Archivio: PRIMA PAGINA

13/1/19
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI ECCELLENZA - 19^ GIORNATA

IL “CICLONE” ARCELLA COLPISCE IL GARDA E SI RIPORTA IN TESTA. GIALLO AL CALDIERO CONTRO I “CUGINI” DELLA BELFIORESE, VALGATARA “CORSARO” A CALDOGNO, VIGASIO SEMPRE 3° E A -2 DAL PRIMATO. S.MARTINO IN RIMONTA COL “DOPPIO” BOSEGGIA CONTRO LA PIOVESE. IL SONA SOVRASTA IL MONTECCHIO ED E’ 8°, PARI INCOLORE TRA TEAM S.LUCIA E S.GIOVANNI LUPATOTO. IL BORGORICCO SALTA IL POZZONOVO.

Dopo aver fatto la voce grossa (1 a 2), mercoledì 9 gennaio all’ombra della basilica di S.Antonio di Padova, casa dell’U.S. Arcella e dopo averla scavalcata in classifica per 4 giorni, lo scettro torna nuovamente nelle mani dei bianco-neri padovani: l’Arcella, abbattendosi come il peggiore degli tzunami a Garda (0 a 4, reti di Angelo Conte, 1989, doppia di Lorenzo Barzon, classe 1999, ed acuto del 2000 Adolfo Asoletti), si riappropria della leadership del girone “A” di Eccellenza veneta, in concomitanza col pari interno ed incolore (0 a 0) tra il Caldiero di mister Cristian Soave e la Belfiorese del nuovo “timoniere”, il borgo-veneziano Michele Cherobin (subentrato al coach caldierese Roberto Maschi).

“Termali” orfani di bomber Niccolò Zanetti e de “Il Conte di Castelmassa di Rovigo”, Giovanni Guccione, costretto alla resa da un rialzo febbrile “invalidante” circa la propria presenza in campo. In prima linea, “Fedez” “Belotti” Emilio Brunazzi, uno degli “eroi di Bassano”, il quale ha confermato per tutti i 90 e più minuti la sua performance, la sua grande responsabilità di caldierese dop e doc.
 
Arcella dunque, di nuovo primo, ora a 37 punti, tallonato a 36 dai giallo-verdi del presidente Filippo Berti, e a 35 dal Vigasio: all’”Umberto Capone”, i “Guerrieri del Tartaro” affettano, 3 a 1, i meno quotati “termali” dell’Abano di mister Lucchini, in rete solamente con il nato nel 1986 Stephen Laguda. Per i vigasiani, guidati da mister “Mou” Mario Colantoni, invece, reti a cura dell’”architetto del gol”, Francesco Vitelli (ex Avezzano Calcio, 1990) e doppia di Andrea Antenucci da Termoli di Campobasso.
 
Quarto a 29 punti, nonostante ieri abbia osservato il turno di riposo, il Football Valbrenta di mister Alessandro Pontarollo e del passionale vice-presidente Stefano Cavalli, bella ousider alto-vicentina di questo equilibrato, avvincente raggruppamento; gli arancio-blu berici vengono raggiunti dall’F.C. Valgatara di mister Jody “Scheckter” Ferrari, trionfatori per 0 a 1 a Caldogno, in casa della Calidolense dell’omologo Claudio Clementi (mattatore, per “El Barça della Valpolicella”, Federico Margotto, difensore classe 1999 ex Ambrosiana).
 
Vittoria toccasana, come le famose pasticche per la gola della nota reclame, per il Sona di mister Marco “Ricciolino” Tommasoni, il mister che commercializzando i suoi orologi in legno ha fermato il tempo e rilanciato il Team S.Lucia Golosine; oltre, ovviamente, ai rosso e blu che sta ben catechizzando: 2 a 1 e la vittima è anche la delusione di queste prime 18, gare, ovverosia il Montecchio Maggiore del bomber tunisino-italiano, Hakim Calgaro (1989), che segna, sì, ma un gol di Pirro, cioè inutile ai fini del rovesciamento del verdetto finale (l’ex “Duca di Este”, l’ex villafranchese Luca Taddeo, e il coetaneo (1988) bomber vicentino ma con sede odierna borgo-veneziana Federico Marchetti, i marcatori sonesi).
 
Il Borgoricco si gusta il piatto ricco del colpaccio (1 a 2) sferrato a Pozzonovo: in vantaggio i ragazzi di mister Massimiliano Sabbadìn con il 1991 Andrea Birolo, sotto poi due volte per mano (o per pié, poco conta, il risultato della caduta è lo stesso) di “panzer” Edoardo “maestro di” Cappella (classe 1992) e del 1995 Nicola Gomiero.
 
Per due volte in vantaggio, la Piovese di trainer Franco Boscaro, grazie ai centri azzeccati dall’aitante quanto promettente avanti datato 2000 Roberto Poncia e dal 1997 Marco Dovico, accusa un’inversione ad “u” per il grande ritorno dei sanmartinesi di mister Pippo Damini; i quali ricordano lo “ius soli” di loro appartenenza in riva al Fibbio (doppia di bomber Giacomo Boseggia, anche su rigore).
 
Al “Comunale” di via S.Elisabetta, 0 a 0 tra il Team S.Lucia Golosine di mister Andrea Scardoni e il S.Giovanni Lupatoto del collega Matteo Fattori. Da parte degli “aquilotti” bianco e blu rionali salgono alte le vibrate proteste per quell’occasionissima capitata sullo scarpino di Riccardo Olivieri e che il direttore di gara ha svuotato di forza, potenza e volontà realizzativa ravvisando il fuori gioco.
 
Domenica prossima, 20^ giornata, riposerà l’Abano Terme di Padova.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:2021