Archivio: PRIMA PAGINA

11/2/18
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI PROMOZIONE – 21^ GIORNATA

LE “BANDIERE” SOARES E DORIZZI GONFIANO LE LANCIATE VELE DEL GARDA, ORA A +5 DAI “LUPI” IERI AZZANNATI. TERZA VITTORIA DI FILA DELLA POL.VIRTUS, L’AURORA CAVALPONICA RIMONTA IN 10 UOMINI DUE RETI AL CASTELBALDOMASI. TORNA ALLA VITTORIA LA CROZ ZAI, UN SOLO PUNTO PER “EL LUGA”, OPPEANO, CADIDAVID E ALBARONCO. CLASSIFICA SEMPRE CORTISSIMA!

E’ un A.C. Garda che sta decisamente viaggiando a gonfie vele nel “mare magnum et incertum” del girone “A” di Promozione veneta. Ieri, i rosso e blu del trainer virgiliano Paolo Corghi e del difensore “Pink Panter”, il maturo Nicolò Dalla Pellegrina si sono sbarazzati in casa propria – 3 a 1 – della loro più immediata inseguitrice, quel San Giovanni Lupatoto, il quale ci sta abituando a fluttuanti quanto sensazionali punteggi finali domenicali (domenica scorsa i bianco-rossi di mister Andrea Sirio Manganotti stracciarono con un inesorabile 5 a 1 la Seraticense).
 
Vincono ancora una volta con due delle tre “bandiere” storiche cresciute con la casacca dell’A.C. Garda: Jeronimo Soares, autore di una doppietta e capocannoniere del girone con 15 reti (ieri in rete anche su penalty) e con Mirko Dorizzi (anche lui in gol); il terzo “fedelissimo” è il classe 1991 Diego Bonamini, anche lui in campo; i quali soffiano entusiasmo, fino a far gonfiare di orgoglioso primato l’A.C. Garda dell’italo-svizzero presidente, Vittorino Zampini. Per i lupatotini di mister Andrea Sirio Manganotti ha realizzato il gol della bandiera l’interessantissimo giovane 1999 Matteo Giordano.
 
A.C. Garda a 40 carati, sangiovannei i primi inseguitori a 35, al gradino di bronzo a 34 l’Aurora Cavalponica di mister Flavio Carnovelli, certamente e già ribadito in altre analisi, uno dei più esperti e bravi mister della Promozione. Infatti, i suoi “cavalponici” sono riusciti, ieri pomeriggio, al "Donato-Smanio” di Castelbaldo di Pd a rigirare come un calzino quel verdetto di 2 a 0 che arrideva alle “tigri bianco-rosse” della bassa patavina. Impeccabile nella fase difensiva, davanti all’ex “saracinesca” dell’SSD Valdalpone, Marco Fracasso, il capitano e terzino Simone Romellini, sempre più “colonna” il “Rommel” di una compagine, in grado di rimontare grazie al giovane (1999) ex ArzignanoChiampo Nicola Cicolìn e al centrale ex A.C. Sambonifacese Nicola Pimazzoni, classe 1986.
 
Scatenato, difficile da controllare Alex Montagnani (il migliore in campo tra i suoi assieme alla “Gru di Lendinara” Pietro Princi), “eccitato”, forse, dalla presenza sugli spalti dell’amico nonché “crotonese” Andrea Nalini, il “Raul di Pradelle di Nogarole Rocca”: infatti, per fermarlo, in occasione del raddoppio castellano, si è dovuti ricorrere al fallo in area. Lo stesso Montagnani trasformava il rigore ed imitava nella gioia bomber Daniele Petrosino, all’ennesimo bersaglio, un quarto d’ora prima. Criticata dalla tifoseria del CastelbaldoMasi la sostituzione dell’ex di turno, Mattia Facci: si implorava l’ingresso di quel Diego Manfrìn, che già a Povegliano era andato in rete, senza ottenere la domenica successiva la riconferma nel ruolo di titolare.
 
Seconda volta consecutiva che l’undici patavino guidato da mister Conti viene rimontato di due reti: era già successo anche la domenica prima a Povegliano. Non dovrà più succedere, al fine di non perdere la qualificazione a un posto al sole dei play off! L’Aurora Cavalponica riscatta con un pareggio da considerarsi quasi un colpaccio la sconfitta ingiusta patita sette giorni prima per mano della capo

    a A.C. Garda, che ora insegue da più vicino rispetto alle altre.
     
    Terza vittoria della gestione Alberto Baù alla guida della Polisportiva Virtus Borgo Venezia: i rosso e blu borgo veneziani vanno a prendersi i 3 preziosi punti all’”Esterino Avanzi”, in casa dell’Alba Borgo Roma di mister Gianfranco Brendolan. Match winner è il sanmartinese Davide “radiolina” Cenci, classe 1988, il quale autografa purtroppo per lui una rete all’incontrario. Giallo-rossi borgo romani in 9, a causa delle espulsioni comminate al molisano difensore Antonio Ciocca (classe 1984) e a Vilkin Coku. Poco dopo, il vantaggio-vittoria polivirtussino!
     
    Torna il sorriso, dopo due visi cupi, in casa dell’U.S. Zai di mister Doriano “Il Ghepardo” Pigatto e del diesse Germano Pistori: il presidente crozzino Giampaolo Gaspari il 9 febbraio compie gli anni ed allora i giocatori giallo e blu gli fanno uno dei migliori regali che un massimo dirigente si aspetta dai suoi giocatori: il successo. E, così è stato al”Meneghello” di via Lussemburgo, nel 2 a 1 con cui viene piegata la Montebaldina del presidente ed architetto Davide Coltri e guidata da mister Gabriele Gambini. Le reti crozzine vengono autografate da John Promise prima e da Nikola Filipovic poi, pensate al 94mo! (quando si dice, non a torto, che le partite non finiscono mai, vero?). Per i caprinesi aveva illuso, con quel gol del pareggio, il “bomber del Garda-Baldo”, l’immarcescibile (1983) Emanuele Bagata.
     
    Al “Comunale dei Martinelli”, il Longare Castegnero di mister Alessandro Sgrigna non riesce ad aver ragione – 0 a 0 – dell’Albaronco di mister Emanuele Pennacchioni. Entrambe le compagini restano in classifica appaiate a 28 punti, in compagnia del Badia Polesine, ancora sconfitto (dopo il Lugagnano allo stadio “Martiri di Villa Marzana”) ora a Sarego, per tre reti a zero. Per le “tigri giallo-nere” di mister Luca Cortellazzi vanno a bersaglio il 1990 Andrea Borotto, l’avanti 1989 Filippo Spessato il 1994 Leonard Anghel.
     
    Al “Gugliemi”, l’A.C. Lugagnano di mister Massimo Gasparato non riesce a dare seguito, continuità al bel colpaccio inferto sette giorni prima Badia Polesine. La gara contro lo spavaldo Povegliano si conclude con uno sterile (di emozioni) 0 a 0. In riva al Piganzo, finisce invece 1 a 1 tra A.C. Oppeano e Cadidavid: apre l’ex Belfiorese, il classe 1993 Francesco Caldana, chiude il sipario il bianco-blu cadidavidese Matteo Ceschi. A.C.Oppeano quarto a 33 punti, in zona play off. Per i bianco-rossi di mister Stefano Ghirardello la ripresa del campionato (domenica 25 febbraio) prevede la trasferta di San Gregorio di Veronella, dove sfideranno i “cavalponici” più su di un solo gradino in graduatoria.

    Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:2004