Archivio: PRIMA PAGINA

30/9/18
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI PROMOZIONE – 4^ GIORNATA

POVEGLIANO, NON CI SIAMO!, CASTELBALDOMASI ED ALBARONCO A BRACCETTO IN FUGA, “MOZZE” A INSEGUIRLI 4 PASSI INDIETRO. L’ALBA RISORGE CON MISTER RUSSO, PRIMO URLO OPPEANESE, CAVALPONICI IN VOLO!

L’Alba Borgo Roma va a lezione di…Russo, Nino l’ex Primavera dell’Hellas Verona , subentrato per sette giorni a sostituire il collega Lucio Manganotti, e l’Alba Borgo Roma risorge in tutto il suo splendore. Accede, meglio, è accaduto in casa delle disorientate, strapazzate “libellule” poveglianesi di mister Lucio Beltrame, incapaci di vincere ed ora all’ultimo posto in graduatoria con quel solo punto, condiviso dai vicentini del Sitland Rivereel di mister Peter Taccardi. I giallo-rossi borgo-romani fanno la voce grossa, 1 a 3, a Povegliano, dopo che il primo ad aver urlato “goool!” è stato il biancazzurro Alin Birlea. Il “cosacco” Goran Georgev Ivanov (1990), bomber Andrea Vesentini (1997) e il giovane centrocampista classe 1998 Luca Zavadelli ribaltano come un guanto il verdetto a loro inizialmente avverso.
 
Sempre al comando, a gonfie vele e a punteggio pieno la coppia CastelbaldoMasi-Albaronco: le “tigri bianco-rosse” basso-patavine della leggenda spallina, il ferrarese Luca Albieri e “giocattolo” di “patron” Michele Ottoboni, si impone anche fuori casa, al “Giuseppe Pancera” di Castelnuovo del Garda, “tana” della matricola nero-verde guidata dal lippiano Fabrizio Gilioli. Doppia carica di dinamite esplosa da bomber Enrico Bortolotto (1981), poi, acuto emesso dall’ex Piovese Deinite. Per i “castellani del basso Garda”, replica con successo il solo Matteo Tommasi, classe 1992, ex PescantinaSettimo.

All’”Erasmo Zamperlini” di Ronco all’Adige, una doppietta del classe 1999 Matteo Pasin permette all’Albaronco di mister Emanuele Pennacchioni di piegare il braccio della resistenza oppostogli dalla matricola Nogara di mister Walter Bampa, terz’ultima a quota 2, ed ancora alla caccia del primo successo della stagione. Il primo piano, lo zoom è tutto riservato a Pasin, mentre troppo tardi, per poter sperare in una clamorosa rimonta, scocca il gol dei “cosacchi bianco-rossi” del Basso Tartaro, quello griffato dal mantovano Diego Grigoli, classe 1992. Ibra Afyf para anche l’imparabile (è sprecato per la categoria sia perché è capace di fare gol sia perché sa giocare con entrambi i piedi, proprio come vuole il calcio ultramoderno!), e così il 4° successo di fila è sicuro nella bisaccia degli albaronchesani del vice presidente e mastro pasticcere Daniele Dall’Oca.
 
Ha ben disteso le proprie ali in volo l’Aurora Cavalponica di mister Flavio Carnovelli: ieri, in riva al Guà, vittoria per 0 a 2 in casa dei “giallo e blu del mandorlato” colognesi allenati da Salvatore Di Paola. Fa tutto l'argentino Nicolas Musso per i ragazzi di San Gregorio di Veronella di capitan, lo juventino Simone Romellini e dello zelante team manager Stefano Pavoni. La squadra del presidente Stefano Bressan risale al 4° posto con 7 punti.
 
Ecc victoria! – la prima giunta dopo 360 minuti! – per l’A.C. Oppeano di mister Stefano Ghirardello, il quale punta a mettere più fieno possibile nella cascina bianco-rossa. Buon 0 a 2 esterno (era stato chiesta l'inversione del campo), frutto dell’uno-due di Dame Diagne (su rigore) e di Nikola Filipovic, classe 1990, ex crozzino. Tre punti ossigenanti per i biancorossi del presidente Sergio Mustoni.
 
Altro capitombolo del Badia Polesine di mister Sandro Terrasin: 1 a 2 e sfrecciano le “tigri giallo-nere” della Seraticense di mister Luca Cortellazzi. Aveva illuso il bomber albanese Erjon Dervishi (1983), ma a far precipitare a terra i biancazzurri polesani ci pensavano bomber Leonard Anghel (1994), che era stato preceduto dal gol del momentaneo pareggio di Montemezzo.
 
Altro punticino per la matricola Chiampo di mister Lovato, il quale sale a 6 punti e con la casella delle sconfitte ancora immacolata: i giallo-verdi vicentini provano a passare, e ci riescono, grazie a Tirapelle, ma il bottino viene dimezzato dal graffio inferto dal polivirtussino “trottolino” Paolo Forgia, “bocia del ‘99” ex giovanili dell’Hellas Verona. Le due reti, sale della partita, si consumano entrambe nel primo tempo. Rossoblu virtussini di mister Alberto Baù ora al 4° posto con 7 punti.
 
All’ombra del bocciodromo, roboante, chiassoso, assordante 4 a 4 tra “El Mozze” di mister Nicola Santelli e l’A.C. Cadidavid di mister Armando Corazzoli. Non ha crepitato alcuna doppietta, ma, in una sorta di turn over, sono andati a bersaglio ben 8 marcatori: Alberto Menini, Nicola Gelio (difensore 1992) e Perlini – per il triplice allungo cadidavidese! -, poi, Luca Riva segna il definitivo pareggio dopo il sorpasso rossoblu; Andrea “El Prince” Mileto (1990), Mattia Bellesini (2000), Bellinazzi e il 1992 Daniele Romano i marcatori per i “rosso e blu della Postumia” del presidente Riccardo Montefameglio (annus domini il 1978).

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:2037