Archivio: PRIMA PAGINA

11/9/17
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. B) – 1^ GIORNATA

PICCOLO…COLPACCIO AUDACINO, IDEM PER LA NUOVA COMETA, IN CIMA ANCHE IL CADORE, SORRIDONO REAL S.MASSIMO E SCALIGERA LAVAGNO
 
Audace calcio, allenata da Matteo Meneghetti, il mister delle tre promozioni che hanno portato l’U.S. Croz Zai dalla Terza in Promozione, e la Nuova Cometa del collega Cristian Cordioli insaccano i 3 punti più l’importanza metafisica del colpaccio messo in banca fuori casa. I sanmichelati vanno a far la voce grossa in casa del Casteldazzano del riconfermato coach Riccardo Adami, fautore sempre di un bel gioco impartito alle sue squadre e l’anno scorso, inserito con i biancazzurri castellani  nel girone “D” della Bassa; e lo fanno col “rapinatore”, il partenopeo Nicola Piccolo (il cui padre è molto amico del trainer milanista Vincenzo Montella), ex Ares Calcio Vr ed ex Croz Zai. La Nuova Cometa, invece, va a trionfare in riva al Mincio, all’altezza di Valeggio: 0 a 2, con la bella doppietta di Nicolò Prolunghi, classe 1995.

Vittorie rotonde e casalinghe per il Real San Massimo del coach Gregory Donadel e per l’U.S. Cadore. I nero-verdi rionali superano per 3 a 1 l’Ares calcio Vr non più guidato da Doriano “Il Ghepardo” Pigatto, ma da mister Ferrari. Per gli aretini segna il gol della magra consolazione il neo-entrato al posto di Piccoli, Martini; Pastorello, Bresciani, e il neo-entrato Cusini (al posto di Fanigliulo) gridano “gol!” per il Real San Massimo, non più guidato da Nereo Gazzani.  Da notare che tutti e 3 i realizzatori sanmassimini l’anno scorso non figuravano nella “rosa” neroverde fino a dicembre 2016.

A Ponte Crencano, all’altezza delle piscine “Santini”, l’U.S. Cadore di mister Ruggero Napoleone precipita addosso all’OlimpiaPonteCrencano, facendolo crollare (0-2).  Nei “geniali pontieri” di mister Michael De Santis mancava la punta Pietro “Sheva” Bellè, ma ritrovava il compagno d’attacco Luca Rossetto, tornato a rinverdire la premiata ditta del gol, formata due stagioni fa proprio con Bellé. Per i cadorini nero-verdi, in rete ci vanno il 1996 Riccardo Spano e il bomber classe 1995 Nicolò  Busola.

La Scaligera Lavagno piega con l’asciugamani, 2 a 1, la Pol. Rosegaferro di mister Simone Mirandola (riconfermato) e del diesse Alberto Ruzzenente.
Per i lavagnesi del fidelizzato fantino Ivan Benin e del presidente Samuele “Bersani” Tosi vanno in buca Zenatti ed Andreoli, costui su rigore. Tommaso Garbujo, invece, per i “rosso-azzurri della Postumia”.

2 a 2 tra l'Alpo Club ’98  di mister Stefano Ferro (lo stesso dell’anno scorso in sella ai rosso e neri) e la matricola SommaCustoza del presidente Moreno Trevisani e della rinnovata fiducia data a mister Hector Rodrigo Garçia. Il difensore, classe 1991, Gioele “Hi fy” Antolini e il 1995 Mirko Adami la cacciano dentro per i “tamburini sardi”, Lorenzo Mailli e l’appena entrato (al posto di Francesco Derossi ) Giosuè “Carducci” De Battisti, classe 1995 ed ex Real Vigasio, invece, per quelli del Club più esclusivo della 2^ categoria veronese.

Al “Monterotondo”, i “draghi rossi” borgatari di mister Tiziano “Titti” Salvagno sono costretti a rincorrere il gol della Primavera, allenata dal coach Sartori, realizzato da Marco Albertini. L’impresa, per i ragazzi del diggì Enrico Sgreva, riesce grazie alla felice conclusione perfezionata da Nicholas Torni. Appena entrato al posto di Cristian Dolcemascolo. A Palazzolo di Sona, la matricola United Sona PSG affidata quest'anno al mister ex Castelnuovo Paolo Tinelli pareggia 1 a 1 contro il più quotato San Peretto guidato da mister Franco Tommasi, sì, l’ex “Sir Alex Ferguson” del  Bussolengo. “Panzer” Matteo Zerpelloni su rigore per i bianco-viola del presidente Renato Lago, poi, sempre su rigore il pari definitivo dei rossoneri con Elia Mignolli.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:1996