Archivio: PRIMA PAGINA

15/10/17
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. D) – 6^ GIORNATA

“SESTINA” SANGUINETTESE, RESPIRO DEL “VILLA”, COLPACCIO DELLA BONARUBIANA AD ALBAREDO! MARCHESINO BEL 4° CON I BOYS GAZZO, L'ATLETICO VIGASIO SCALVALCA IL CONCAMARISE AL 2° POSTO
 
Girone decisamente all’insegna di un SanguinettoVenera che non sbaglia un colpo dopo l’incerta Coppa Veneto. I “ragazzi della Sanoa”, sguinzagliati dal trainer di Fratta Polesine Antonio Marini – ritornato a distanza di anni nel basso Veronese – infilano la sesta perla consecutiva alla loro sfavillante collana. Primato, zero sconfitte, 15 gol fatti contro i 6 subiti, soltanto vittorie e basta! Ieri, in riva alla Sanoa, cade anche il nobile Bovolone de “El Ciopa”, al secolo Devis Padovani: 2 a 1 per i sanguivenerabili del vice-presiddente, “El Cere”, Andrea Ceresoli, il quale non sta più nelle braghe da quest’avvio che lui stesso si augura eterno, ma che immagina non sempre continuo. In vantaggio grazie a Riccardo Baldi, i “mobilieri” venivano pruima raggiunti da capitan Marco Bonfante e poi superati da Matteo Bedoni, l’”enfant prodige” del “Mario Sandrini” di Legnago.

SanguinettoVenera sempre e fino ad ora inviolabilmente primo a 18 carati, tallonato ora non dal Concamaise – bloccato a metà a Sustinenza -, ma dall’Atletico Vigasio, ancora concorrente in Coppa Veneto, e ieri vincitore nella sua Trevenzuolo per 2 a 1 ai danni della matricola Bonavigo di trainer Gianluca Corso. Squadra ben strutturata fisicamente, i vigasiani – ahiloro – perdono per frattura al braccio – la loro punta di diamante, il corazziere Martinelli. Sostituito da Tebaldi. In vantaggio grazie a “Sambuca”, il classe 1982 Michele Molinari, gli atletici del presidente Gianfranco “baffo” Pozza (e della presidentessa, la chef di alto bordo Gabriella) vengono raggiunti da Daniel Fiorio, per poi andare ancora avanti al 90mo grazie alla vincente conclusione sferrata da Adami. Subentrato proprio a Molinari.

SanguinettoVenera 18, Atletico Vigasio 15, Concamarise 14, con i “tartari rosso e neri” del trainer raldonate Simone Marocchio che continuano a confermarsi troppo Luca Scarabello-dipendenti (è dell’ex Mozzecane, il gol del momentaneo vantaggio rossonero al “Luca Davi” di Sustinenza). I “celeste della Bassa” del coach nogarese Andrea Bertelli giocano la partita della vita e raggiungono il pari (1 a 1) con Mirandola, ma sfiorano la vittoria non fosse stato per un paio di legni scheggiati. Ritorno in campo, dopo un acciacco che l’ha tenuto sempre lontano dall’inizio di questo Torneo, del difensore asparettano Luca Pomini, ex “promessa” del Legnago Salus, e che incarna sempre di più con le sue mode il mito di James Dean.

Sorpresa di questo combattuto quanto equilibrato girone “D”, l’Aurora Marchesino del coach sanmartinese Andrea Calzolari. Ricordiamoci che stiamo parlando di una matricola, al suo debutto – non storico, eh – in Seconda, e che ha già totalizzato 11 punti sui 18 a disposizione, perdendo una  gara soltanto. Ed è la compagine che condivide con la capo

    a il record momentaneo di reti fatte: 15. I giallo e blu vanno ad espugnare l’ostico fortino corianese dell’”Eraldo Bottacini”, con i “granata mulinari” che hanno cercato la vittoria da dedicare a Franco Sarti, il padre mancato ad 82 anni dei  dirigenti Leonardo e di Corrado Sarti (funerali per domattina, alle ore 10.00, nella chiesa di Tombazosana di Ronco all’Adige: Franco era il nonno anche della punta Davide, neo-acquisto del Montebello vicentino di mister Fiorenzo Bognin). Per i marchesinati, segnano il solito Carlo Alberto Provolo, ex A.C. Raldon, classe 1992, e Franchi…goes to Hollywood…, Gabriele, ex Primavera e Negrar.

    Anche i Boys Gazzo sono meritatamente più che sorprendentemente al 4° posto ex aequo, a quota 11 punti: ieri, colpaccio a Roverchiara, dove da due sere si era seduto al posto dell’esonerato mister Damiano Crisci, Denis Guerra. Duplice vantaggio maccacarese per le zampate feline di Cristian  Morelato, classe 1993, e di bomber-bancario Giacomo “Brun” Cordioli; di Leati il gol dell’illusoria rimonta roverchiarese.

    Al sesto posto, a quota 9 punti ancora il Gips Salizzole, in calando nelle ultime 3 gare: i rosso e blu di mister Pasquale De Lauri perdono in casa dal Villabartolomea dell’enologo, ex Coriano, Marco Zuin, del portiere Marinaro (ieri non in partita), del roverchiarese Nicola Tavella e dell’ultimo arrivato, Isalberti. I bianco-neri di mister Mauro Danielli, ex coach del Bevilacqua, passano grazie al fendente sferrato da Maggioni, Michael, difensore datato 1992.

    Secondo successo della stagione per la Bonarubiana del coach Mohamed Mayate: 1 a 2 in quel di Albaredo d’Adige da parte della matricola, che, non ce ne vogliano assolutamente Eddy De Carli e soci, non è della stessa potenza degli albaretani di mister Manuel Cuccu (5 punti in 6 gare è davvero pochino!). Doppio il vantaggio dell’undici di Bonavicina e di San Pietro di Morubio grazie agli spunti vincenti di Manuel Moretto e di Zanoncello. Il gol del 1996 Matteo Bastianello scocca ad una manciata di minuti al termine.

    A Raldon, 1 a 1 tra i “ramarri nero-verdi” di mister Silvio Donadello e il Cà degli Oppi di mister Daniele Dalla Vecchia: a Collado, per i biancazzurri cadeglioppini, replica il raldonate Princivalle, da poco entrato a rilevare il compagno di squadra, il 1995 Denis Vange

Visualizzazioni:2002