Archivio: PRIMA PAGINA

1/10/17
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. B) – 4^ GIORNATA

LA NUOVA COMETA AGGANCIA LA SCALIGERA LAVAGNO IN VETTA, AVANZANO I VIOLA “BORGATARI”, IN SALUTE L’ALPO CLUB ’98, CASTELDAZZANO IN BUONA RIPRESA

Nel girone “B”, sono due le attuali co-capo

    e Nuova Cometa e Scaligera Lavagno. Vince in maniera grassa, convincente, la prima sul parrocchiale di Santa Maria di Zevio, l’altra pareggia in trasferta, in casa del Sommacustoza. Ma, non è comunque punteggio pieno per queste due battistrada: entrambe si meritano un bel 10 in pagella e come punti in 4 temi fino ad ora svolti dall’inizio del Torneo.

    La Nuova Cometa di mister Cristian Cordioli abbatte per 4 a 2 la matricola United Sona P.S.G. di mister Paolo Tinelli. Cui resta soltanto la doppia griffata – e per di più tutta in rimonta dopo il 4 a 0 dei doriani di Raldon - dal neo-entrato Cordioli (sì, anche lui! Andrea, ex Sona, classe 1995) al posto del compagno di squadra Johnny Montresor. Il classe 1995 Gianluca Taddei, il suo coetaneo Nicolò Prolunghi, il ’91 Simone Vendramini e l'ex Boys Christopher Marcolini: eccoli qui i 4 “moschettieri” a disposizione del presidente Emanuele Righettini.

    I fratelli Torni, ancora una volta, timbrano, caratterizzano la vittoria dei “draghi rossi” di mister Tiziano Salvagno, 0 a 3, in quel del Cadore.
    Sono Denis e Nicolas, imitati dal compagno viola Lovato. Il Borgoprimomaggio del direttore generale Enrico Sgreva e del diesse Simone Faccioli ha cambiato decisamente passo ed ora è lì a due passi dalla vetta.

    Secco 0 a 4 del ben riscegliatosi Alpo Club ’98 di mister Stefano Ferro nel rione Sacra Famiglia contro la Primavera di mister Simone Ghirotto. Doppia di Lorenzo Mailli, poi, il 1992 Daniel Lago e Matteo Meggiorini, classe 1988, per i rosso e neri dell’equilibrato e sportivo diesse Mirko Rampazzo e guidato dall’alto scranno dal trattore-ristoratore dell’omonima locanda, Carlo Parolin.

    Al “Tiberghien”, l’Audace calcio di mister Matteo Meneghetti non riesce ad andare al di là dello 0 a 0 casalingo contro l’altra pari neo-retrocessa Gabetti Valeggio del mister nonché dr Giandonato Di Marzo. Idem con patate fra A.C. SommaCustoza, di mister Rodrigo Garçia e la Scaligera Lavagno allenata da mister Ivan Benìn.

    In Postumia, all’altezza di Rosegaferro, 1 a 1 tra i rosso-blu di mister Simone “Panocia” Mirandola e il Real San Massimo di Gregory Donadel: all’ex Povegliano, Gabriele Garbujo, classe 1995 e riconfermato a pieni voti dal diesse Alberto Ruzzenente, ha replicato, di par suo, il nero-verde Marco Papiccio, classe 1993, ex avesano. 

    L’Olimpia Pontecrencano di mister Michael De Santis impatta su un roboante, picaresco, chiassoso 3 a 3 dirimpetto al San Peretto dell’ex a lungo timoniere bussolenghese Franco Tommasi. Triplete di Pietro “Sheva” Bellè (due volte su rigore) per i “geniali pontieri” del presidente Roberto Donà. Il classe 1990 Eros Spada, il 1994 Elia Mignolli e il 1993 Matteo Ferrari, invece, per le “giubbe rosso-nere” (i colori del Milan tanto amati da Nicola Righetti, il factotum sanperettiano, nonché assicuratore e vice-presidente del San Peretto), a 4 punti in altrettante gare.

    Seconda vittoria della stagione per il rianimatosi Casteldazzano, passato in questo girone "B” da quello più infernale “D”: 1 a 3 a borgo Santa Croce, in borgo Venezia, in casa del “fanalino di coda” Ares Calcio Vr di mister Marco Ferrari, ancora ibernato a quota zero. Ancora un gol-aperitivo-illusion per gli aretini, quello firmato da Martini, poi, è tutto Casteldazzano ben guidato da mister Riccardo Adami, con doppia di Denis Longo preceduta dall’acuto del 1985 Cassab Adriano Goncalves. 

    Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:2047