Archivio: PRIMA PAGINA

19/3/17
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 1^ CATEGORIA (GIR. A) – 25^ GIORNATA

AD ARBIZZANO E' FINALMENTE AUDACE! IL QUADERNI STINGE LA CROZ ZAI E IL S.ZENO VR E’ ORA A -5. TERZO “EL PEDE” CHE AFFONDA LA SCALIGERA. IL CASTELNUOVO VINCE A VALEGGIO, IL CASELLE DICE 33 DOPO AVER SPENTO IL PGS. PASTRENGO DA 30 E LODE DOPO AVER BATTUTO “EL BUSSO”
Girone “A” di Prima categoria, che vive dei piccoli alti e bassi fatti registrare da un po’ tutte le papabili al titolo, ora anche dall’ancora bella capo

    a Croz Zai. I “giallo e blu di via Lussemburgo” di mister Matteo “doppia voce” (immaginiamo molto rauca ieri sera) Meneghetti cadono in Postumia, scarabocchiati per 2 a 1 dalla originale Pol. Quaderni, capace di qualsiasi risultato. Per i nero-verdi dello skipper arilicense Luca Righetti  fa la differenza la doppia realizzata da Marco, io…vi faccio… Secchi. Doppietta in rimonta, a seguito del gol-illusion realizzato dal “fenomenale” Francesco Gasparato.

    Crozzini, ciononostante, ancora ben saldi al comando a 49 punti, 5 in più rispetto al primo degli inseguitori; che ora è l’A.C. San Zeno Vr di mister Piergiorgio Troccoli. Ieri, i “granata della busa” si sono imposti per 2 a 3 a Peschiera. Gli arilicensi di mister Vasco Guerra erano passati in vantaggio con l’ex granata e centro-boa di pallanuoto Michele Rigo. Poi, doppia dello straordinario Armim Mezildzic, vera rivelazione sanzenate di quest’anno, e non capiamo ancora perché la Belfiorese si sia privata di un bomber così forte e prolifico. Poi, per gli arilicensi del presidente Umberto Chincarini Luca Domenegoni (centrocampista del 1984), quindi, è il neo-entrato, nonché redivivo, bomber Davide Gentilin (classe 1979) a decidere da quale piatto della bilancia deve risultare il verdetto finale.

    Terzo a quota 42 punti il Pedemonte, autentica rivelazione di questo campionato. I bianco-rossi pedemontani allenati da Stefano Modena e da Giorgia Brenzan superano, 1 a 0, al  “Paolo Maggiore”, una Scaligera di mister Nicola Bertozzo che convince sempre di meno sul piano dei risultati. E che dai quartieri alti, dove si era arroccata, ora è scivolata a centro classifica con i suoi 36 punti. E’ Luca Ferrari il mattatore del Pedemonte, al suo 13° sigillo stagionale in maglia biancorossa.

    Pedemonte atteso domenica prossima alla trasferta di Castelnuovo del Garda, in casa dei nero-verdi di mister Fabrizio Gilioli, ieri, “corsari” per 0 a 2 in riva al Mincio, all’altezza di una Gabetti Valeggio ultima in classifica e quasi matematicamente retrocessa (è a 13 punti, sopra di lei gravita l’Audace calcio, a quota 25 punti). Per i “castellani del basso lago” del presidente Luca Sandri un gol per tempo: a firma di Zocca e dell'ex Chievo Riccardo Rossi.

    All’”Aberto Tosoni” di Caselle si fermano le speranze d’inseguimento alla capo

      a da parte del Pgs Concordia Borgo Milano di mister Nicola Chieppe, ieri orfano del suo tottiano Mario D’Aleo, alle prese con l’influenza. Per i giallo e blu guidati dal trainer pescantinese Alberto Pizzini fa la differenza il bomber paraguagio Cristian Molas. Il quale la caccia dentro all’inizio della ripresa. In bocca al lupo per bomber Giacomo Pitondo, il quale ha riportato la fuoriuscita della rotula, per un infortunio che gli costa lo stop di questo campionato, ma assolutamente non l’addio al nostro calcio (in bocca al lupo, Giacomo!) di un bomber davvero gentleman!

      Altra vittoria rinfrancante per questo Pastrengo che non ha mai deciso di offrire il suo lato più bello fino ad ora: all’ombra dei suoi forti austroungarici, 2 a 1 dei “carabinieri con gli scarpini” di mister Paolone Brentegani a spese di un Bussolengo, divenuto ora terz’ultima realtà del campionato a 26 punti e quindi in zona piena dei bollenti play out. In pratica, il Pastrengo era costretto alla gara della vita per lasciare dietro di sé una seria concorrente ad evitare l’appendice estrema, ulteriore del Torneo. Doppio vantaggio pastrenghese, con Jadid e l’ex casteldariese Alessandro Segala; poi, il difensore 1997 Sergiu Postolachi per il tentativo – non riuscito! – di rimonta da parte dei  rosso-verdi di mister “Ferguson” Franco Tommasi.

      Il “derby della Valpolicella”, quello tra il Parona di mister Flavio Marai e il Valpolicella non sortisce vincitore: la disfida termina sull’1 a 1, con botta del bianco-verde paronese Andrea Spada, classe 1991, e risposta di Nicola Vicentini per i biancazzurri di mister Luca Ponzini. L’Audace calcio di mister Lucio Merlìn va a vincere per 0 a 2 in casa dell’Arbizzano del collega panchinaro Ivo Castellani. Tutta nella ripresa la marcatura audacina, a cura dei realizzatori il classe 1995 Davide Marchetto e il 1989 Massimiliano Perigozzo. Audacini, prossimi avversari al “Tiberghien” della capo

        a Croz Zai del presidente Gianpaolo Gaspari, e rosso-neri della famiglia Purgato ora penultimi a 25 punti, una tacca in meno rispetto al Bussolengo e 4 rispetto alla coppia Pastrengo-Peschiera.  

        Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:1994