Archivio: PRIMA PAGINA

1/10/17
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 1^ CATEGORIA (GIR. B) – 4^ GIORNATA

PASTORELLO SPIANA LA VITTORIA AL COLOGNA ORA IN TESTA  COL NOGARA. TANTI I COLPACCI: ESULTANO ZEVIO, CASALEONE, NOGARA, BUTTAPIETRA E VALDALPONERONCA’
 
La coppia più bella del girone “B” di Prima categoria non vuole saperne di staccarsi. Sempre a braccetto, ora a 10 punti e in vetta, Nogara e Cologna Veneta tirano la volata, anche se dietro di loro alitano forte forte il Bevilacqua e il rinato Casaleone di mister, il bancario Pippo Crivellente.

In riva al Guà, il protagonista della domenica colognese è senza dubbio il portiere Alessandro Pastorello, il figlio del Presidente della Provincia, Antonio. L’estremo difensore giallo e blu  - il “Ricky Albertosi della Bassa” - si è letteralmente superato, andando a neutralizzare ben due calci di rigore battuti dai più freddi “cecchini” del Bevilacqua di mister Mirko Dalle Ave, ossia l’ex CastelbaldoMasi, Daniele Galassi, e il '98 Alessandro Girardi. Una gara ricca di penalty – il direttore di gara, il vicentino Tiso, ha ricordato il veronese Carlo Sguizzato, dal fischietto facile, quello indirizzato verso il dischetto gessato -. Infatti, il 3 a 0 colognese matura sempre dal tiro degli 11 metri. A Gasparetto succede bomber Fabio Sinigaglia, autore costui della personale doppia. Rosso al “giallo e blu del mandorlato”, Rezzadore, reo di aver braccato in piena area di rigore Olivieri, ex Legnago Salus, del Bevilacqua. Rezzadore perderà la prossima gara in riva al Guà, anche questa, quella contro la Scaligera, ultima a 1 solo punto, in compagnia di ValtramignaCazzano e di A.C. Pozzo.

Un chicchirichì portentoso, regale, emesso da Gallo all’”Emilio Steccanella” di Cazzano di Tramigna (Yuri Gallo, ex Calsteldario), consente agli “ussari del Basso Tartaro” nogaresi  di mister Walter Bampa di far propria l’intera posta in palio. E, di mantenere, di conseguenza, il co-primato a 10 punti, a 10 carati. Altra affermazione dei “leoni della Bassa”. Il Casaleone si reca a Isola della Scala, ma non si accomoda dentro le tensostrutture che ospitano l’ennesima Fiera del riso, ma, con intenzioni tutt’altro che pacifiche. 1 a 2 caratterizzato dal doppio vantaggio griffato da bomber Luca Pasquali ed ancor prima dal 1994 Andrea Isolani. Di Andrea Doardo, l’ex serie D, il gol dell’illusoria rimonta da parte dei giallo-rossi isolani di mister Nicola “Fonzie” Bertozzo. Cugino di Paolone, “re e fondatore del volley” a Verona, partito una trentina di anni fa proprio da Isola della Scala. Rossi comminati all’isolano Ceoloni – salterà la trasferta di Cologna Veneta – e Pinotti; che non giocherà la gara interna, quella contro l’A.C. Isola Rizza.

Già, l’A.C. Isola Rizza: squadra di tanti giocatori talentuosi, non ancora in grado di esprimersi al loro meglio. Ieri, in riva al Piganzo, l’undici guidato dal dottor (in Scienze Politiche, con passione per l’antiquariato) Stefano Sacchetto non ce l’ha fatta a piegare il braccio della resistenza oppostogli mica dall’ultima, ma dall’A.C. Tregnago di mister Antonio Bogoni, ora a 6 punti, in compagnia dell’antica e sana rivale ValdalponeRoncà. La contesa termina su uno 0 a 0, che stai certo non accontenta gli isolani, mentre rimanda a tempi migliori i tregnaghesi del diggì Andrea Defazio.

Prima vittoria stagionale – della serie era ora! – per l’SSD ValdalponeRoncà di mister, il ferrarese di nascita, Salvatore “Totò” Mantovani: capita a Lonigo, dove è il terzino mancino, classe 1990, Alberto  Portinari che scodella un traversone, il quale invece di pervenire a beneficio di un compagno, assume una strana traiettoria che sorprende, uccella l’estremo difensore leoniceno Faggionato.

Prima vittoria della corrente ed appena inaugurata stagione sportiva per l’A.C. Zevio di mister Francesco Marafioti: scocca nel non facile campo sintetico di San Giovanni Ilarione, dove i “leoni san giovannei” di mister Sereno Ferrari vengono catturati per 3 volte a zero. Per i bianco-neri zeviani, la cacciano dentro Gianmarco Ravelli, preceduto nel tempo da Begali, e seguito da Scolaro.

Pesante, non prevista battuta d’arresto casalinga, al “Renzo Tizian”, per la Pro San Bonifacio di mister Marco Burato: passano per 0 a 2 i Boys Buttapedra di mister Paolo Novali, e grazie a un solo pistard, ossia il bianco-granata Luca Miglioranzi, autore della doppia. Che consente ai ragazzi del diesse “El Lola”, al secolo Antonio Lollato, di schiodarsi dal freddo, algido zero da frizer in classifica.

Seppur in 9 uomini (per le espulsioni comminate prima a Zonzin, per simulazione e doppio giallo, e poi al cubista Luca Vecchiato) l’Atletico Città di Cerea del trainer italo-argentino Luis Gustavo Passera riesce a rimontare a San Vito il gol che lo penalizzava contro l’A.C. Pozzo di mister Stefano Paese. Gol dei rossoblu realizzato da Luca Bilotta, sul quale il portiere molto professionale Michele Pozzani nulla puote, ma, poi pareggiato dall’acuto di Cavaler. Traversa del ceretano Danielli, ma dalla postazione più favorevole: il calcio di rigore!

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:1997