Archivio: PRIMA PAGINA

7/10/18
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI PROMOZIONE – 5^ GIORNATA

REGNA L’EQUILIBRIO STABILE: BEN 5 I PAREGGI! CASTELBALDOMASI BYE BYE, L’ALBARONCO COSTRETTO ALLA RINCORSA DEL PUNTO A BORGO VENEZIA, IL CADIDAVID HA RAGIONE DELLA MATRICOLA CHIAMPO, LO SITLAND RIVEREEL BATTE IL BADIA POLESINE.

Ed ecco la fuga delle “tigri bianco-rosse” basso padovane della leggenda spallina, il berlingueriano Luca Albieri, ex anche Castel di Sangro: i “castellani” al “Donato-Smanio” inanellano la vittoriosa “cinquina” di fila ed ora si sganciano dall’abbraccio con quell’Albaronco, il quale non riesce ad andare oltre il pari e il punto nella trasferta borgo-veneziana, in casa della Pol. Virtus.
 
Vittima delle tigri di “paron” Michele Ottoboni da Menà di Castagnaro di Verona, il “fanalino di coda” Povegliano, che, resta tale anche dopo la sconfitta stagionale numero 4. L’undici bianco-rosso di capitan Deinite passa grazie alla doppia di Djordjevic ed al gol all’incontrario realizzato da Pasquale Petillo, centrocampista datato 1989. Per le infreddolite “libellule” poveglianesi di mister Lucio Beltrame gioisce il solo 2001 Pietro Piacenza, scuola Chievo, sì, proprio colui che l’anno scorso da debuttante allo sbaraglio inflisse il dispiacere – 0 a 1 – al CastelbaldoMasi di mister Albieri. Ma, “Sic transit gloria mundi!”…

L’Albaronco di mister Emanuele Pennacchioni è costretto alla rincorsa col laccio del Far West nei confronti della Pol. Virtus di coach Alberto Baù da Zevio, passato in vantaggio con “trottolino amoroso” Forgia, Paolo, classe 1999, scuola Hellas Verona al suo 3° centro in campionato. Il pari definitivo per i bianco-verde-granata del diesse Alessandro Romìo scocca nella ripresa, a firma di Nicolò Centomo, ragazzo cresciuto proprio nelle giovanili rossoblu.

Buona vittoria interna per l’A.C. Cadidavid di mister “Che Guevara” Armando Corazzoli, tornato al suo paesello non natìo, ma del trionfo con i bianco-blu in 1^ categoria, trionfo ottenuto in epoca Cenozoica: 2 a 1 e va ko la matricola giallo-verde del Chiampo di trainer Lovato. Ed anche in questo registro, segna un altro Centomo, Tommaso, centrocampista del 1989, suo il gol dell’inutile 2 a 1 dei vicentini del presidente Andrea Lovato. Per i cadidavidesi del diesse Adelino Biondani hanno esultato, braccia al cielo, i centrocampisti Matteo Ceschi e Christopher Marcolini.
 
Il Sitland Rivereel 2005 del mister nonché funzionario bancario Peter Taccardi ha la meglio, 2 a 1, sul Badia Polesine, compagine di mister Terrasìn, la quale deve ancora trovare le coordinate giuste di questo Torneo. Il biancazzurro goleador rodigino Filippini viene stretto, strozzato come il suo gioioso urlo in gola dalla morsa a tenaglia degli altri due realizzatori bianco-viola Anthony Gambin (vecchia conoscenza veronese) e il 1988 Carlo Pegoraro.
 
Esce indenne, 1 a 1, il Cologna Veneta da Sarego, dove hanno affrontato le “tigri giallo-nere” di mister Luca Cortellazzi che devono rimontare con Montemezzo il gol scoccato nel 1° tempo dal “giallo e blu del mandorlato”, bomber Fabio Sinigaglia, classe 1986. Insomma, per i “ragazzi del Guà”, quelli allenati da Salvatore Di Paola, per ora, un brodino per convalescenti, in attesa di tempi futuri certamente migliori di quest’inizio di stagione all’insegna dell’incertezza comportamentale.
 
Punticino della flebile rinascita, in riva al Basso Tartaro, e precisamente al “Remo Soave”, per il Nogara di mister Walter Bampa: 1 a 1 spartito come una mela, a metà, con l’A.C. Oppeano di mister Stefano Ghirardello, “gentleman del nostro calcio”, in illusorio vantaggio grazie a Nikola Filipovic, ex crozzino. Ad una manciata di minuti al triplice fischio finale, arriva come un colpo al cuore dei bianco-rossi oppeanesi il gol del definitivo pari, griffato dal "Capitano dei Capitani” nogaresi, Andrea Codognola, l’esperienza in carne ed ossa.
 
Solo mille tenere bolle di sapone all’”Esterino Avanzi”, nella tenzone ingaggiata tra l’Alba Borgo Roma di mister Lucio Manganotti e la matricola A.C. Mozzecane dell’omologo, il mozzecanese – con B&B ad Affi – Nicola Santelli: i due portieri, Michele Santin, classe 1988, per i giallo-rossi borgo-romani da una parte, e il 1987 Marco Avanzini, dall’altra, hanno negato agli spettatori lo spettacolo delle reti e del biglietto pagato. Ah, un particolare non trascurabile: Mozzecane ancora squadra imbattuta, alla pari di CastelbaldoMasi e di Albaronco.
 
A San Gregorio di Veronella, 1 a 1 tra l’Aurora Cavalponica di mister Flavio Carnovelli e la matricola CastelnuovoSandrà del pari di panca, Fabrizio Gilioli. Ancora un gol del favoloso “nero-verde castellano”, il “recidivo goleador” Matteo Tommasi, classe 1992, poi, a smorzargli la gioia in corpo il rigore scaraventato in fondo al sacco al 95mo (gulp!) dal cavalponico Nicolas Musso, l'argentino decisivo domenica scorsa con una doppietta. La squadra del presidente Stefano Bressan è ora nel gruppetto al 4° posto a quota 8 punti.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:2021