Archivio: PRIMA PAGINA

27/1/19
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI PROMOZIONE - 19^ GIORNATA

CROLLA IL CASTELBALDOMASI, MA NESSUN PERICOLO PER I SUOI 10 PUNTI DI VANTAGGIO: CADONO ANCHE ALBARONCO E SERATICENSE! LA POL. VIRTUS AFFOSSA IL CHIAMPO, L’OPPEANO SPEZZA GLI 11 RISULTATI UTILI DELLO SITLAND, IL NOGARA SMORZA L’ALBARONCO, IL CADIDAVID “EL MOZZE”. ALTRO K.O. COLOGNESE A S.GREGORIO, L’ALBA BORGO ROMA INTERROMPE IL MAGICO VOLO DELLE “LIBELLULE” POVEGLIANESI.

La prima volta in negativo del CastelbaldoMasi non ha prodotto sconquassi alla classifica; che vede sempre le “tigri bianco-rosse” basso-padovane di mister Luca Albieri al comando con un capitale sostanzioso di ben 10 punti di vantaggio sull’Abaronco. Al “Donato-Smanio”, ieri pomeriggio, 19ma di ritorno, è andata in onda la prima scivolata dei “castellani” di “paron” Michele Ottoboni, sgambettati dal CastelnuoSandrà del lippiano trainer Fabrizio Gilioli: 2 a 4 per i “nero-verdi del basso Garda”, in rete per due volte con l’ex Bardolino, il classe 1997 Valentino Urbenti, con l’ex quadernese Ignacio Shults, classe ’96, e col difensore datato 1990 Thomas Rainero. Per il CastelbaldoMasi, invece, hanno fatto “bingo!” Roberto Lombardo (1998) ed Enrico Bortolotto, classe 1981.
 
Una sconfitta, come direbbero i medici, taumaturgica ed al tempo stesso fisiologica per i sempre-capo

    i, facile da metabolizzare in quanto anche le due più inferocite (forse è un aggettivo troppo forte, visto il gran distacco!) inseguitrici, Albaronco e Seraticense, hanno frenato pure loro la loro avanzata. I bianco-verde-granata di Ronco all’Adige di mister Emanuele Pennacchioni sono affogati nelle acque gelide del basso Tartaro all’altezza di Nogara, impallinate dall’avanti marocchino, classe 1994, Aiob Nouhi. Il nostro blitz nella “tana” dei “cosacchi” di mister Andrea Greggio non ha, dunque, sortito l’effetto sbagliato, casomai benefico, caro presidente nogarese Andrea Martini, o no?
     
    Il gruppo bianco-rosso l’abbiamo trovato in ottima salute, con vari sorrisi sprizzati dai volti dell’ex Governolese Thomas Varana, di Pio Vitaglione, punta casteldariese del 1999, di bomber Diego “de la Vega” Grigoli, di Mattia Zaghini, difensore della Ciniselli rodigina, classe 2000, di “sir over 400 gare”, Andrea Codognola (1980) e dell’ancor “giovin bandiera” Christopher Negrini, classe ‘92. Ricordiamo che all’andata il Nogara aveva fermato sul pittoresco 3 a 3 la sempre-capo
      a CastelbaldoMasi.
       
      A Sarego, braccate anche le “tigri giallo-nere” del veronesissimo trainer Luca Cortellazzi, ex Triestina di C1: “Kondor” Fantìn, ad inizio di ripresa, è il più lesto di tutti a freddare l’estremo difensore seraticense Bagherini e a far fruttare al Badia Polesine di mister Ruggero Ricci 3 punti davvero utili per portarsi quasi fuori dalle secche dei play out. I rodigini sono quint'ultimi a 23 punti alla pari di Nogara e Cadidavid.
       
      Ancora picche per il Mozzecane di mister Nicola Santelli: nel rione Sacra famiglia il semaforo rosso sui postumiesi viene fatto accendere dall’A.C. Cadidavid di mister Armando Corazzoli, bravo a rialzarsi in piedi dal letto dopo una pesante influenza. Ad una manciata di minuti dal termine, è l’ex sanmartinese Luca "Gigi" Riva, classe 1994, a decidere che il piattino della bilancia debba pendere per i bianco e blu del sempiterno diesse Adelino Biondani.
       
      Dopo due domeniche bestiali, la Pol. Virtus B.V. di mister Alberto Baù ritrova il sole, oscurando per 2 a 0, in borgo Venezia la matricola Chiampo, ultima della classe, nonostante che a dicembre abbia provveduto a rinforzarsi… Il ruggito del 1997 Andrea Leoni, imitato dal compagno di scuderia Yuri Brizzi, classe 2001 (gulp!) mettono alle corde i giallo-verdi vicentini guidati ora da mister Gianfranco Brendolan.
       
      In riva al Piganzo, si ritrova, dopo ben 5 sconfitte consecutive, l’A.C. Oppeano di mister Stefano Ghirardello: 3 a 1 a uno Sitland Rivereel del collega veronese Peter Taccardi, il quali si godeva gli 11 risultati utili consecutivi. Invece, a negare il 12 in schedina, per i bianco-rossi del presidente Luca Agnolìn, ci pensano Barini, il centrocampista 1996 Michael Bissoli e l’ex crozzino, classe ’90, Nikola Filipovic. E, pensare che a rompere il ghiaccio era stato per primo il vicentino di Albettone Dalla Benetta.
       
      A San Gregorio di Veronella, 4^ sconfitta di seguito – 2 a 1 - per l’A.C. Cologna Veneta di mister Salvatore Di Paola e 16 gol subiti dai “giallo e blu del mandorlato” negli ultimi 360 minuti: è l’ex oppeanese, il difensore classe 1993 Enrico Castagnini, imitato poco dopo dall’ex Caldiero, il 2000 Jacopo Girardi, a consegnare il bottino a mister Flavio Carnovelli. Per i “giallo e blu del Guà”, inutile ai fini del sovvertimento del verdetto, il gol realizzato, ad inizio di ripresa, dal 1990 Michele Gasparetto.

      All'"Esterino Avanzi" di borgo Roma 2 a 1 dei giallo-rossi di mister Andrea Danese a spese del lanciato Povegliano, reduce da un bel filotto di vittorie e risultati utili consecutivi. Per i rionali decidono il 1994 avanti Andrea Vesentini e l'ex Aurora Cavalponica e Vigasio Luca Bonfigli; per le "libellule" biancazzurre di mister Lucio Beltrame, del presidenre Moreno Fabbris e del diesse Flavio Dal Santo aveva momentaneamente ed illusoriamente pareggiato il gol di Visentini l'albanese Drittan Gordi.

      Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:2015