Archivio: PRIMA PAGINA

9/12/18
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. A) – 14^ GIORNATA

INARRESTABILE SAN PERETTO! MALCESINE, LA VETTA E CAVAION RALLENTANO IL PASSO. VITTORIE IN TRASFERTA PER BUSSOLENGO E JUVENTINA, BEN 5 I PAREGGI, 4 DEI QUALI TERMINATI SULL'1 A 1.
 
La capo

    a, la "giubba rosso-nera" sanperettiana, non arresta il suo passo trionfa
      ico e si porta ora sul vantaggio di ben 8 tacche (il rapporto è di 36 a 28) sulle immediate inseguitrici, che si chiamano ora Malcesine (a 28), ora Pol. La Vetta ed A.C. Cavaion, appaiate, quest'ultime, a 26 punti.
       
      Ricordiamo che il San Peretto è l'unica formazione dilettantistica veronese a non aver ancora conosciuto l'onta della prima sconfitta; ieri l'undici di mister Francone Tommasi sul proprio "Comunale" di via Cavalieri di Vittorio Veneto ha matato con un 5 a 1 assordante, impietoso il già "frantumato" "fanalino di coda" Team S.Lorenzo Pescantina, affidato dal suo massimo dirigente Pietro Zangrandi all'ex "punta di diamante" del Pescantina d'Interregionale, "gioiello" di Natale Pasquali, prima che l'ovicoltore rilevasse il Mantova per affidarlo a Mariolino Corso, l'ex "Sinistro di Dio" dell'Internazionale morattiano ed herreriano. Ebbene, uomo che conosce molto bene la piazza e i suoi umori, Icio Zenorini, classe 1958, compagno di squadra anche, nel Castiglion delle Stiviere dell'allora n.10 Gene Gnocchi, del quale ancora adesso ne tesse elogi nelle rimpatriate tra ex pescantinesi. In vantaggio, ciononostante, il club del velodromo pescantinese, grazie a Secrieru, ma, poi, alluvionato, sepolto dalla valanga sanperettiana, artefice dei gol firmati dall'incontenibile Devid Mignolli (fantastico tris per il nato nel 1990!), dall'ex prescantinese Giacomo Zumerle, classe '88, e dal difensore 1990 Eros Spada...di Damocle...
       
      Al secondo posto, a 28 freccette, sempre il Mlacesine del presidente Simeone Casella e di mister Marco Martini da Riva del Garda: ieri, sul sintetico di Cassone, 1 a 1, non di più, contro il rinato Colà Villa dei Cedri di mister Raffaele Pachera; con botta del bomber dei "cedrini" Luca...Pro...Nobis, classe '88, ex Gabetti Valeggio, e replica da parte del bianco-granata alto-gardesano Davide Brighenti, anno di nascita il 1999.
       
      Al 3° posto, a braccetto, e a 26 punti Pol. La Vetta ed A.C. Cavaion: per entrambi un pareggio (2 a 2 per la Polisportiva contro il BureCorrubbio; 1 a 1 per i cavaionesi all'ombra degli epici forti austroungarici di Pastrengo), che non certo esalta; anzi, comanda un forte rallentamento nei confronti della fuggiasca sanperettiana.

      Al "Montindon", la matricola domegliarese di mister Nicola Martini è costretta a rimontare i due gol avversari (a firma del '90 Paolo Bendazzoli e di Bret "Pitt") Adobah grazie alla doppia (anche su rigore) griffata dall'ex Pieve San Floriano, il 1991 Damiano Giacopuzzi. Pastrengo di mister Paolo Brentegani in vantaggio-illusion con il 1996 Alberto Ronconi, ma poi, rimontato dal gol del biancazzurro cavaionese , l'ing. Jurij Brognara, ex MontebaldinaConsolini, classe 1988.
       
      Sesto, a 23 punti, la Pol. Consolini di mister Alessandro Saiani, ieri, all'"Adolfo Consolini", passa in vantaggio con Alberto "Abba" Zanolli da Caprino, classe 1989, ma si fa raggiungere - sempre nel primo round - dal lacisiense centrocampista, classe 1990, Mattia Parolini, per la grande gioia dello skipper Gabriele Gelmetti.
       
      Finisce 1 a 1 a Rivalta di Brentino Belluno, tra l'F.C. Valdadige di mister Marzio Menegotti e il Sant'Anna d'Alfaedo del pari grado, il "falconiere" bianco-granata Francesco Corazzoli. Un gol per tempo: apre il "falco d'area di rigore" Simone Benedetti, classe '85, chiude il tabellino marcatori il valdadigino Massimo Fresolone, classe 1987.
       
      Aziona la freccia del sorpasso fuori casa - esattamente a Gargagnago - la Juventina Valpantena del nuovo trainer Massimo Burato: 1 a 2, con le reti effettuate dai bianco-neri Elia Morandini (1996) e Riccardo Degani (1988) che chiudono, anzi, soffocano, a mo' di tenaglia, il gol dell'illusorio pari del "tricolore", il 1996 ed ex lupatotino Marco Masconale.
       
      Nella "tana" dei simpatici "scoiattoli" corbiolesi di mister Paolo Masconale, passa, 2 a 3, il Bussolengo di mister Roby Pienazza: doppio vantaggio rosso-verde ospite a cura del '97 Davide Oliviero, difensore, e di Matteo Tezza, classe 1996, poi, "Masaniello" Manuel Masenelli (1995) per i granata del presidente Sandro Zanini. Di nuovo allungo bussolenghese grazie al "bocia del '99", Damiano Bottura, ed inutile accorciamento di distanze da parte del 1987 Michele Bombieri.

      Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:2004