Archivio: PRIMA PAGINA

18/3/18
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI ECCELLENZA – 25^ GIORNATA

IL CARTIGLIANO A -1 DAL “VILLA”, INDENNE A BELFIORE. CALDIERO RAGGIUNTO DUE VOLTE DAL SONA, “EL VALGA” ANNACQUA IL BARDOLINO, “LANIERI” TOSATI DAL SAN MARTINO, TEAM SCONFITTO DALLA PROVESE, VIGASIO SCIUPONE A MAROSTICA

La 25ma giornata del girone “A” di Eccellenza veneta registra l’avanzata con passo piuttosto deciso dei vicentini del Cartigliano (1 a 4 a Vigonza) verso la vetta, ancora occupata per 1 punto (46 a 45) dal Villafranca di mister Alberto Facci. Il quale non vince, ma neanche capitola a Belfiore d’Adige, salvato pure dalla bravura dell’estremo Michele Martello, classe 1989, ex anche A.C. Somma di serie D. Belfiorese di mister Roberto Maschi, che si sente danneggiata per non aver ricevuto un rigore, a detta sua sacrosanto, e con il suo estremo portiere biancazzurro – l’ex ceretano Luca Berto (1991) quasi disoccupato tra i propri pali.
 
Il Cartigliano di mister Alessandro Ferronato maramaldeggia – 1 a 4 – a Vigonza, nel Padovano, in casa del club associato al San Paolo di mister Giuseppe Camparmò: vicentini in gol con Leonardo Mattioli (1993), Marco Franchesen, poi al bersaglio pieno il rigorista Edoardo Di Gennaro (1993), replica il patavino Alberto Crestani e completa il poker berico il difensore classe 1995 Alex Pellizzer.
 
Perde punti il Caldiero di mister Cristian Soave, terzo a 41 punti a braccetto con il Montecchio Maggiore di mister Davide De Forni, quest’ultimo bloccato sull’1 a 1 al “Gino Cosaro” da un rilanciatosi Pozzonovo di mister Massimiliano Sabbadin. Per i bianco-rossi alto-vicentini agguanta il pari definitivo IL 1994 Francesco Pilàn, dopo che a scuotere la rete per primo era stato il padovano Bilal Boudraa, classe 1994.
 
Al 5° posto a 39 si assesta la già menzionata Belfiorese, dietro di lei, due gradini sotto (a 37) ecco l’U.S. Provese di mister Paolo Beggio, ieri vittoriosa per 2 a 0 a spese del Team Santa Lucia Golosine di mister Marco “Ricciolino” Tommasoni. Gli “aquilotti” farebbero volentieri a meno del triste primato di maggiori gol incassati nel girone – ben 41 -, ma continuano a mantenere una posizione non drammatica comunque in graduatoria. Per i rosso-neri del presidente Gianfranco Chilese, della frazione di San Bonifacio, esultano Pietro Turrini, un 16 luglio 2000 dalle grandi speranze in prestito dall’ex Hellas Verona, e il già maturo “Pinturicchio” Luca Avesani, classe 1987.
 
Dietro al Pozzonovo, a 33 punti, ed ora a 5 tacche dai play out, troviamo il Vigasio di mister Vincenzo Cogliandro: ieri i “Guerrieri del Tartaro” sono saliti al “Virgilio Maroso” di Marostica, evitando lo scacco matto dei rosso-neri alto-vicentini guidati da Ezio Glerean, 0 a 0 lo score finale. In riva al Fibbio, il San Martino-Speme quasi affossa le ultime speranze di salvezza del ValdagnoVicenza di trainer Mario Vittadello e del presidente il dr Roberto Maria Coda, papabile all’acquisizione del Vicenza Calcio e campione motocic

    ico, oltre che ex Ministro dell’Agricoltura del Paese di Fidel Castro e del Che Guevara. 1 a 0 basta ed avanza ai san martinesi di Pippo Damini per piegare le ultime resistenze dei “lanieri”, tosati…ironia della sorte da un colpo ardito di Ciuffo, Andrea, 9 dicembre 1999.
     
    Altra vittoria preziosa per “El Barça della Valpolicella” di mister Jody “Scheckter” Ferrari e ben preparato dal fumanese Michele Mezzacasa, ex “Pelè bianco” del Legnago Salus: 2 a 1 a Valgatara - reti a firma di Dario Biasi e di “Mauro German Camoranesi” Alessandro Vecchione - vittima il Bardolino di mister Matteo Fattori, in rete soltanto con il 1995 Mirko Imperatrice, quando oramai le lancette del cronometro avevano già compiuto il terzo giro di recupero.
     
    Due volte in vantaggio, grazie alle reti realizzate da Giovanni “Il Conte polesano” Guccione, classe 1989, e dal mozzecanese Maicol Bonetti (1991), il Caldiero si vede raggiungere dallo spavaldo Sona di mister Andrea Zoccatelli prima con un graffio dell’ex Adriese e Legnago, classe 1986, Adriano Bernardes sferrato dal dischetto e poi nuovamente dal plotone di esecuzione del rigore da cui si è ben esercitato il “cecchino” rosso e blu Alberto Menini. “Termali”, i quali domenica prossima ospiteranno la più efferata inseguitrice del Villafranca, ossia il Cartigliano, una partita assolutamente da non perdere.

    Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:2006