Archivio: PRIMA PAGINA

17/12/17
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 1^ CATEGORIA (GIR. A) – 15^ GIORNATA

LA “REGINA D’INVERNO” E’ “EL MOZZE”, MA CON L’ASTERISCO DELLA GARA RINVIATA AL PEDEMONTE! INTANTO, SUA VICE E’ ANCHE IL CASTELNUOVOSANDRA’, MENTRE AFFILA LE ARMI IL S.ZENO VR. QUADERNI A STRISCE VITTORIOSE, RIDONO ARBIZZANO, LUGO E DOSSOBUONO
 
Una “regina d’inverno” con tanto di asterisco: non c’è nemmeno la gioia piena di esultare per un primato invernale, il quale deve fare ancora i conti con l’oste di turno, “El Pede”, che al “Paolo Maggiore” ha visto sospesa la sfida contro il Parona perché il suo bomber Joshua Nyamekeh ha riportato la sospetta frattura della tibia durante una fase offensiva e su un’uscita del portiere pedemontano Giuseppe Speri, classe 1988.

Mozzecane, che quando ritrova il suo mancino difensivo Matteo Signoretti da Nogarole Rocca, non registra più sconfitte (4 su 4 in assenza del suo navigato difensore, interista, classe ’78), ma subito la vittoria: 1 a 0, a scapito del PGS Concordia Borgo Milano di mister Beppe Bozzini. E, qui, vince la sfida tra i rami di stretta parentela dei Giavoni (Giorgio e Paolo, quelli di parte mozzecanese; Carlo e Marco, quelli di gonfalone bianco-viola) quella del club attualmente meglio posizionato nel girone °A” di Prima categoria, “El Mozze”, appunto. Segna il bomber “cow boy”, Stefano Morandini da San Zeno di Mozzecane, quando c’era tutto il tempo per il tottiano Mario D’Aleo (impiegato solo nella ripresa) e soci di poter recuperare e magari ribaltare come un guanto il verdetto inizialmente contrario.

Mozzecane virtuale “campione d’inverno” a quota 32 punti, segue il Pedemonte a 30 punti e con tanto di asterisco per la partita ieri sospesa al “Maggiore” e contro il Parona, apparigliato a 30 dall’esuberante CastelnuovoSandrà, il quale sta vivendo un crescendo rossiniano di tutto rispetto. Per i “nero-verdi” castellani del lippiano mister Fabrizio Gilioli 0 a 2 all’”Alberto Tosoni” di Caselle. Segnano Marcello Gambadoro e il classe 1996 ex Chievo Riccardo Rossi. Rosso carminio per il casellino, il ’97 Matteo Tosi, entrato in campo da circa un quarto d’ora, ma forse con le batterie troppo cariche!

Ma, non scherzano, eh, in fatto di vittorie e di ambizioni né la Pol. Quaderni di mister Nicola Chieppe né chi la sta sovrastando di 2 punti (il rapporto è di 28 a 26) e cioè l’A.C. San Zeno Vr di mister Piergiorgio Troccoli. Che ieri torna a vincere nella sua mitica “busa”, infierendo per 2 a 0 (il ’93 Matteo "Douglas Him" Lui e il ’95 Francesco Rossi) sulla già martoriata Team San Lorenzo Pescantina del mister ed antiquario Gianluca Marastoni, oggi ultima ex aequo a 9 punti appaiata dal Bussolengo di mister Roberto Pienazza il quale soccombe a Quaderni per 3 a 0, per via dei centri azzeccati dal nuovo acquisto Ignacio Schults, dall’ing. Daniele Scattolini (’86) e dall’97 Luca Fossa.

Vittoria fragorosa per il Real GrezzanaLugo del presidente Dino De Paoli sul proprio sintetico: 5 a 3 a scapito del Calmasino della ricompostasi “premiata ditta del gol” Davide De Carli (doppia per il “sollevatore delle sorti bianco-verde”!) ed Alberto, “Abba”, Zanolli. Ma, il terzo gol per l’undici guidato dallo skipper Luca Ponzini reca le impronte digitali dell’ex Ambrosiana, il classe ’98, Edoardo Masella. Per i “lupi nero-verdi” del diesse Domenico Veronesi, detto “El Meme”, urlano “gol!” Samuel Gomis, ex Juventina Valpantena, classe ’93, il 1981 Daniele Dal Corso, ex Cerea, su rigore Christopher Taffarel (1993), il ’96 Marcelino Abedi e il centrocampista classe 2000 Simone Vecchi. Da ricordare qui il particolare che il Calmasino si era portato in vantaggio per 1 a 2, ma poi ha imboccato la parabola discendente, ravvivata dall’uncinata inferta dal suo bomber più rappresentativo, Davide De Carli, al suo 7° centro stagionale.

A Fumane, scacco matto, 0 a 1, dell’Olimpica Dossobuono di mister Armando Corazzoli, fresco del suo ex allievo, Giacomo, architetto Locatelli da Forette di Vigasio, ex A.C. Cadidavid. Giallo e rossi dossobonesi, dunque, ringalluzzitesi per il nuovo acquisto, ma, il gol avviene all’incontrario, e cioè su autorete compiuta dal difensore del Valpolicella di mister Cristofaletti, l'ex Gargagnago, Francesco Cottini, 1987. Espulso anche un difensore giallo-rosso ospite, l’ex audacino, classe ’95, Paolo Carlesso.

Il Peschiera di mister Vasco Guerra chiude male l'anno e affonda davanti al proprio specchio di acqua dolce in virtù della maggior capacità di finalizzazione dell’Arbizzano di mister Ivo Castellani. Uno 0 a 2 caratterizzato dagli squilli del difensore, classe 1987, Simone Smania, e da quello emesso dal centrocampista classe 1992 Riccardo Manzato.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:2019