Archivio: PRIMA PAGINA

13/4/17
IL PUNTO SUL GIRONE "C" DI SERIE D – 31^ GIORNATA

VIGASIO RAGGIUNTO DAL BELLUNO (1-1). LEGNAGO E VIRTUS CALANO IL TRIS
 
Si è giocato ieri al "Gavagnin-Nocini", nella 31^ giornata del girone C di serie D, una sorta di spareggio per un posto ai Play Off fra la Virtus Verona di mister Gigi Fresco e l'Arzignanochiampo del collega Paolo Beggio, una partita spettacolare e combattuta già dal fischio d'inizio e che ha visto al 4' gli ospiti passare in vantaggio con l'ex Raphael Odogwu, bravo ad approfittare di una dormita generale della difesa e a trafiggere Sibi. La Virtus però reagisce subito e al 16' è fortunata quando un cross di Enrico Peroni viene deviato dal vicentino Luca Bertoldi nella propria rete per l'1 a 1 rossoblu. Superata la mezz'ora la Virtus opera il sorpasso ai danni dei vicentini: su un rilancio dalle retrovie è volocissimo Mensah liberarsi dei difensori e battere di testa Kerezovic in disperata uscita. Sarà ancora Davis Mensah ad inizio ripresa a segnare il terzo gol rossoblù su calcio di rigore. L'Arzignano non ci sta ed attacca ma è la Virtus ad andare vicina al quarto gol ancora con Peroni che coglie un clamoroso palo. Al 90° un'indecisione di Sibi regala la gioia del 3 a 2 a Marco Roveretto (altro ex rossoblu) che ridà speranza ai vicentini. Nel recupero però non succede più nulla e la Virtus incassa altri tre punti importantissimi in ottica Play Off. Rossoblu sempre al 4° posto con 50 punti sempre davanti all'Abano salito a 49 dopo aver liquidato il Tamai 1 a 0, l'Arzignano rimane sesto a 43 punti ma viene agganciato dal Belluno che ha pareggiato a Vigasio.

Vigasio che non è stato capace di mantenere il vantaggio iniziale e che alla fine si è dovuto accontentare dell'1 a 1 contro un buon Belluno. Biancazzurri che hanno esonerato mister Sauro Frutti dopo solo tre gare richiamando in panchina mister Vincenzo Cogliandro. La squadra locale del presidente Cristian Zaffani era partita bene andando in vantaggio al 33° minuto con Francesco Casolla che riceve un bellissimo assist di Pippo Guccione e dopo aver saltato il portiere ospite deposita in rete. Il Belluno, ottima squadra, tiene il pallino del gioco per buona parte della gara e nella ripresa trova il gol del pareggio con l'ex Legnago Marco Farinazzo che al 75° insacca di testa da sottomisura. Pareggio che fa infuriare la tifoseria locale perchè scaturito da un fallo laterale che era a favore del Vigasio ma assegnato erroneamente dal guardalinee agli ospiti. Delusione per i "Guerrieri del Tartaro" a fine gara per i tre punti mancati, ma sollevati dal fatto che il Campodarsego nel finale sia riuscito a ribaltare il risultato contro l'Altovicentino (2-1) che era stato in vantaggio fino a pochi minuti dalla fine. I biancazzurri guadagnano un punto anche sul Calvi Noale, sconfitto 1 a 0 a Montebelluna, e sul Tamai, caduto 1 a 0 ad Abano.

Sempre molto accesa ed incerta la lotta salvezza con il Legnago di mister Orecchia che si chiama momentaneamente fuori dalla zona play-out vincendo 3 a 0 al "Sandrini" contro il fanalino di coda Vigontina. Vittoria firmata dai suoi bomber Zanetti e Formuso (entrambi a 9 gol) e Barone (al suo 11° gol) e che vendica la beffarda sconfitta dell'andata per 3 a 2. Al 15' Legnago in vantaggio: Villanova serve sulla fascia destra Zanetti che sul filo del fuorigioco scatta puntando di sinistro Pregnolato e scaricando con il destro il pallone sotto la traversa. Al 27' Vigontina pericolosissima con un gran tiro di Pelizzer che si stampa sull'incrocio dei pali, poi con lo stesso giocatore che con un rasoterra non inquadra la porta al 29' e si ripete poco dopo. Nella ripresa mister Andrea Orecchia rinforza la difesa schierandola a cinque uomini con Chiarini per frenare l'offensiva della Vigontina. Il raddoppio del Legnago al 17' con un'incornata di Barone su traversone di Viviani. Gli ospiti sono pericolosissimi al 20' con un gran rasoterra di Santoni che Bala blocca. Al 42' il 3 a 0 del Legnago con un rasoterra di Formuso servito da Tresoldi. Adesso ancora tre gare per i biancazzurri. Il 23 aprile ad Este, il 30 aprile a Legnago con l'Arzignano il 7 maggio chiusura a Valdagno contro l'Altovicentino.

Le altre partite in programma hanno visto il 3 a 3 nel big match Mestre-Triestina, con i veneziani che si sono fatti recuperare il 3 a 0 dagli alabardati di mister Andreucci. Il Cordenons perde 1 a 0 in casa contro l'Este e la Carenipievigina viene travolta 4 a 0 fra le proprie mura dall'Union Feltre. Dopo la sosta di Pasqua si riprenderà domenica 23 aprile con Este-Legnago, Tamai-Virtus e Vigasio-Mestre. Sempre accesa la lotta salvezza che vede invischiate almeno 8 squadre dalla nona (40) alla terz’ultima posizione (31), tutte racchiuse in soli 9 punti a tre gare dalla fine. Il Vigasio è quint'ultimo a 34 punti mentre il Legnago è ora 12° a 37 punti. Il vetta al girone c'è sempre il Mestre con 76 punti davanti alla Triestina a 67 punti. Si mantiene al terzo posto il Campodarsego salito a 55 punti, bene la Virtus Vecomp che mantiene il 4° posto con 50 punti davanti all'Abano, 5° a 49 punti, sesto l'Arzignano a 43 punti raggiunto dal Belluno.

La redazione di www.pianeta-calcio

Visualizzazioni:2000