Archivio: PRIMA PAGINA

29/4/18
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 1^ CATEGORIA (GIR. B) – 30^ GIORNATA

L’A.C. COLOGNA VENETA TORNA IN PROMOZIONE! DIRETTAMENTE AL 2° TURNO DEI PLAY OFF IL FORTE NOGARA MENTRE L’SSD VALDALPONE E L’A.C. ISOLA RIZZA SE LA VEDRANNO AL 1° TURNO. GIA’ RETROCESSA LA SCALIGERA, SI ATTENDE ANCORA DI CONOSCERE CHI GIOCHERA' I PLAY-OUT!

Ritorna, a distanza di qualche anno in Promozione, una piazza appassionata di calcio: l’A.C. Cologna Veneta di mister Salvatore Di Paola, trainer capace – non perché ha trionfato ieri pomeriggio all’”Antonio Perlato” di Tregnago – di fare calcio, e carico dell’esperienza di coach delle giovanili. L’affermazione colognese – 1 a 2 (per l’A.C. Tregnago del barlettano coach Andrea “Re” Defazio ha segnato Luis Andres Bejar Gonzales, 1993 ) - trova la ciliegina sulla torta delle oltre 100 reti griffate da bomber Fabio Sinigaglia. Per il “punteros” classe ’86, ieri doppietta, e che doppietta, ragazzi! Festa fino all’alba – ci hanno aggiornato con il cellulare i pittoreschi tifosi giallo e blù fino ad una buona ora – e Cologna Veneta, dunque, nuovamente in Promozione a fronte dei 63 punti, uno in più del forte e sorprendente Nogara.
 
I “cosacchi bianco-rossi del basso Tartaro” di mister Walter Bampa vincono al “Remo Soave” per 3 a 0 a spese del Bevilacqua di mister Sergio Andreetto, visionato dal ferrarese trainer, ieri confermato ufficialmente alla guida del CastelbaldoMasi, l’ex spallino Luca Albieri, e lo fanno grazie alla doppia su rigore esplosa da capitan Andrea Codognola (1980), e dall’assolo di Giacomo Bissoli, classe ’87 ex proprio della "Cremonese della bassa".
 
Sul terzo gradino bronzeo, l’SSD Valdalpone di mister Totò Mantovani: ieri i monscledensi del presidente, il “Lyon” e commercia

    a 1960 Emilio Cavazza (e di chi ha costruito la squadra: Gionatan Pancera, il “sovietico”, in collaborazione coll’esperto Massimo Franchetto) non riescono ad oltre l’1 a 1 con il più febbricitante di punti in classifica A.C. Pozzo di mister Stefano Paese (al pari definitivo nella ripresa con Francesco Girometti…in gol la palla, classe ‘1993; per i montecchiesi aveva illuso “Varenne” Giovanni Lorenzi, classe 1992).
     
    L’Isola Rizza di mister Stefano Sacchetto riesce a ritagliarsi un posto al sole dei play off, anche se ci si attendeva molto e molto di più – dopo la splendida andata - dai biancazzurri del presidente Franco Brunelli. E, lo fa, andando a pareggiare – 1 a 1 – grazie al rigore trasformato dal ’94 Mattia Vicentini – in casa della Pro Sambo di mister, il belfiorese e bancario Marco Burato (in vantaggio con l’immarcescibile “punteros” classe 1989 Anthony Gambin). Pro Sambo quinta a 47 punti ma ugualmente fuori dai play off, per l’avvilimento della sua “grande anima”, Claudio Fattori, padre dell’aitante quanto forte punta mancina Francesco, classe 1997, studente di Economia e Commercio a Verona.
     
    Il San Giovanni Ilarione, sul sintetico del “Don Giovanni Bosco”, piega per 5 a 4 il Lonigo di mister Giuseppe Allocca. Fatto piuttosto raro come le mosche bianche, ma nel pallottoliere di questa gara troviamo un turn over di realizzatori, nessuna doppietta: e, così per i san giovannei esultano il ’95 Thomas Marchetto, il 96 Francesco Chiarello, l’88 Dario Damini, il ’96 Mattia Marcazzan e su rigore Vujcic. Di contro, per i leoniceni realizzano il ’97 Matteo Masetto, il ’96 Tommaso Zaninello, il ’92 Filippo Bevilacqua e il ’93 Davide Longo (questi ultimi due già noti e precisi frombolieri biancazzurri).
     
    Rocambolesco 4 a 4 a Casaleone tra i giallo e blu “casa leoncini” di mister, il bancario Filippo Crivellente e la matricola Atletico Città di Cerea di mister, l’italo-argentino Luis Gustavo Passera. Ancora una volta doppietta di bomber Luca Pasquali per i giallo e blu casaleonesi del presidente Marco Faella, poi, Luca Lorenzetti e su rigore l’”evergreen” Massimiliano Urban, classe 1981 da Spinimbecco di Villabartolomea. Per i bianco-granata ceretani del presidente ed avvocato Luca Bronzato, invece, esultano per due volte Stefano Guandalini (1982), una invece il “gemello” 1996 Andrea Boscaro e una l’ex GSP Vigo 1944, il 1990 Simone Danielli.
     
    Alla “Bonbonera” di Zevio, 2 a 0 dei bianco-neri di mister Cristian Piasere a spese del già sazio e già panciuto Valtramigna Cazzano di mister Adriano Laperni e del diesse Federico Bovi, già richiesto da altri culb e sul piede di partenza da Cazzano. Non poteva non segnare un bomber forse sprecato in Prima categoria, Gianmarco Ravelli – futuro oppeanese? –, imitato nell’impresa gioiosa dall’ex pastrenghese, il classe ’93 Filippo Begali.
     
    All’”Eliseo Zendrini”, i Boys Buttapedra si congedano dal loro pubblico vincendo 2 a 1 contro la Scaligera di mister Alessandro Ghirigato (giallo-rossi isolani in rete col solo e rompi-ghiaccio in fatto di reti Andrea Girardi, classe ’92) e con attualmente già in tasca il pass per ripetere l’anno prossimo la categoria. I realizzatori del gruppo guidato da Paolo Novali sono: su rigore Valerio Manzini, classe 1990, e su azione il ’97 Luca Zaffani.
     
    Ancora da definire, perché “sub judice”, la griglia dei play out. Sicura retrocessa in Seconda categoria la Scaligera del presidente, il potente imprenditore nel ramo del riso, Luca Melotti. Lonigo e Bevilacqua sicure di giocarsi il primo turno mentre se verrà ridato il punto al Pozzo verrà risucchiato nei play-out il Boys Buttapedra. Quindi per avere il verdetto definitivo anche qui dobbiamo aspettare il prossimo comunicato ufficiale.

    Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:2009
- Adv -
- Adv -
- Adv -