Archivio: PRIMA PAGINA

28/8/17
IL PUNTO SULLA COPPA ITALIA DI ECCELLENZA - 1° TURNO

TEAM S.LUCIA, CHE RIMONTA, PROVESE CHE KO!

Le aquile bianco e blu del Team S.Lucia Golosine nell’impianto di via Sant'Elisabetta rovescia come un calzino quel verdetto che pareva subito bocciarla al primo turno di Coppa Italia. E, il gruppo guidato dal “richiamato” Marco “ricciolino” Tommasoni lo fa affidandosi al bomber caldierese Emilio “Eliseo” Brunazzi, 30 anni in autunno. Doppietta per l’ex SSD ValdalponeRoncà, che a fine luglio scalpitava dalla rabbia di non poter vedere nemmeno la Promozione per non essere stati i moncledensi  ammessi al meritato Torneo di Promozione. Bravo il dirigente biancoblu Ivano Belligoli a convocarlo in via S.Elisabetta, a tastarne il grande furore, la grande voglia non dico di militare in Eccellenza subito, ma, di scalare almeno una categoria  superiore alla oramai stantia, stretta Prima categoria.

Ed Emilio tira fuori da uno dei suoi tre atelier di alta moda il frac, lo indossa e ringrazia la scelta operata dai rionali su di lui con una fantastica doppietta, la quale scavalca il vantaggio di un Vigasio di mister Manini “made in Mantova” e in provincia (Governolo). Il Team era passato in vantaggio grazie alla doppietta imbracciata ed esplosa da uno dei suoi giocatori più rappresentativi perché cresciuto nel vivaio delle aquile: ci riferiamo a Riccardo Olivieri, figlio del dirigente Walter. Il virgiliano Filippo Morselli (99), imitato poi da Angelo Zanotti e da Gabriele Zamboni azionano la freccia del sorpasso da parte dei “Guerrieri del Tartaro” del mantovano coach Manini, ma soprattutto  del presidente nonché “uomo-Ford”, Cristian Zaffani, da anni al verice di una piramide societaria che conta sull’affiliazione di ben 13 sponsor inossidabili da 15 anni di seguito. Un Vigasio, che di giocatori veronesi o vigasiani ne ha davvero pochi, infarcito com’è di tanti calciatori mantovani. Anche gli Juniores d’Elite sono della terra cara a Virgilio.

Il Villafranca di mister Alberto Facci con un’artigliata velenosa sferrata da Nicolò Marangi – il bomber che sotto rete si…arrangia… - dà il primo dispiacere al Sona del coach Gigi Possente (era il super ex di turno!) salito in Eccellenza grazie al prelievo del titolo fatto nei confronti del Cerea di Doriano Fazion. Stesso risultato di 1 a 0 arride ai vicentini del Montecchio di mister De Forni, il quale mette nel fornetto a micro onde… la super Provese di mister Giovanni  “Circo” Orfei e del potente artigiano metalmeccanico Franco Chilese. E, lo fa grazie al gol messo a segno da Tresso.

Debutto in Coppa col botto per la Belfiorese del nuovo trainer Roberto Maschi da Caldiero: 2 a 1 al Valdagno del collega Lelj, frutto dell’uno-due timbrato Franco Ballarini-Volpara (per i lanieri firma il gol-consolazione Zanin). I bianco-azzurri del basso Adige, altezza Porcilana, saranno la squadra da battere, pur avendo rivoluzionato il necessario per essere altamente competitivi.

Un’autorete di Corbo, della matricola San Martino-Speme, frutta il successo interno del Caldiero del riconfermato trainer Roberto Piuzzi. I “termali” del presidente Filippo Berti vengono dati dai book makers tra i papabili alla conquista della serie D: lo testimonia la presenza dell’ex Legnago Mattia Falchetto; che ben giostra tra il “Conte” polesano Giovanni Guccione e il minerbese barbuto Mattia Pauletto.

Il “rinnovato” Bardolino di “kaiser” Matteo Fattori (non c’è più in panca il pastrenghese Beppe Brentegani) rifila tre pappine a una all’F.C. Valgatara del nuovo acquisto, il “guerriero” (ex lupatotino) Yao Doria. Alberto Filiciotto, Salvatore Ciadamidaro e Comencini: ecco i frombolieri lacustri. Autorete di Sané, invece, per el “Barça della Valpolicella” del nuovo condukator Jody “Scheckter” Ferrari.
 
Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:2043