Archivio: PRIMA PAGINA

4/3/18
PUNTO SUL GIRONE "C" DI SERIE D - 26^ GIORNATA

SORRIDE SOLO IL LEGNAGO CHE BATTE LA CAPOLISTA. AMARE SCONFITTE PER AMBROSIANA E VIRTUS VECOMP
 
Una giornata, che non ha portato bene ale nostre veronesi militanti nel girone “C” di serie D, eccezion fatta per il Legnago Salus, il quale, al “Mario Sandrini” ha compiuto l’impresa del secolo, mandando ko nientepopodimeno che l’ancora capo

    a Campodarsego. Infatti, picche sia per la vice-regina – a 52 punti, 2 tacche dietro i padovani – Virtus Borgo Venezia che per quell’Ambrosiana, che, partendo dal colpaccio inferto nella friulana Tamai, ci aveva abituato a sorrisi e non più ad amare sorsprese.

    Ebbene, i “biancazzurri del Bussé” di mister Manuel Spinale, classe 1978,  superano, con quel tanto che basta, e cioè 1 a 0, i più titolati padovani del Campodarsego di mister Fonti e di bomber Michelotto, espulso per doppio giallo. E’ Danilo Peinado a far la differenza a circa metà del primo round, bravo a incornare di testa in rete un corner battuto da Taylor. Legnago Salus ora 10mo a 32 punti, e in amichevole il prossimo 10 marzo, visto che la serie D osserverà un turno di riposo per il Torneo di Viareggio. Al Legnago Salus, dopo la sosta, toccherà la trasferta di Adria.

    La Virtus cade in borgo Venezia, e quel che più rosica davanti al suo pubblico accorso al “Gavagnin-Nocini”: passa  per 2 a 3 (1 a 1 nel primo tempo) la Clodiense dello skipper Massimiliano De Mozzi, matricola salita in D assieme all’Ambrosiana. I “lagunari” passano per due volte grazie a bomber Marco Farinazzo, poi, fanno il tris grazie a Baido; costui trova nella conclusione l'aiuto della sfortunata deviazione del piedone di Maccarone. Per i rosso e blu borgatari realizzano Domenico Danti, su rigore per fallo ai danni del nuovo arrivato Leveh, il quale firmerà la seconda rete virtussina. La squadra di mister Gigi Fresco resta seconda miglior classificata, ma con l’asterisco, visto che l’Arzichiampo, sotto a lei di  soli 3 punti, non ha giocato e recupererà la trasferta in casa del Delta di Porto Tolle domenica prossima 11 marzo. I borgo veneziani riprenderanno tra 14 giorni con la trasferta di Tamai, ieri sconfitta in trasferta per 4 a 3 in casa del Calvi Noale.

    E, concludiamo con i “diavoli della Valpolicella”: ieri prima sconfitta dopo la buona ripresa dimostrata dopo le prime 5 sconfitte patite dal giro di boa. I rosso-neri di mister Tommaso Chiecchi sono scivolati, 3 a 1, a Carlino di Udine, terra del Cjarlins Muzane di mister Stefano De Agostini, ex “Kondor di Udinese”, Napoli ed Atalanta, classe 1964, ex mister pure del Tamai. Dura solo una mezzoretta la supremazia degli ambrosiani del presidente Gianluigi Pietropoli, perché al 12° gol stagionale di Cesar Pereira non segue altro, se non le reti friulane a firma di Smrtinik, Parpinel ed ancora di Smrtinik, questa volta dagli 11 metri. I friulani scavalcano in classifica l’Ambrosiana, portandosi all’11° posto a quota 30 e a – 2 dal Legnago, lasciando al sett’ultimo posto Ambrosiana e Tamai appaiate a 29 punti. Ma, c’è poco da dormire sonni tranquilli, in quanto dietro alitano forte a a 27 la Clodiense, poi, a 24 il Montebelluna e a 23 il Calvi Noale, tutte e tre le inseguitrici dei “diavoli” con una gara in meno. L’Ambrosiana  riprenderà a giocare al “Montindon”, ospite il “fanalino di coda”, i padovani dell’Abano Terme a 16 watt di lucore, ieri battuti nelle loro terme per 1 a 2 dall’Union Feltre di Belluno.

    Nelle altre gare in programma ieri, valide per la 26^ giornata di campionato, hanno visto il Montebelluna sconfitto dall'Adriese (0-1) e Ital Lenti Belluno sconfitto in casa dall'Este (1-2). Non si è giocato l'anticipo Liventina-Mantova, per neve, gara che si recupererà domenica 11 marzo, come pure Delta Rovigo-Arzignanochiampo che è stata posticipata, e Clodiense-Montebelluna, gara della 25^ giornata che era stata rinviata per raffiche di vento. Il Campodarsego comanda sempre con 54 punti davanti alla Virtus Vecomp a 52 mentre l'Arzignano Valchiampo è a 49 punti con una gara in meno. Quarto con 47 punti c'è l'Este che avanza mentre il Mantova e a 44 con una gara in meno e al sesto posto sale l'Adriese a 42 punti. Il Legnago è 10° a 32 punti mentre l'Ambrosiana è ora 12^ con 29 punti con il Tamai. Dietro sempre penultimo il Calvi Noale che aggancia la Liventina a 23 punti, fanalino di coda sempre l'Abano fermo a 16 punti.

    Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:2006