Archivio: PRIMA PAGINA

17/12/17
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. D) – 15^ GIORNATA

I “VENERABILI” CHIUDONO L'ANDATA CON 12 VITTORIE!, L’AURORA MARCHESINO SI CONFERMA A SALIZZOLE. IL “DERBY DELLA CALDAIA” VA AL “SUSTI”, QUELLO TRA “CENERENTOLE” AL BONAVIGO. ANCORA GIU’ IL CADEGLIOPPI E IL CORIANO, IL “ROVER” BATTUTO DALL’ALBAREDO, LA “BONA” NEGA IL TRIS VITTORIOSO AL “CONCA”

Bèh, chi più del continuamente vittorioso SanguinettoVenera poteva meritarsi la corona di “regina d’inverno”? Senz’altro i “venerabili” del polesano (di Fratta Maggiore), lo squalificato (fino a fine marzo 2018) trainer Antonio Marini. 12 le vittorie nel primo bilancio ufficiale di stagione per un gruppo che ultimamente si è arricchito pure delle presenze di Nicolas Mantovani e di bomber Thoams Pasti (entrambi dal “cugino” Concamarise), Andrea Doardo (dalla Scaligera) e dell’avanti Cristian Faggion, ex Nogara giunto dal Cadeglioppi.

Ben 37 i punti con cui chiude il primo round il team pensato a lungo da una stanzetta di Ospedale dal suo presidente, l’”enciclopedia sportiva” in carne ed ossa, il prof. Fabrizio Bottura. Che gradualmente, lentamente sta facendo grandi progressi. E che tutti i veri sportivi vogliono rivedere il prima possibile riabbracciare e seguire i propri ragazzi. Un titolo dedicato, in primis, a lui e al vulcanico Andrea Ceresoli, detto “El Cere”, uomo onesto e leale, figlio di uno sport di fatica qual è il ciclismo. Complimenti, dunque, sinceri per il meritato mezzo scudetto, anche per aver battuto – 1 a 0 – in riva al Sanoa – il quadrato Atletico Vigasio di mister Roberto Zorzella; e, questo, grazie al guizzo di uno dai colpi facili, qual è Matteo Bedoni, l’ex enfant prodige” del Legnago Salus.

Secondo, a 30 freccette, ecco l’Aurora Marchesino, la sorpresa in assoluto di questo raggruppamento “D”: i giallo e blu del trainer Andrea Calzolari espugnano il castello di Salizzole, 2 a 3. E si affidano ai “cecchini” Manuel Varano (’94, ex raldonate), il ’95 Alberto Costantini, e il 1992 Carlo Alberto Provolo (e non Provolone…: quella è altra specialità casearia!). Per il Gips di mister Pasquale De Lauri e del supercannoniere del girone Odaro, ieri dalle polveri bagnate, è giornata molto vivace, combattuta, ma infelice a livello di score: segna “nonno” (1972) Stefano De Mori e il 1991 Edoardo Rossignoli.

Gips ora 3° incomodo a quota 28, sotto di una tacca l’Atletico Vigasio, al 5° posto ex aequo a 25 il Concamarise e il sorprendente Boys Gazzo. Al “Luca Davi”, i maccacaresi perdono il “derby della caldaia” per 3 a 1: eppure, in vantaggio i Boys di mister Matteo Gobbetti ci vanno grazie al ’94 Abdellah Saghroui, poi, il tabellino dei marcatori si tinge di…”Celeste della Bassa”, di tante reti sustinentesi (da festeggiare al “Jolly Bar”, gestito da Paola “Gradisca” e da Paolo “Codino” Leardini). Infatti, fanno “bingo!” Andrea Tarocco, detto Tarocheto”, classe ’82, l’ex Nogara Steven Mirandola (1994) e l’ex sangui-venerabile Dusan Bjelivuk, classe ’92.
 
A 22 punti un trittico alquanto singolare, quello composto da Bovolone, Albaredo e dall’A.C. Raldon: fatalità ieri pomeriggio queste compagini hanno vinto tutte tre. I “mobilieri” di mister Devis Padovani, per 0 a 2, in casa del Cà degli Oppi di mister Giuliano Spadini, e grazie ai colpi sferrati da Denis Zanini (’95) e dall’ex Scaligera, classe ’90, Giulio “Il Mangiafuoco felliniano” Bertaboni; i “ramarri nero-verdi” di mister Silvio Donadello hanno piegato la resistenza del Coriano di mister Alberto Fiorini – privo di bomber Flaviu Curseu, per frattura di perone! - grazie all’ex lupatotino, nonché classe ’92, Riccardo Princivalle.

L’Albaredo del coach Manuel Cuccu, grazie ad un guizzo compiuto dal classe 1996 Mattia Ciocchetta, ha avuto ragione, a sua volta, del Roverchiara di mister Denis Guerra, ultimo a 8 punti alla pari del Villabartolomea, il quale ha perduto la “sfida tra Cenerentole”, lungo il Canal Bianco per 1 a 3, e per mano del Bonavigo di mister Gianluca Corso. Bianco-neri del presidente Andrea Beozzo ed allenati da mister Mauro Danielli, in rete soltanto con il ’93 Matteo Minozzi, vengono sovrastati, quasi assordati dall’urlo emesso da bomber Andrea Pesarin, dal 1986 Simone Corrias e dal 1991 ex Roverchiara Daniel Fiorio.

Al “Roberto Bortolotto” di Concamarise, grossa delusione per i “tartari rosso-neri” concamarisani, i quali speravano davvero di chiudere l’anno solare col tris di vittorie: la sfida con la volonterosa matricola Bonarubiana termina sul 2 a 2, contesa caratterizzata dal sorpasso dei ragazzi di mister Simone Marocchio dopo il gol subito dal maturo (’85) Maurizio Parolisi. Sorpasso effettuato grazie ai bersagli centrati in pieno dall’ex Legnago Salus, il classe ’94, Simone Gasparini, il “ragazzo Vogue” (per la sua eleganza e il suo distinto modo di fare e comportarsi) e da Alessandro “Baby” Carollo, al suo 9° bersaglio stagionale. Ma, non si è fatto i conti, poi, con l’oste domenicale bonarubianese, il rientrato Eddi De Carli, ex Nazionale Under 16 ed ex Asparetto Cerea. A lui il gol di quel 2 a 2 che ha il sapore per “El Conca” di un flut  in queste festività natalizie davvero mezzo vuoto (assieme ad un’andata non certo esaltante ed all’insegna dei velleitari pronostici formulati alla vigilia!). Flut, invece, mezzo pieno per quelli de “La Bona” di mister Mohammed Mayate e della “grande anima”, il mitico Luciano Beghini.
 
Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:1997