aliperti. 

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:1999