Archivio: PRIMA PAGINA

8/10/17
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. B) – 5^ GIORNATA

RESISTE IN VETTA SOLO IL LAVAGNO. NON LO MOLLA L’AUDACE, CHE FA COLLASSARE LA NUOVA COMETA. SI RIPRENDONO SAN PERETTO E “ROSEGA”, IL CUSTOZA VIOLA IL MINCIO
 
Altro torneo combattuto, il “B” di Seconda categoria. In  vetta resiste bene la Scaligera Lavagno di mister Ivan Benin: ieri 2 a 1 non facile a spese del quotato BorgoPrimomaggio di mister Tiziano “Titti” Salvagno (in rete con Previtera a tempo scadutissimo!). Per i lavagnesi due volte “rigorosamente” Alberto Andreoli: il tiro dagli undici metri è la vera specialità del difensore datato 1986.

L’Audace calcio del presidente Roberto Purgato e di mister Matteo Meneghetti fa il “corsaro” al parrocchiale amico della Nuova Cometa di mister Cristian Cordioli: 0 a 1, e il giustiziere domenicale rossonero è l'ex Grezzana Andrea Castelli, al 6° minuto di recupero.

Il Sommacustoza del nuovo presidente Stefano Pisani va a violare il Mincio, fiume che bagna la terra di Valeggio: 1 a 2 per i “tamburini sardi” di mister Hector Rodrigo Garçia “Lorca”, con Clavjo e il classe 1995 Mirco Adami che stritolano a mò di una tenaglia nel tabellino dei marcatori il mancino valeggiano – schierato così da mister Gian Donato Di Marzo - Luca Ottofaro.

La polisportiva Rosegaferro del sapiente diesse quadernese Alberto Ruzzenente e del riconfermato Simone Mirandola, detto “El pano” maramaldeggia per 0 a 4 a Palazzolo, in casa dello United Sona P.S.G. di mister Paolo Tinelli, ex giovanili del Castelnuovosandrà.  A turno vanno a bersaglio i frombolieri rosso-azzurri della Postumia: a partire dall’ex poveglianese Tommaso Garbujo, classe 1995, a Caltabiano, da Scrinzi al villafranchese Nicolò Cambi, classe 1990.

A Negrar, vittoria grassa – 3 a 0 – delle “giubbe rosso-nere” del redivivo San Peretto di mister Francone Tommasi  a spese dell’ancora in ghiacciaia – a zero punti! – Ares Calcio Verona di mister Marco Ferrari. Il 1984 Andrea Riolfi mette la classica ciliegina sulla torta del trionfo, scavato dai centri realizzati da Matteo Ferrari e da Paolo Zolin, classe 1989.

A San Massimo, il Real del paraguagio trainer Gregory Donadel impatta sull’1 a 1 contro l’U.S. Cadore dell’omologo Ruggero Napoleone da una buona parte. Al nero-verde Jmili ribatte il “furioso” Orlandi. I due club rionali restano staccati di 2 tacche, favorito il Real San Massimo, che sovrasta i cadorini.

Infine, due risultati ad occhiali (0 a 0): quello tra Alpo Club ’98 di mister è Stefano Ferro e l'OlimpiaPonteCrencano (omologo è Michael De Santis), e in Casteldazzano (coach è Riccardo Adami) contro la Primavera del suo collega e avvocato Simone Ghirotto.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:2000