Archivio: PRIMA PAGINA

9/9/18
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI ECCELLENZA – 1^ GIORNATA

GARDA E CALDIERO GIA’ IN FUGA CON POZZONOVO E VALBRENTA

Partiti! Andiamo a commentare il primo, storico campionato di Eccellenza, girone “A”, a 17 squadre: ha riposato il Vigasio di mister Mario Colantoni. La favorita number one alla promozione in serie D, il Caldiero, e la matricola A.C. Garda, sono le veronesi che tentano già la fuga!
 
I “termali” del riconfermato coach Christian Soave hanno la meglio, 2 a 1, all’ombra di Giunone, ancora in bikini per il sorprendente caldo estivo, della matricola padovana, la bianco e nera Arcella. Che l’anno scorso ha stravinto, a suon di punti, gol e vittorie il Torneo patavino. In vantaggio addirittura i bianco-neri scudati di mister Tentoni grazie al rigore realizzato da Angelo Conte, classe 1989, non un lontano parente del nostro attuale premier Giuseppe, né dell’ex trainer pugliese della Juventus, Antonio. Poi, la remuntada caldierese, a firma dell’ex ValdagnoVicenza, il classe 1998, Massimiliano Mezzina, e l’artigliata velenosa, finale e fatale sferrata dall’ex Legnago Salus, il classe 1991 Lorenzo Zerbato.
 
Prima vittoria nella sua storia di matricola di Eccellenza per l’A.C. Garda del coach, il mantovano Paolo Corghi: in estate si frantuma il ginocchio il bomber brasiliano Jeronimo Soares, ma, i lacustri sanno lo stesso andare in gol, a dispetto dei padovani dell’Abano Calcio, grazie alla bocca di fuoco Evio Xarfellari, anno di nascita il 1997. Ma, riescono nell’impresa del temporaneo pareggio solo dopo l’acuto emesso dal 1997 Francesco Minozzi. 1 a 1, ma, è capitan, la “bandiera” gardesana Mirko Dorizzi a far sventolare il vessillo rosso e blu sul ponte di comando, imitato successivamente dal compagno di ciurma Avdullari. Tutti e 4 questi gol nel primo tempo. La ripresa vivrà, in fatto di emozioni, del gol, inutile ai fini della modifica del verdetto finale, del padovano “Gianni” Roberto Morandi, classe ’86.
 
Ma, a spartire la gloria del primo posto in graduatoria, anche la padovana e quotata Pozzonovo di mister Sabbadin, riconfermato in sella ai bianco e blu, club privo dei fratelli Giordani (passati al CastelbaldoMasi di Padova, in Promozione), e che tritura con un impietoso 3 a 0 in casa propria l’F.C. Valgatara di mister Jody “Schecter” Ferrari (il timoniere più giovane di tutta l’Eccellenza veneta!), orfano della regìa difensiva di Dario Biasi, ex difensore di Hellas Verona, Cesena, Pavia ed altro passato all'Ambrosiana in serie D. I pozzonovesi passano grazie ai precisi colpi sferrati da Menale, dall’argentino Mangeri e dal giovane (2000) Jacopo Rizzieri.
 
Vittoria subito anche per i vicentini del Football Valbrenta di mister Pontarollo, matricola di Promozione: in casa loro, nello stadio di Valstagna, gli arancio-blu alto berici spengono, 1 a 0, le velleità dei padovani del Borgoricco di mister Bertan, con un colpo di spillo sferrato all’incirca alla mezz’ora del primo round dal 1990 Alberto Pinton. Il Sona del nuovo trainer, il pluri-medagliato Fabrizio Sona, è costretto alla rimonta del gol messo a segno dalla Belfiorese grazie al 1992 Enea Bolcato. E’ dell’ex lupatotino Santhos Corazza l’unghiata dell’1 a 1 finale che regala il punto ai rossoblu del preidente Paolo Pradella.
 
Nel derby vissuto sul Fibbio, il San Martino-Speme del riconfermato mister Pippo Damini, impatta sul 2 a 2 contro la matricola San Giovanni Lupatoto dei nuovi Marco Pedron, il mister, di Gino Crema, il diesse, e di Vito Bullo, il diggì. Apre il sanmartinese, di Caprino, Francesco “Vitel” Tomè, classe 1991, ripreso dal lupatotino Andriani, poi, prova la fuga il neo-entrato – al posto del bianco-rosso Zampini – Gordi Dritan, ma gli strozza l’urlo e l’illusione del gol vittoria, del colpaccio, bomber Pietro Filippini.
 
Pari – 1 a 1 – al cospetto del quotato Montecchio Maggiore, anche sugli impianti sportivi di via Sant’Elisabetta, a Santa Lucia, tra il Team del nuovo coach Andrea Sirio Manganotti…che vede le stelle e scorge il suo bell’astro in occasione del gol dell’illusorio vantaggio realizzato direttamente su calcio piazzato dal classe 1994 Riccardo Olivieri (figlio di Valter, il vice presidente biancoblu), e poi è costretto a scrutare l’eclissi di luna della vittoria per colpa del pareggio definitivo dei bianco-rossi vicentini di mister Davide De Forni timbrato a firma di Tescaro. Grande match giocato da bomber, il super tatuato Emilio “Eliseo” Brunazzi, il quale ha tenuto in costante apprensione la retroguardia montecchiese per oltre un tempo buono. Ma, non inganni il risultato stitico di reti: si è trattato di una gara molto bella, soprattutto da parte del Team, con un primo tempo equilibrato
 
Restando nel registro vicentino, 1 a 1 anche tra la Calidonense (la realtà calcistica di Caldogno, la patria di Roby Baggio) guidata da mister Claudio Clementi e la padovana Piovese di mister Boscaro. Il tutto si traduce, in buona sostanza, in termini pratici, nella botta dagli 11 metri del difensore vicentino, il giallo-rosso Vittorio Mietto, classe 1992, e nella risposta all’88’ da parte del bianco-rosso padovano Nicolò Zecchinato, classe 1998.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:2003