Archivio: PRIMA PAGINA

15/10/17
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. B) – 6^ GIORNATA

SUCCESSI FUORI CASA A GRAPPOLI, PRIMO PUNTO STAGIONALE PER L’ARES CALCIO VR. LAVAGNO SEMPRE IN TESTA, TALLONATO DALLA NUOVA COMETA. ALTRA CADUTA AUDACINA, ALTRO SUCCESSO DELL’ALPO CLUB ‘98

Ben 5 i colpacci che si registrano nel girone “B” di Seconda categoria alla sesta giornata di andata. Fa piacere annotare il primo punto stagionale messo in saccoccia dall’Ares Calcio Vr del dopo “ciclo Doriano Pigatto”: l’avvicendamento porta bene ai bianco-nero-fuxia del rione Santa Croce, con mister Michele Barone che esce dal proprio campo con un benaugurante 2 a 2. L’avversario non è di prima fascia, eh, ma il punto fa morale e soprattutto serve a smuovere la classifica.

Il “panzer” nato ad Empoli, Matteo Zerpelloni, imitato da Johnny Montresor per i bianco-viola di mister Paolo Tinelli, lo scorso anno alle giovanili del Castelnuovo; il classe 1991 Fabio Andreoli e l’appena entrato Tosi (al posto di Modugno: non sarà mica parente di chi ha cantato a Sanremo “il plurigettonato motivo “Volare!”, ossia Domenico?!?) per i nero-fucsia del diesse Stefano Mischi.

Lo sfavillante scettro non sfugge di mano alla Scaligera Sport Club Lavagno del presidente Samuele “Bersani” Tosi e all’undici guidato da Ivan Benin: 16 punti che valgono il primato, con dietro, a 3 scalini la spumeggiante Nuova Cometa di mister Cristian Cordioli. I lavagnesi si impongono per 1 a 3 nei pressi delle piscine “Santini”, in zona Ponte Crencano, casa dell’U.S. Cadore di mister Ruggero Napoleone. Il solo siciliano Diego Giglia, classe 1994, per i cadorini, a fronte dei realizzatori lavagnesi Alberto Andreoli, difensore datato 1985, l’ex soavese Stefan Gonta (1990) e Dal Molin.

Una sfortunata autorete firmata all’incontrario da Parricelli condanna alla resa l’Olimpia Ponte Crencano di mister Michael De Santis in casa propria: passa così la Nuova Cometa, che sale – ripetiamo – a 13 punti, a -3 dalla fuggiasca, fuggitiva Lavagno. Olimpia Ponte Crencano penultima a quota 3 freccette. Nulla di fatto quanto a reti in Primavera-Real San Massimo: i due tecnici, Gregory Donadel per i nero-verdi rionali, e l’avvocato Simone Ghirotto  per il “club delle 11 rondini” devono accontentarsi della spartizione dell’intero bottino.

Sale di classifica la Pol. Rosegaferro del navigato diesse quadernese Alberto Ruzzenente: 2 a 1 per i “rosso-azzurri della Postumia” a spese della Gabetti Valeggio dello skipper Giandonato Di Marzo. In illusorio vantaggio grazie al giovanottiano “Sono un ragazzo…”Fortunato, ma, poi, sovrastato dalle reti realizzate dalla punta 1993 Andrea Zanoni e dal 1988 Mattia Denando che regalano tre punti ai rossoblu di mister Simone Mirandola.

Colpaccio dell’Alpo Club ’98 in quel del “Monterotondo”, casa del Borgoprimomaggio del coach “Titti” Tiziano Salvagno : 0 a 1 e il “giustiziere” dei rosso e neri di mister Stefano Ferro è l’ex quadernese, classe 1995, Fabio Sersa…Cosmi. Primo dispiacere per l’Audace calcio di mister Matteo Meneghetti, ex U.S. Croz Zai: al “Tiberghien” passano, 1 a 3, le giubbe rosso-nere del San Peretto di mister Franco Tommasi, ex a lungo timoniere del Bussolengo. Spiana la via del successo ai sanperettiani un’autorete iniziale di Al Pia, classe 1988, poi, ci pensa Paolo Zolin a fare l’autostrada del sorpasso (doppia per lui!). Infine, il gol inutile del sanmichelato Dell’Erba.

All’ombra del leggiadro, epico Ossario custozano, è il Casteldazzano di mister Riccardo Adami a infilzare con le sue luccicanti e ben oliate baionette i “tamburini sardi” di mister Hector Rodrigo Garçia “Lorca”: 1 a 2, con doppia di Denis Longo, matador incontrastato castellano; che vale il doppio dell’urlo emesso da Nicolò Bolla, temibile bomber classe 1983.
 
Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:2000